La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

giovedì 29 luglio 2010

Cinecum, il cinema al centro del Mediterraneo



Cinemecum - SPECIALE TAVOLARA, Venezia, Giffoni FF, Cristiana Capotondi, Aurelio Grimaldi e molto altro - 28-07-10
Cagliari in corto presenta:
Cinemecum.it
Il cinema al centro del Mediterraneo
Cinema showcased at the centre of the Mediterranean

Cinemecum, il sito dedicato al cinema realizzato da quelli di "Cagliari In corto" e' on line con un nuovo numero.


Per gli approfondimenti: da oggi nuova rubrica di mezza estate dedicata al cinema e alle migrazioni a cura di Sonia Cincinelli: "Come un uomo sulla terra" di Andrea Segre.
Continua la nuova sfida di Monica Aschieri nella sua recensione "Bright Star – Fulgida Stella" di Jane Campion
In questo numero:


Tutto pronto a Venezia. Domani la conferenza finale per 67ma Mostra del cinema, ma in Laguna e' oramai tutto deciso. Ragonese madrina, Tarantino in giuria, assieme ad Arriaga e tra gli altri anche Guadagnino e Salvatores. L'apertura e' a tinte forti con il lesbo thriller "Black Swan"


I record del Giffoni. Oltre 100mila le presenze al festival cinematografico dedicato ai piu' giovani, con decine e decine di ospiti internazionali e centinaia di testate e giornalisti accreditati. E incredibilmente la rassegna sale dal 17esimo al 11esimo posto tra gli eventi cinematografici piu' famosi al mondo


L'accidia e la Capotondi. E' dunque la pigrizia il tratto peggiore del carattere della bella madrina di Tavolara, festival da poco conclusosi con un bel successo di pubblico. E mentre i paparazzi la rincorrono per immortalare ogni suo gesto, le abbiamo sottoposto l'antico gioco di Proust


E' a Tavolara il festival piu' bello del mondo. Sara' che l'unico tappeto rosso e' quello bagnato sul molo e gli attori ci passano sopra in maglietta e pantaloncini. Sara' che sul traghetto, tra schizzi e risa, ti trovi gomito a gomito con Ozpetek e la Ragonese. Sara' per mille motivi, ma di certo Tavolara e' il festival piu' bello del mondo


Una valigia piena di sorprese. Al via oggi a La Maddalena il festival dedicato a Gian Maria Volonte'. Sino al primo agosto raffica d'incontri con attori e registi del calibro di Sorrentino e Servillo. Ed e' festa in tutta la citta' con mostre, incontri e concerti per il 25mo anniversario del premio Solinas


Venti anni dopo, ancora Grimaldi. "E' un piacevole ritorno questo sull'Isola" ha detto Aurelio Grimaldi, vincitore nel passato del premio Solinas "un riconoscimento che mi ha cambiato la vita". Il suo amore per Pasolini, il nuovo film, gli esordi come regista. L'intervista


Nel nome e nel segno di Godard. Cinemecum introduce il dibattito sul cinema d'autore e Carlo Rafele propone una disamina acuta e approfondita sul grande regista francese che prevede un seminario, un convegno o una rassegna da tenersi in Sardegna. Aspettiamo i vostri commenti e suggerimenti


I corti di "Tre minuti di celebrita' a Cagliari". Il concorso di Cinemecum sui corti di “Tre minuti di celebrita' a Cagliari”. C’e' tempo sino a settembre per esprimere le preferenze, rigorosamente con le motivazioni. I premi non mancheranno.


E come sempre le rubriche e le recensioni scritte da voi e ampliate dai vostri commenti, mille notizie sul cinema, le rassegne, le rubriche su chi cerca e offre lavoro e gli appuntamenti sull'Isola e in giro per il mondo.


Cinemecum supporta l'Ischia Film Festival.

mercoledì 28 luglio 2010

Finestre Sull'Arte: Il Primo Podcast Interamente Dedicato Alla Storia Dell'Arte

da blog di Annarita Ruberto

Finestre Sull'Arte: Il Primo Podcast Interamente Dedicato Alla Storia Dell'Arte


Cari lettori,

vi presento Finestre sull'Arte, il primo podcast italiano interamente dedicato alla storia dell'arte. Nato nell'aprile del 2009 e curato da Federico Giannini e Ilaria Baratta, Finestre sull'Arte rappresenta una bella realtà nonché una interessante novità nel campo della storia dell'arte: si tratta infatti di un sito che contiene trasmissioni in formato MP3, ognuna dedicata a un artista diverso, che hanno lo scopo di diffondere e promuovere la conoscenza della storia dell'arte.

Ogni episodio, della durata di 25 minuti circa, presenta la vita dell'artista, i suoi più importanti capolavori, curiosità e spesso fornisce informazioni che non si trovano sui siti internet più gettonati, frutto di accurate ricerche bibliografiche e di osservazioni dal vivo delle opere. Gli episodi sono corredati da schede di approfondimento che contengono i collegamenti alle immagini delle opere citate durante la trasmissione nonché i libri da leggere e i musei da visitare per avere un panorama completo sull'artista.

Oltre ai podcast, in Finestre sull'Arte è possibile trovare articoli di approfondimento scritti da uno staff di giovani conoscitori di storia dell'arte: Ambra Grieco, che cura la rubrica “La nota” all'interno della quale si approfondiscono tematiche relativi agli artisti trattati durante le puntate, Antoniettachiara Russo, che cura la rubrica “Percorsi contemporanei” in cui si indaga sull'arte contemporanea, e Alex Fiorini, che gestice la rubrica “Cineart” in cui si propongono percorsi che analizzano i rapporti tra arte e cinema.

Il sito offre anche alcuni servizi aggiuntivi, come l'abbonamento RSS gratuito, per ricevere direttamente sul proprio PC le puntate ogni volta che vengono pubblicate, la newsletter per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità, e “Art Café”, lo spazio libero per le discussioni e i commenti.

In più, nel mese di febbraio 2010 il sito ha lanciato una versione in inglese, con articoli scritti da Ilaria Baratta all'interno dei quali si parla delle bellezze dell'Italia legate agli artisti affrontati negli episodi del podcast: questo perché il sito riceve tante visite anche dall'estero e si vuole pertanto promuovere un turismo in Italia culturale, consapevole e non massificato.

L'obiettivo principale di Finestre sull'Arte è quello di trasmettere la passione per l'arte e di spingere gli ascoltatori a visitare i musei e le mostre e osservare dal vivo le opere presentate nel corso delle trasmissioni: l'interesse del pubblico infatti non deve esaurirsi all'interno del sito, ma deve essere spronato dai contenuti delle puntate. Tutto questo con particolare riguardo nei confronti dei giovani, con i quali il sito vuole instaurare un dialogo diretto utilizzando un mezzo di comunicazione, il podcast, nel quale proprio i giovani possono ritrovarsi in modo agevole e diretto.

Nel novembre del 2009 il sito ha ottenuto un prestigioso secondo posto nella categoria “eCulture and Heritage” agli eContent Award Italy, il massimo premio italiano per i contenuti web di qualità. Inoltre, attualmente Finestre sull'Arte è in concorso agli European Podcast Award, massimo premio a livello europeo per il podcasting, e all'Europrix, premio europeo per i prodotti multimediali di qualità.

Attualmente, il sito occupa i primi posti nelle classifiche di iTunes nella sezione cultura, conta su circa cento visite uniche al giorno e i podcast sono stati scaricati centinaia di volte. Gli ultimi dati, aggiornati al mese di giugno, parlano di una media di 112,03 visite uniche al giorno, con il podcast più gettonato, lo speciale dedicato a Caravaggio, scaricato 1034 volte in 23 giorni (dal 7 giugno, giorno in cui è stato pubblicato sul sito, fino alla fine del mese).

Presentazione dello staff

Federico Giannini, 23 anni, di Carrara, ha una laurea con lode in Informatica Umanistica a Pisa, una specializzazione con il massimo dei voti in Tecnologie del Linguaggio ed è webdesigner professionista specializzato in web per i beni culturali e saggista d'arte (ha al suo attivo due monografie) e collabora con alcuni siti web che trattano di arte. È titolare dell'azienda Losna (www.losnaweb.com), specializzata in creazione siti, hosting e tecnologie web per i beni culturali.

Ilaria Baratta, 22 anni, è nata a Carrara ma ha origini mantovane, è studentessa laureanda in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Pisa.

Ambra Grieco, 26 anni, una laurea in Beni Culturali e una specializzazione con il massimo dei voti in Storia dell'Arte all'Università di Firenze, vive a Montecatini Terme, è storica e critica d'arte e si occupa di organizzazione e realizzazione di mostre ed esposizioni.

Antoniettachiara Russo, siciliana di 23 anni, una laurea con lode in Scienze dei Beni Culturali a Pisa, è studentessa specializzanda in Storia dell'Arte Contemporanea e scrive su siti web specializzati nella comunicazione artistica.

Alex Fiorini, 27 anni, due lauree di cui una con lode in Beni Culturali, è di Carrara ed è studente specializzando in Storia dell'Arte.

domenica 25 luglio 2010

APRÈN DEL VENT/IMPARA DAL VENTO di Anna Cinzia Paolucci

APRÈN DEL VENT/IMPARA DAL VENTO




APRÈN DEL VENT




Aprèn del vent,
allibera el cos cansat
dels vels de malenconia.
Aprèn del vent,
excava amb murmuris la pedra
i enfonsa amb mans ràbioses l’ànima.
Aprèn del vent,
devora a petites mossegades la nit
que envaeix de silenci la vida.
Aprèn del vent,
bufa carícies sobre el cos apagat
besant les seves cicatrius.
Aprèn del vent,
escampa perfum dins l’aire
de fulles, cel, flors I desig.
Aprèn del vent,
desperta el cos del torpor
tatuant la paraula amor.
Aprèn del vent,
gronxa sobre gronxadors d’oblit
i terranynes de fol.lia.
Aprèn del vent,
vola planar com una gavina
que obre les ales sobre l’ombra d’un somriure.






IMPARA DAL VENTO




Impara dal vento,
libera il corpo stanco
da veli di malinconia.
Impara dal vento,
scava con sussurri la pietra
e affonda con mani rabbiose nell’anima.
Impara dal vento,
divora a piccoli morsi la notte
che invade di silenzio la vita.
Impara dal vento,
soffia carezze sul corpo spento
baciando le sue cicatrici.
Impara dal vento,
cospargi profumo nell’aria
di foglie,cielo, fiori e desiderio.
Impara dal vento,
sveglia le membra dal torpore
tatuando la parola amore.
Impara dal vento,
dondola su altalene d’oblio
e ragnatele di follia.
Impara dal vento,
vola planare come un gabbiano
che apre le ali sull’ombra d’un sorriso.











sabato 24 luglio 2010

CON TEATRO A CORTE ...PORTA ERODOTO DOVE VUOI...

inform@zioni


torna
a spettacoli

PORTA IL TEATRO A CASA TUA

in Casa
in Cucina
in Salone
in Giardino
in Cortile

Qualunque Spazio
potrà essere
utilizzato




con
Teatro
a
Corte
puoi portare


ERODOTO

dove vuoi


info
3491051841

e soprattutto è gratis !!!

o quasi...

al termine dello spettacolo un uomo porterà
in giro un logoro cappello...

:=)


info
3491051841

video promo





Promozione
Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Filologia Classica, Glottologia, Scienze Storiche dell'Antichità e del Medioevo, sezione di Greco.

ECCOCI FINALMENTE!
CON TEATRO A CORTE
...PORTA ERODOTO DOVE VUOI...

in Casa
in Cucina
in Salone
in Giardino
in Cortile

Qualunque Spazio
potrà essere
utilizzato

e soprattutto è gratis !!!
o quasi...
al termine dello spettacolo un uomo porterà
in giro un logoro cappello... ç|:=)

info
3491051841

http://www.gaetanomarino.net/spettacoli/teatro_corte/index.htm

presentazione
SE UNA NOTTE
Storie dalle Storie di Erodoto
Con Gaetano Marino
Nato agli inizi del v secolo a. C. ad Alicarnasso, in Asia Minore, Erodoto ci è noto soprattutto come storico delle Guerre Persiane, di cui racconta con dovizia di particolari le varie fasi, fino alla sorprendente vittoria dei Greci contro i Barbari.
In realtà, fu in primo luogo un redattore instancabile di appunti di viaggio, che diventarono dapprima oggetto di apprezzate conferenze in varie città greche, e furono successivamente rielaborati e raccolti nella sua opera monumentale. Come un abile reporter, descrive con vivacità usi, costumi, monumenti, animali, piante, leggende dei numerosi paesi in cui - per un periodo di tempo più o meno lungo - si trovò a soggiornare.
La lettura delle Storie consente perciò ancora al lettore dei nostri giorni di confrontarsi con la sensazione di scoperta e di magico incanto che aveva accompagnato le sue peregrinazioni per il mondo allora conosciuto. Dalla Persia alle più remote regioni dell’India, dall’Egitto verso l’interno del continente africano, dal Ponto Eusino (l'attuale Mar Nero) all’estremo nord-est costituito dall'ambiente inospitale delle steppe siberiane, possiamo scoprire per la prima volta, con i suoi occhi, questo nostro mondo ormai fin troppo noto, sorridere delle sue illazioni, lasciarci avvincere dai suoi straordinari racconti, a metà tra realtà e fantasia.
A cura di Patrizia Mureddu
docente di Letteratura Greca presso l'Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Filologia Classica, Glottologia, Scienze Storiche dell'Antichità e del Medioevo.

giovedì 22 luglio 2010

"puntodivista film festival 2010"



Assessorato alla promozione del Territorio – Comune di Sarroch

“evento e luoghi a promuovere un nuovo turismo culturale”

presentano: "puntodivista film festival 2010"

Martedì 20 luglio - ore 21,00

SARROCH
Parco Villa Siotto
cinema e lavoro - l’Italia della ricostruzione
omaggio a Fiorenzo Serra
Suite in viaggio tra film e musica
Prima Nazionale
una produzione puntodivistafilmfestival 2010 - Art’In
in collaborazione con
Società Umanitaria - Cineteca Sarda – ElenaLeddaVox
musiche originali e direzione musicale
Mauro Palmas
con Ana Karina Rossi (voce), Maurizio Geri (voce e chitarra) ,Damiano Puliti (violoncello),Marcello Peghin (chitarre) ,Rachele Colombo (percussioni) ,Silvano Lobina (basso),regia Romano Usai


Ha preso il via la terza edizione del “puntodivista film festival”: i battenti si sono aperti, martedì 20 luglio alle ore 21,00 nella splendida cornice del Parco Villa Siotto, a Sarroch.

Il progetto inaugurale del festival è dedicato al ricordo del grande regista e documentarista sardo Fiorenzo Serra. Un omaggio che lo vedrà protagonista attraverso la prima nazionale del progetto “cinema e lavoro - l’Italia della ricostruzione”, una suite in viaggio tra film e musica prodotta dal festival in collaborazione con la Società Umanitaria e la Cineteca Sarda e Elenaledda Vox, con la direzione musicale di Mauro Palmas e la regia di Romano Usai, insieme all’ensemble di musicisti di spicco come lo stesso Palmas (mandole), Ana Karina Rossi (voce), Maurizio Geri (voce e chitarra), Damiano Puliti (violoncello), Marcello Peghin (chitarre), Rachele Colombo (percussioni), Silvano Lobina (basso). Un omaggio all’opera documentativa degli anni ’50 e ’60 di Fiorenzo Serra attraverso una ricostruzione/montaggio che vuole conservare la grande forza suggestiva caratteristica dell’opera del maestro intessendosi con atmosfere musicali che marcano e scandiscono il fluire del tempo intrecciandosi e fondendosi in un unico gioco contrappuntistico che racconta la cultura dell’Italia di quegli anni. Un progetto nato due anni fa da un’idea di Mauro Palmas e Giuseppe Pilleri, conservatore della Cineteca Sarda, dopo esser venuti in possesso del girato di circa quattro ore su pellicola di Fiorenzo Serra prodotte dall’Etfas: testimonianze inedite sulla trasformazione agraria e fondiaria della Sardegna dei primi anni ’50. Al lavoro di sintesi delle immagini del documentarista sardo si è poi aggiunto un documentario da lui realizzato per l’Ente Maremma, di recente ritrovamento. Un’opera inedita che vede per la prima volta la ‘luce’ nazionale al ‘puntodivista film festival’ la cui suggestiva colonna sonora sarà suonata dal vivo da uno straordinario ensemble diretto da Mauro Palmas.

Subito dopo sul palco di Villa Siotto le incursioni corsare a zonzo tra grande cinema, musica e canto nel progetto “Cinema ???? che inCanto !!!…incursioni corsare” con la musica del pianista jazz tra i più stimati nella scena internazionale, Salvatore Bonafede, insieme al grande fisarmonicista Gianni Coscia, Rossella Faa, cantante tra le più apprezzate dell’isola e l’attrice Manuela Loddo.



Il Festival Internazionale a premi del Cortometraggio entrerà nel vivo fino al 25 luglio con le attività seminariali legate al cinema a partire dalle 16,15, per proseguire dalle 21,00 in poi con la proiezione dei corti in concorso, pervenuti da tutta Europa e selezionati dalla commissione artistica, in attività dalla mattina per la valutazione delle opere in gara. A seguire il film-documentario del grande regista Italo Moscati “Occhi sgranati – partenze, arrivi e terre promesse”, un’ opera di ricostruzione breve e spettacolare delle tappe dell’emigrazione italiana all’estero fra Novecento e il nuovo secolo. Insegnante di Storia dei Media e Arti Visive all’Università di Teramo, Moscati è stato responsabile dei Programmi sperimentali della Rai, lanciando registi italiani tra cui Gianni Amelio, Giuseppe Bertolucci, Peter Del Monte, e collaborando con Jean Luc Godard, Marco Ferreri, Glauber Rocha. Come vicedirettore di RaiEducational ha realizzato le serie sul Novecento “Tempo”, “Epoca- Anni che camminano”, “Tema”, recuperando preziosi documenti nelle Teche della Rai e presso l’Istituto Luce. Al puntodivista film festival sarà ospite anche in veste di giurato nella commissione artistica che seleziona i corti in concorso. Oltre a Italo Moscati, sempre nella giuria saranno presenti altri protagonisti prestigiosi della cinematografia italiana come Aurelio Grimaldi, regista e sceneggiatore, Dario Evola, Docente di Estetica e Membro del Consiglio Accademico Accademia di Belle Arti di Roma, Guendalina Zampagni, regista del film "Quell'estate" con Alessandro Haber, Pamela Villoresi, Jacopo Troiani e Diane Fleri, Gianni Coscia, straordinario fisarmonicista tra i più stimati nel mondo che ha suonato coi migliori musicisti italiani e con alcuni d'oltre Oceano, Salvatore Bonafede, miglior nuovo talento nell’ambito del referendum “Top Jazz” indetto dalla rivista specializzata Musica Jazz, Pippo Ciliberto, direttore della fotografia, ha lavorato con i migliori registi italiani tra i quali Luigi Perelli nel film La Piovra 6, Francesca Piraccini gestore del cinema Eliseo di Cesena.

“Puntodivistafilmfestival” è una rassegna con cadenza annuale che si propone, oltre all’intento di promuovere la cultura cinematografica, di valorizzare le bellezze del territorio, fucina di fermento culturale e di notevoli potenzialità per lo sviluppo del settore turistico della costa sud occidentale, in grado di veicolare ad ampio raggio l’immagine di Sarroch e di tutta l’area che non è solo industriale, ma anche di grande valore archeologico.

Informazioni generali: info@puntodivistafestival.it - www.puntodivistafestival.it

Segreteria e iscrizioni: segreteria@puntodivistafestival.it

Infoline: 3925713250

Organizzazione artistica: ArtIn a.c. c/o Teatro Adriano DLF – V. Sassari 16 - 09100 Cagliari – tel. 335 5348973 – 338 3935477192.

Toscana delle Culture


C&P Adver - Effigi > Mario Papalini
www.cpadver.it - cpadver@mac.com
Via Circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso GR
tel. e fax +39 0564 967 139

mercoledì 21 luglio 2010

Maremma, Terra di Cavalieri Giovanniti, Templari e Cavalieri di Santo Stefano


Venerdì, 23 luglio
Porto Santo Stefano - Fortezza Spagnola

ore 19,00

Maremma, Terra di Cavalieri
Giovanniti, Templari e Cavalieri di Santo Stefano
di Alessio Varisco - Ed. Effigi



Presentazione del libro con l'autore
C&P Adver - Effigi > Mario Papalini
www.cpadver.it - cpadver@mac.com
Via Circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso GR
tel. e fax +39 0564 967 139



martedì 20 luglio 2010

Dentro la Terra - Festa del Tartufo



Dentro la Terra - Festa del Tartufo
Villa Sforzesca - Castell'Azzara 23-24 Luglio




PER INFORMAZIONI
Comune di Castell'Azzara (Paola Papalini)
Tel: 0564 951038
Mail: protocollo@comune.castellazzara.gr.it
Web: www.comune.castellazzara.gr.it

APT Grosseto Maremma Toscana
Tel: 0564 973510
Mail: infocasteldelpiano@lamaremmafabene.it

Penelope - Testo di Mariapia GIULIVO Musica Mario SALIS

venerdì 16 luglio 2010

Ewa Benesz - Le pratiche originarie dell' attore nell' atto di creare






EWA BENESZ
Attrice polacca, laureata in Lettere all’Università di Lublino e diplomata in Arte Drammatica
a Varsavia. Dal 1966 al 1968 lavora nell’Instytut Aktora -Teatr Laboratorium diretto da Jerzy Grotowski in Polonia; attrice nello spettacolo ‘Vangelo’, la prima versione di ‘Apocalipsis cum Figuris’.
Nel ’70 fonda assieme a tre colleghi della Scuola d’Arte Drammatica di Varsavia lo Studio Teatrale; chiuso dai servizi segreti dello stato dopo quattro anni.
Si trova sulla “lista nera” degli artisti.
Negli anni ‘75-76 insegna all’Universita` di Lublino Teoria della Cultura e Storia del Teatro Contemporaneo.
Nel ’75 viene invitata da Jerzy Grotowski all’Universita Dei Teatri delle Nazioni.
Lavora con Peter Brook.
Nel ’76 inizia la sua ricerca individuale: un canto di aedo. Prepara ‘I viaggi con l’epopea di Mickiewicz’, il piu grande poeta polacco (come Dante in Italia), e l’epos intitolato ‘Il signore Taddeo” è come la ‘Commedia’. Non poteva essere vietato dalla censura. Canta il poema per gli abitanti di piccoli paesi e delle campagne in un pellegrinaggio a piedi, tra le due culture cristiane: ortodossa e romana, lungo la frontiera polacco – russa. Con la lettera in tasca sottoscritta dal cardinale Karol Wojtyla.
Nel ’76 collabora con Zbigniew Cynkutis, attore del Teatro Laboratorio di Grotowski. Interpreta il ruolo principale di Solwejga nel ‘Peer Gynt’ di Ibsen.
Crea per lo spettacolo ‘Le elegie di Duino’ di Rilke, rappresentato all’aperto, diviso in quattro frammenti, viene rappresentato dalla mattina al tramonto.
Dall ’81 lavora di nuovo nel Instytut Aktora di Jerzy Grotowski a Wroclaw.
Dall `82 al `96 collabora con Rena Mirecka nei proggetti parateatrali: ‘Be here now...Towards’, ‘The way to the centre’ e ‘Now it`s the Flight’, realizzati in tutti i paesi dell’Europa, in America Latina, in Israele.
Dal `97 conduce le esperienze parateatrali: ‘ESSERE’, ‘VERSO L’ORIGINE’ , ‘LE PRATICHE ORIGINARIE DELL’ATTORE’, ‘LE PRATICHE VOCALI’, ‘NELL’ATTO DI CREARE’. Collabora come docente con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’Università degli Studi di Catania, l’Università Cà Foscari di Venezia e con l’Università Marie – Curie Sklodowska di Lublino in Polonia.
Vive in una casa tra le montagne in Sardegna dove sta sviluppando una ricerca pratica ispirata agli antichi testi sanscriti dei Veda.

mercoledì 14 luglio 2010

Frogs Time di Gianni Zanata


Frogs time di Gianni Zanata


sognai di nomi # di gnomi e di boschi # di fili d’erba e di pascoli blu # di mari, di muri # di more e dimore # di stupidi e stolti # di statue e di mostri, di quadri all’insù # di luoghi mai visti, mai vacui, mai tristi # di poveri cristi, di fili d’argento # di poveri dentro, di poveri fuori # di ricchi di cuori, di ricchi a colori # di chi non sapeva e di chi non poteva # di chi non ha amore e di chi non ha storie # di chi può restare, di chi può partire # di chi non ha senso né stare o morire # di chi non ha tempo, di chi è senza tempo # di chi non ha Dio, di chi non è io # di chi per un giorno, di chi per un anno # di chi per un mese, di chi per le spese # di notte, al mattino # di chi per un pianto # la gioia è un ricordo che sembra bambino # di chi farà un sogno di gnomi e di nomi # di male e di bene, di pranzi e di cene # di stupidi e cristi nel regno dei visti # di uomini e donne che bruciano i resti # del proprio destino # nel nuovo cammino.

ONU - No alla legge bavaglio, i giornalisti esercitano la missione di “cani da guardia” della democrazia


in ''...Cosi' e' se mi pare!''

lunedì 5 luglio 2010

Adele Cambria e Mariaelisa Giocondo



mercoledì 28 luglio 2010 alle ore 21.00

L' Asino che Vola, via Cimarra 34
Monti-Roma


Adele Cambria, ''Nove dimissioni e mezzo'', piu' 50 anni di giornalismo ‘vissuto’ godibile come romanzo, in una splendida autobiografia, intensa ed emozionante come un varietà
e
Mariaelisa Giocondo: “la capacità/virtù tutta poetica di condensare la lingua nel linguaggio, poetico”, sebbene giovanissima già alla sua seconda pubblicazione e una notevole biografia alle spalle

Musiche di Fabio Mariani e la voce di Enni completano la serata.

venerdì 2 luglio 2010

LE VIE DELLA FEDE , percorsi Francescani sull' Amiata, Edizioni Effigi





Il 10 luglio, a Palazzo Nerucci di Castel del Piano, alle 17, sara' presentato il libro
“ La Vì Siena-Le vie della fede, le strade dei pellegrini, percorsi francescani sul Monte Amiata occidentale (Castel del Piano, Arcidosso e Seggiano), curato da più autori del Comitato Recupero Artistico e Storico di Castel del Piano ed edito da Effigi di Mario Papalini.
Un percorso emozionante quello che viene proposto di provare a piedi (ma è possibile anche in auto), così come fecero San Bernardino da Siena, Santa Caterina, San Francesco e tutti i pellegrini che utilizzarono questa “bretella della Via Francigena” per raggiungere Roma.
Un percorso che si alimenta del misticismo dei santi più cari alla popolazione, ma anche di ambiente intatto, di opere d’arte, di architetture che hanno il sapore di medioevo: castelli e rocche, pievi e conventi ai quali si legano leggende e fatti miracolosi che hanno resistito al tempo e che oggi fanno parte del patrimonio millenario di una terra che attende ancora di essere scoperta nel profondo e assaporata.

giovedì 1 luglio 2010

''...Cosi' e' se mi pare!'' al secondo posto in classifica tra i blog de ''La Stampa.it''



Con piacere comunico che il mio blog
''...Cosi' e' se mi pare!''
occupa il secondo posto in classifica, dopo quello della collega Barbara Spinelli, tra i blog della Stampa.it