La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

venerdì 26 ottobre 2012

Al via Tutti i Colori del Buio 2012, Famiglie d'Arte XVIII Edizione



Al via Tutti i Colori del Buio 2012, Famiglie d'Arte XVIII Edizione
TUTTI I COLORI DEL BUIO 2012
Famiglie d'Arte XVIII Edizione
www.famigliedarte.com
Non avere paura del Buio, ti aiuterà a trovare la Luce (Neale Donald Walsch)

30 OTTOBRE – 21 DICEMBRE 2012
Guasila – Cagliari – Lanusei – Tortolì - Serrenti – Elini
Un Autunno intenso, che alle trame delle foglie dorate o scarlatte intreccerà le sfumature della notte, il Buio, che con le sue lunghe dita si stenderà su ogni colore, coprendolo e custodendolo alla vista dei più.
Prenderà avvio il 30 Ottobre questo nuovo cammino nelle tenebre, e il Teatro Fratelli Medas di Guasila sarà il primo giaciglio nel quale verranno a posarsi i nostri artisti. Raccolti sotto la Direzione Artistica di Gianluca Medas, ideatore e fondatore della Rassegna, noti professionisti e giovani talenti gireranno per l’Isola per raccontare quattro nuove storie, perle incastonate in una collana di Racconti cesellata dall’Associazione Figli d’Arte Medas e lunga diciotto anni: la Rassegna “Famiglied’Arte”, che da quattro edizioni si veste di Tutti i Colori del Buio.
Un programma esteso e importante, per la realizzazione del quale l’Associazione Figli d’Arte Medas si è appoggiata, oltre che alla Regione Autonoma della Sardegna (l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna sostiene infatti tutte le iniziative dell’Associazione), alla Provincia di Cagliari (Assessorato alla Cultura e Spettacolo, Assessorato alle Attività Produttive e al Turismo), alla Provincia di Ogliastra (Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Sport e Spettacolo), al Comune di Cagliari (Gabinetto del Sindaco, Assessorato alla Cultura, Assessorato alle Politiche Giovanili - la Rassegna si avvale inoltre del Patrocinio del Comune di Cagliari) e alle amministrazioni di tutti gli altri Comuni isolani che ospitano quest’anno la Rassegna: non si possono dunque non menzionare il Comune di Guasila, il Comune di Lanusei, il Comune di Tortolì, il Comune di Serrenti e il Comune di Elini.
Quest’anno, dedicato alla Fine del Mondo, porta in eredità un nutrito bagaglio di Storie: la prima, Il Diavolo e Jack O’Lantern, sarà proposta Martedì 30 Ottobre a Guasila, Giovedì 31 Ottobre al Teatro Club di Cagliari e Venerdì 1 Novembre al Teatro Tonio Dei di Lanusei. Interpretata da un intrigante Joe Perrino, questo primo Monologo Grottesco ci guiderà nella scoperta delle verità del Diavolo, il racconto di quando Lucifero dovette ammettere che c’era, sì, qualcuno che ne sapeva una in più del diavolo, e che questo qualcuno si chiamava Jack, divenuto nella Leggenda Jack O’Lantern. Sul palco, anche il giovane Gioele Medas nel ruolo del Gatto, e i musicisti coinvolti nell’Orchestrina dei Miracoli: la violinista Rossella Camellini, Massimiliano Viani con la Viola a Cinque Corde, il Contrabbassista Massimo Battarino e il chitarrista Andrea Congia, Direttore Musicale della Compagnia Figli d’Arte Medas nonché duratore di tutti i Progetti Musicali ideati per lo Spettacolo.
I nostri incontri proseguiranno il 15 e il 16 Novembre (rispettivamente nelle sopraccitate sedi di Guasila e Cagliari) con La Nave dei Folli di Sebastian Brant: testo che giunge dal lontano 1494 per parlarci, attraverso la Narrazione di Gianluca Medas, di un manipoli di “folli” lasciati andare alla deriva. Un testo satirico e provocatorio sulla società del tempo riproposto in un’atmosfera onirica e trasognante nata dall’accordo del Flauto Traverso di Giorgia Mascia con le vellutate melodie dell’Arpa di Raoul Moretti e le delicate sonorità della Chitarra Classica di Andrea Congia.
Ci ritroveremo poi, per l’appuntamento successivo, ai primi di Dicembre (5, 6 e 7 Dicembre, rispettivamente a Tortolì presso il Teatro San Francesco, a Serrenti presso il Teatro di Serrenti, e a Cagliari – questa volta al Minimax, il Ridotto del Teatro Massimo), e l’avanzare del freddo si rifletterà nell’algida condotta dei protagonisti di questo terzo Spettacolo: figli di un impero destinato a cadere, le divinità del Walhalla si rivestono dei bagliori del tramonto, meravigliose tinte scarlatte che condurranno però a un’inevitabile fine. Liberamente ispirato alla tetralogia wagneriana, Brunilde – Crepuscolo e Fine degli Dei, è un’opera con la quale Gianluca Medas esplorerà i tanti orizzonti aperti dalle nuove tecnologie a disposizione dell’Arte: lungi dall’essere tra loro rivali, mezzi di comunicazione quali il Video, la Voce, la Musica e la Danza convergeranno sul palco per illustrare le delicate vicende di una stirpe giunta al proprio crepuscolo, quella divina. Relegata in uno schermo, la Valchiria Brunilde, interpretata dalla promettente Noemi Medas racconterà la propria dolorosa storia, legata a quella del padre Wotan (eccezionalmente impersonato da Carlo Porru), della di lui moglie Frika (alla quale presterà la propria voce e il proprio volto Ramita Satta) e della sorella Waltraute (nelle vesti della quale si presenterà a noi Barbara Bosa). Anima visibile di Brunilde, sul palco ritroveremo la ballerina Michela Laconi, che danzerà accompagnata dalle Musiche di Andrea Congia rimodulate grazie al lavoro dei produttori elettronici Walter Demuru e Francesco Medas; prezioso coronamento del cast artistico, la voce della cantante Stefania Sistu e il profondo suono del corno di Laura Cabras. Protagonista della scena, il Video attraverso il quale i personaggi si racconteranno al proprio pubblico, strumento di comunicazione curato e creato dal Videomaker Daniele De Muro (responsabile dei contributi video e delle immagini presenti anche negli altri spettacoli).
Il suggello della Rassegna tutta sarà il quarto e ultimo appuntamento: Apocalisse – Rivelazioni di un Visionario, Spettacolo che sarà presentato Venerdì 14 Dicembre ad Elini (Sala Polifunzionale), Giovedì 20 Dicembre a Guasila e Venerdì 21 Dicembre a Cagliari (nuovamente al Minimax)
Il testo al quale Gianluca Medas si è ispirato è la nota e omonima Apocalisse di Giovanni Evangelista, brano complesso con il quale si chiude il Nuovo Testamento e che lascia in eredità all’umanità un importante monito e una Profezia Visionaria.
Un così oneroso Messaggio non era traducibile né comunicabile per mezzo delle sole parole: questo sarà pertanto lo Spettacolo che maggiormente si avvarrà dell’ausilio e dell’appoggio della Musica, una cornice Rock e Visionaria ricreata dagli Skull Cowboys chiamata a tratteggiare le figure che emergeranno dall’ombra: i quattro Cavalieri, la Donna vestita di Sole, Babilonia (la Grande Prostituta), il Monito, la Bestia… Il Giudizio Universale raccontato per bocca di un reietto, di un respinto, di uno degli ultimi, nei panni del quale non ha avuto timore di calarsi Gianluca Medas; la Rivelazione affidata al protagonista di questa vicenda veicolerà così attraverso l’audiografia dipinta dai musicisti Mario Pierno (Chitarra Elettrica), Andrea Congia (Chitarra Classica), Marco Loddo (Basso Elettrico), Mauro Pes (Tastiere) e Roberto Matzuzzi (Batteria) e le immagini di una moderna Apocalisse (foto e immagini generosamente donate per la realizzazione dello Spettacolo dal gruppo Hipstamatic Sardinia e montate da Daniele De Muro).
Un progetto dunque molto ricco, che scende in campo con numerosi talenti artistici impegnati nel racconto di Fini e Destini e Profezie e Timori.
L’atmosfera misterica del Dark aleggia dunque anche su quest’ultimo appuntamento dell’anno, perché possa mostrarsi con forza come sotto l’ombroso mantello dell’Orrore continui a pulsare l’Amore, e persino La Fine, tematica che ha accompagnato le iniziative dell’Associazione Figli d’Arte Medas fin dai primi passi dell’anno, verrà vestendosi dei suoi abiti di Rinascita.
www.famigliedarte.com

IL PROGRAMMA
Il Diavolo e Jack O’Lanterndi Gianluca Medas
Monologo Grottesco liberamente ispirato alla Leggenda di Jack O'Lantern
Martedì 30 Ottobre 2012, ore 21:00 - Teatro Fratelli Medas - Piazza Municipio, 1 - Guasila (CA)
Mercoledì 31 Ottobre 2012, ore 21:00 - Teatro Club - Via Roma, 257 - Cagliari (A seguire Aftershow Party presso Bodie Art - Rock Club - Cagliari)
Giovedì 1 Novembre 2012, ore 21:00 - Teatro Tonio Dei - Viale Don Bosco, 3 - Lanusei (OG)

Joe Perrino - Il Diavolo
Gioele Medas - Il Gatto
Orchestrina dei Miracoli - musiche originali
(Rossella Camellini - violino, Massimiliano Viani - viola a 5 corde, Andrea Congia - chitarra classica, Massimo Battarino - contrabbasso)


La Nave dei Folli
di Sebastian Brant
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
Giovedì 15 Novembre 2012, ore 21:00 - Teatro Fratelli Medas - Piazza Municipio, 1 - Guasila (CA)
Venerdì 16 Novembre 2012, ore 21:00 - Teatro Club - Via Roma, 257 - Cagliari (A seguire Aftershow Party presso Bodie Art - Rock Club - Cagliari)

Gianluca Medas - voce narrante
Giorgia Mascia - flauto traverso
Andrea Congia - chitarra classica
Raoul Moretti - arpa


Brunilde - Crepuscolo e Fine degli Dei
di Gianluca Medas
Tetralogia dei Media - Voci, Immagini, Danze, Musiche
Opera liberamente ispirata a L'Anello del Nibelungo di Richard Wagner
Mercoledì 5 Dicembre 2012, ore 21:00 - Teatro San Francesco - Piazza Fra Locci - Tortolì (OG)
Giovedì 6 Dicembre 2012, ore 21:00 - Teatro di Serrenti - Via Antonio Gramsci - Serrenti (VS)
Venerdì 7 Dicembre 2012, ore 21:00 - Minimax (Il Ridotto del Teatro Massimo) - Via Edmondo De Magistris, 12 - Cagliari (A seguire Aftershow Party presso Bodie Art - Rock Club - Cagliari)

Video di Daniele De Muro con Barbara Bosa, Noemi Medas, Ramita Satta e con la partecipazione straordinaria di Carlo Porru
Stefania Sistu - voce
Michela Laconi - danze
Laura Cabras - corno
Andrea Congia - chitarra classica
Walter Demuru - live electronics
Francesco Medas - live electronics


Apocalisse - Rivelazioni di un Visionariodi Gianluca Medas
Opera Rock liberamente ispirata all'Apocalisse di Giovanni Evangelista
Venerdì 14 Dicembre 2012, ore 21:00 - Sala Polifunzionale - Via Pompei - Elini (OG)
Giovedì 20 Dicembre 2012, ore 21:00 - Teatro Fratelli Medas - Piazza Municipio, 1 - Guasila (CA)
Venerdì 21 Dicembre 2012, ore 21:00 - Minimax (Il Ridotto del Teatro Massimo) - Via Edmondo De Magistris, 12 - Cagliari (A seguire Aftershow Party presso Bodie Art - Rock Club - Cagliari)

Gianluca Medas - voce narrante
Skull Cowboys - musiche originali
(Mario Pierno - chitarra elettrica, Andrea Congia - chitarra classica, Marco Loddo - basso elettrico,
Mauro Pes - tastiere, Roberto Matzuzzi – batteria)

Video di Daniele De Muro, contributi fotografici di Hipstamatic Sardinia

Crediti
Direzione Artistica - Gianluca Medas
Progetti Musicali - Andrea Congia
Organizzazione - Carla Erriu, Francesco Meloni
Comunicazione - Michela Deidda
Fonia e Luci - Gianfranco Casula, Marco Loddo, Andrea Piras, Alessandro Venuto, Matteo Zanda
Video - Daniele De Muro
Consulenza Costumi - Federica Demontis
Trucco - Samuela Tronci
Progetto Grafico - Fabrizio Varioli

Info
Segreteria Organizzativa
Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa
Michela Deidda - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org - www.famigliedarte.com

Location e Biglietti
Guasila (CA): Teatro Fratelli Medas - Piazza Municipio 1
Biglietto Unico 5 euro con buffet
Cagliari: Teatro Club - Via Roma 257 / Minimax (Il Ridotto del Teatro Massimo) - Via Edmondo De Magistris 12
Biglietto Intero 10 euro
Ridotto 5 euro (under 26 e over 65 anni)
Abbonamento 25 euro (solo per le date di Cagliari)
Lanusei (OG): Teatro Tonio Dei - Viale Don Bosco 3
Biglietto Unico 5 euro
Tortolì (OG): Teatro San Francesco - Piazza Fra Locci
Biglietto Unico 5 euro
Serrenti (VS): Teatro di Serrenti - Via Antonio Gramsci
Biglietto Unico 5 euro
Elini (OG): Sala Polifunzionale - Via Pompei
Ingresso Libero
Prevendite (solo per il Teatro Massimo) - Via Edmondo De Magistris 12 - Cagliari - dal Lunedì al Venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00
Apertura Botteghino ore 20:00
Bodie Art - Rock Club - Via San Giovanni 254 - Cagliari

Fuori da dove di Antonello Ricci

Verrà presentato il libro

Fuori da dove

di Antonello Ricci · Scheda del Libro

sabato 27 ottobre 2012, ore 18:00
Sala conferenze Archivio di Stato, via Cardarelli 18, Viterbo
Iniziativa a cura dell'Archivio di Stato di Viterbo

Conduce Manuela Claudiani

Sarà presente l'autore
Fuori da dove, il nuovo libro di Antonello Ricci, sbarca infine anche a Viterbo. Ricci, scrittore col pallino della storia e dell'antropologia, sarà chiamato a confrontarsi sui rapporti (fecondi e ambigui) che da sempre distinguono storia e poesia. Sollecitato in tal senso Manuela Claudiani, funzionario della direzione del locale Archivio di Stato. Insieme i due discuteranno dei confini che stringono e divaricano ricostruzione storica e narrazione letteraria. Di come un vero telegramma, spedito tanti anni fa dal direttore di un manicomio toscano al podestà di Viterbo, abbia potuto ispirare un racconto d'invenzione. Di quanto magico realismo e quanta paradossale verosimiglianza possa esserci nel purgatorio di uno “scemo di guerra” inghiottito (una vita fa) dai labirinti manicomiali e lì dimenticato da tutti, se oggi egli riaffiora alla luce della vita, novello matusalemme. Da qualche oscuro reparto o sgabuzzino, per rimettere in gioco la vita i ricordi i sentimenti di una donna di ottant'anni...
 C&P Adver Effigi | Blog

Feed Facebook Youtube Twitter Google Plus Email

C&P Adver Effigi S.n.c. Mario Papalini
Sede legale: Via Roma 14 Sede operativa: Via circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso (GR)
| Tel. e fax 0564 967139 Mob. 348 3047761

La Corale SS. Salvatore e la Banda Sinfonica Stanislao Silesu, sabato 3 novembre alle 19, al Teatro Lirico di Cagliari



La Corale SS. Salvatore e la Banda Sinfonica Stanislao Silesu,
sabato 3 novembre alle 19, al Teatro Lirico di Cagliari

Sabato 3 novembre 2012 alle 19, al Teatro Lirico di Cagliari, si esibiscono la Corale SS. Salvatore di Serdiana e la Banda Sinfonica Stanislao Silesu di Samassi, diretti da Francesco Pittau. In qualità di solisti cantano: Elisabetta Scano (soprano); Irene Macutan (contralto); Carlo Cauli (tenore); Antonello Pippia (basso).

Il programma musicale della serata prevede l’esecuzione del Requiem per soli, coro e banda sinfonica di Frigyes Hidas.

Frigyes Hidas (Budapest 1928 - 2007). È stato direttore musicale del Teatro Nazionale Ungherese e del Teatro Municipale dell’Operetta di Budapest. È stato un autore prolifico che credeva fermamente in suoni ed armonie in senso tradizionale e su questo ha scritto in una facile e accessibile lingua. Ha composto opere, balletti, concerti, musica corale. È particolarmente conosciuto nel mondo per le musiche scritte per “legni” e “ottoni” e per orchestre di fiati.

Il Requiem è stato eseguito per la prima volta il 3 novembre 1996 al “Bakàts Square Temple” di Budapest in occasione del 40° anniversario della Rivoluzione Ungherese del 1956. È un’opera scritta secondo canoni e modelli tradizionali e, nel contempo, moderna per aver realizzato una timbrica organistica attraverso la fusione delle voci con i suoni dell’organico bandistico. È un’opera “difficile” per le voci che sono sempre protagoniste e che debbono realizzare progressioni cromatiche inconsuete ed accostamenti armonici lontani che realizzano effetti aspri e dissonanti; inoltre spesso vengono chiamate ad intervenire, dopo una pausa, senza l’ausilio dell’accordo introduttivo, normalmente affidato alle parti strumentali per facilitare l’intonazione della nota. Alla banda è affidato il compito di realizzare, e suggerire alle voci, il carattere dei singoli brani che si presentano differenti per andamento ed espressione, ma che risultano collegati tra loro da frammenti tematici ricorrenti che, seppur nascostamente, generano impalpabili relazioni che rendono univoca la composizione.

I biglietti sono in vendita da lunedì 29 ottobre. Prezzi biglietti: ingresso unico € 2,00.

La manifestazione è realizzata in collaborazione con l’Associazione Musicale “Staninslao Silesu” di Samassi.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo. Rimane chiusa i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo, telefono +39 0704082230 - +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube.
Cagliari, 26 ottobre 2012
Pierluigi Corona
Responsabile Ufficio Stampa
Teatro Lirico di Cagliari, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari – Italia
telefono +39 0704082209 - fax +39 0704082216

Pianoforte ed elettronica, a Cagliari, per Spaziomusica con la pianista lussemburghese Cathy Krier in concerto al Ghetto


SPAZIOMUSICA … RISONANZE … WINTER 2012
CAGLIARI, 25 OTTOBRE > 15 DICEMBRE (ingresso gratuito)
Suoni delle diversità






Pianoforte ed elettronica, a Cagliari, per Spaziomusica
con la pianista lussemburghese Cathy Krier in concerto al Ghetto (ore 21).
*
Pianoforte ed elettronica, stasera (venerdì 26) a Cagliari, per il secondo concerto di "Suoni delle diversità" , la sezione autunnale del festival Spaziomusica. Al Ghetto, il centro d'arte e cultura in via Santa Croce, nel quartiere di Castello, a partire dalle ore 21 (ingresso libero) è di scena la pianista lussemburghese Cathy Krier con un programma di brani in prima esecuzione scritti ad hoc da compositori del suo paese e italiani: "Mirrorwilderness" (per pianoforte e live electronics) di Claude Lenners, "Il contatore di nuvole" (per pianoforte e campioni di pianoforte preparato) di Luigi Ceccarelli, e "Trasparenze impossibili" (per pianoforte e suoni elettronici) del cagliaritano Fabrizio Casti. Tre pezzi acusmatici, "Omaggio a Leonardo di Pisa" di Arthur Stammet, "Otto Re" di Laurent Willkomm e "Vanishing Point" di Elio Martusciello (unico titolo non in prima esecuzione) completano la scaletta di questo progetto italo-lussemburghese, promosso in collaborazione con Mission Culturelle du Luxembourg en France, La Fondation Biermans-Papotre e l'Associazione Noise Watchers Unlimited, che dopo aver debuttato lunedì scorso a Parigi, ieri è stato presentato in Lussemburgo, e domani sera (venerdì 26) approda a Cagliari.

Prossimo appuntamento con Spaziomusica, domenica 28 (sempre al Ghetto, con inizio alle 21): al centro dei riflettori ancora una pianista, la giapponese Aki Kuroda, alle prese con musiche dei connazionali Yuji Takahashi e Yoichi Sugiyama, e di Alexander Scriabin, Sylvano Bussotti e Gabrio Taglietti.


Classe 1985,
Cathy Krier ha preso le prime lezioni di pianoforte a soli cinque anni al conservatorio della sua città natale, Lussemburgo. Nel 2000 ha registrato il concerto il Sol maggiore di Beethoven con l'Orchestra Filarmonica da Camera della Lettonia diretta da Carlo Jans, mentre il suo primo disco solistico è del 2008 e contiene brani di Scarlatti, Haydn, Chopin, Dutilleux e Müllenbach. Vincitrice di vari premi e borse di studio, nel 2003 ha ricevuto il Prix Norbert Stelmes assegnato dalla Jeunesses Musicales du Luxembourg e, l'anno dopo, l'IKB International Foundation Prize. Nel 2005 ha suonato a quattro mani con Cyprien Katsaris per l'inaugurazione della Philharmonie di Lussemburgo, nel 2006 al Festival Pianistico della Ruhr, e nel 2007 alla cerimonia d'apertura per Lussemburgo Capitale europea della cultura. Altre pietre miliari nella sua formazione, un invito all'Accademia musicale di Villecroze e la partecipazione a masterclass con Dominique Merlet, Homero Francesch e Andrea Lucchesini, con cui ha intrapreso ulteriori studi alla Scuola di Musica di Fiesole.

La sua intensa attività concertistica conta concerti negli Stati Uniti, oltre che in Europa (Paesi Bassi, Austria, Spagna, Germania, Lettonia, Andorra, Italia, Francia e Belgio). Oltre agli impegni solistici, ha suonato con l'Orchestra Filarmonica del Lussemburgo, i Solistes Européens du Luxembourg, le orchestre da camera Les Musiciens e L'Estro Armonico, la Liepaja Symphony Amber Sound Orchestra e l'Orchestra Filarmonica da Camera lettone sotto la bacchetta di vari direttori, tra cui Jack Martin Händler, Bramwell Tovey, Garry Walker, Pierre Cao, Yoon K. Lee e Atvars Laktsigala.


* * *


Associazione Spaziomusica
via Liguria 60 - 09127 Cagliari

tel 070 40 08 44 - 339 65 54 314

E-mail: spaziomusica@gmail.com

www.spaziomusicaproject.com



Ufficio stampa:

RICCARDO SGUALDINI

tel.: 070 34 95 415; cell.: 347 83 29 583;

E-mail: tagomago.1@gmail.com


  • venerdì 26 ottobre, ore 21, Centro Culturale Il Ghetto
Cathy Krier, pianoforte
Claude Lenners, Elio Martusciello, Fabrizio Casti, Luigi Ceccarelli, regia del suono
Claude Lenners, Mirrorwilderness for piano and live electronics
Elio Martusciello, Vanishing Point, Oeuvre acousmatique
Luigi Ceccarelli, Il contatore di nuvole, per pianoforte e campioni di pianoforte preparato
Arthur
...
 Visualizza intero messaggio
Cathy Krier (2S).jpgCathy Krier (2S)
Cathy Krier (s).jpgCathy Krier (s)

Spiritual di Fabrizio Bosso, Alberto Marsico e Alessandro Minetto in concerto all'F.B.I. Club di Quartu Sant'Elena



                                                       Spiritual (foto Andrea Boccalini) (2)

Associazione Culturale
Shannara





Martedì sera (30 ottobre) il trio Spiritual
di Fabrizio Bosso, Alberto Marsico e Alessandro Minetto
in concerto all'F.B.I. Club di Quartu Sant'Elena.
*
Appuntamento da non perdere per gli appassionati di jazz, martedì prossimo (30 ottobre) all'F.B.I. Club di Quartu Sant'Elena (Cagliari): nel locale in via Brigata Sassari 68 è di scena il trio Spiritual di Fabrizio Bosso, tromba e flicorno, con Alberto Marsico all'organo Hammond e Alessandro Minetto alla batteria.

La serata, organizzata in collaborazione con l'associazione culturale Shannara, prevede l'ingresso con cena a partire dalle 20.30 (il concerto inizia alle 22.30) previa prenotazione al 3939933399.

Fabrizio Bosso, con l'organo e il piano di Alberto Marsico e la batteria di Alessandro Minetto, presenta uno dei suoi progetti live più divertenti: Spiritual, evidente omaggio in chiave soul alla tradizione gospel. La memoria del passato e l'energia di nuovi linguaggi si alternano e alimentano la carica deflagrante della musica di un organ trio molto adrenalinico. Progetto nato nel 2008 sulla matrice comune della black music, tende a esplorare per lo più un repertorio di tipo tradizionale nel quale spiccano grandi classici come Down by the Riverside, Amen, il più noto When the Saint Go Marchin'in e Amazing Grace, quell'inno molto amato dalla comunità afroamericana che per assurdo fu composto proprio da un mercante di schiavi.


Le sonorità di Spiritual invadono pacificamente i sensi e l'anima, richiamando alla memoria quella frase pulsante dai Salmi di Davide che Mahalia Jackson amava ripetere trasformandola in musica ipnotica: "Let's make a joyful noise unto the Lord!" ("Leviamo un gioioso frastuono in gloria del Signore!"). La maestosa cantante, creatura straordinaria dei torridi e palpitanti circuiti gospel di New Orleans e Chicago, a quell'imperioso richiamo biblico rispondeva nel modo più diretto ed esuberante, lasciando che la sua voce si librasse sulle ali di un'ispirazione schietta, liberatoria, e combinando la sua ardente devozione tanto a un senso palpabile che a una potente sensualità lirica. Così, alla loro maniera altrettanto peculiare e verace, fanno i tre jazzisti piemontesi: scatenano un gioioso e ben controllato frastuono in cerca di alte vette spirituali mentre swingano con la più rocciosa e carnale eloquenza.

Reduce dal successo di Enchantment, l'omaggio a Nino Rota inciso con la London Symphony e da Vamos, inciso con i Latin Mood, Fabrizio Bosso ha da poco finito di registrare il suo nuovo album con il fisarmonicista Luciano Biondini, in uscita a novembre.

* * *




Bosso Spiritual

Fabrizio Bosso > tromba
Alberto Marsico > organo Hammond
Alessandro Minetto > batteria


  • Fabrizio Bosso
Fabrizio Bosso ha iniziato a suonare la tromba a 5 anni. A 15 era già diplomato al conservatorio G. Verdi di Torino. Coltivando di continuo gli interessi per la musica di estrazione colta si è accostato al jazz. Un richiamo forte, suadente, a cui il torinese non ha saputo reagire. Tecnicamente impeccabile, ciò che più colpisce di Fabrizio è la creazione di una grafia personale, in cui il colore e la dinamica del suono non sono mai scontati, il senso dello swing è spinto agli eccessi, la tensione creativa è costante anche nell'interpretazione di standard. Oltre ad aver svolto attività concertistica sotto la direzione di George Russell, Mike Gibbs, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla Bley e Steve Coleman, è stato anche reclutato da Charlie Haden per alcune tappe del tour di un album della Liberation Music Orchestra. Nel 1999 viene votato come Miglior nuovo talento del jazz italiano dal referendum della rivista Musica Jazz, e negli anni collabora stabilmente nei gruppi di Salvatore Bonafede, Giovanni Mazzarino ed Enrico Pieranunzi.

Sono proprio gli ultimi anni a incoronare Fabrizio come uno dei più grandi musicisti italiani. Dapprima il successo nel 2007 di quello che è considerato il suo esordio da leader per la casa discografica importante, la Blue Note / Emi Italia, "You've Changed", realizzato con il suo quartetto stabile e un'orchestra di tredici archi, la Bim String Orchestra diretta da Paolo Silvestri. Inoltre la partecipazione al successo di "Trouble Shootin'", bel disco di Stefano Di Battista con il quale ha realizzato importanti tournée in Europa.

Nel 2008 invece, oltre a " Five Four Fun" degli High Five, Fabrizio ha pubblicato "Sol!" con il Latin Mood composto da Javier Girotto (co-leader), Natalio Mangalavite, Marco Siniscalco e Luca Bulgarelli, Lorenzo Tucci, Bruno Marcozzi, più l'ospite special Raul Midón. E, sempre nello stesso anno, il funanbolico duo con Antonello Salis per la Parco della Musica Records: "Stunt", che gli è valso la vittoria del Top Jazz come Miglior disco del 2009 e anche come Miglior trombettista dell'anno.

Ha partecipato inoltre al progetto inedito, realizzato da Roberto Gatto e dedicato al rock progressivo, inciso anche per la serie Jazz Italiano Live 2008 del La Casa del Jazz / L'Espresso ed è presente anche in un altro progetto realizzato nella stessa collana, " Omaggio a Fabrizio De André".

Nel 2009, dopo un'apparizione in qualità di ospite speciale al Festival di Sanremo (cui aveva già partecipato nella precedente edizione con Sergio Cammariere) al fianco della giovane promessa Simona Molinari, ha partecipato al progetto " About a Silent Way" di Maurizio Martusciello con Francesco Bearzatti, Eivind Aarset e Aldo Vigorito, pubblicato prima in allegato a Musica Jazz per celebrare i 40 anni dell'opera di Miles Davis e poi uscito per la casa discografica Itinera.

E' parte del quartetto Complete Communion di Aldo Romano, con Henri Texier e Geraldine Laurent, progetto dedicato alla figura di Don Cherry. I cinque hanno registrato all'inzio del 2010 il primo album per Dreyfus.

Il 21 e 22 giugno 2011 Fabrizio ha registrato a Londra, agli Air Studios, "Enchantment - L'Incantesimo" (SCHEMA) con la London Symphony Orchestra. Il progetto è dedicato alla musica di Nino Rota in occasione del centenario della nascita. Gli arrangiamenti e la direzione d'orchestra sono del M° Stefano Fonzi, che è stato anche l'ideatore del progetto. Con lui la ritmica di Claudio Filippini al pianoforte, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria.

"Enchantment" ha già un curriculum concertistico. Il repertorio viene eseguito con orchestre residenti ed è stato per ora suonato a Sulmona, Caserta, Ravenna, Taranto, Matera, Roma, nella sala A di via Asiago e trasmesso su RAI RADIO1, a Castellaneta, a breve nelle Marche e a Vicenza, in attesa delle numerose date estive.

Il 17 febbraio scorso Fabrizio ha calcato nuovamente il palco dell'Ariston per il Festival di Sanremo come special guest di Nina Zilli. Nel mese di marzo ha partecipat collaborazione con l'associazie quattro puntate della trasmissione, in onda su Canale 5, "Panariello non esiste", esibendosi con artisti come James Taylor, Massimo Ranieri, Rocco Papaleo, Claudio Baglioni, Renato Zero.

A maggio 2012 quattro concerti tra il Blue Note di Nagoya e quello di Tokyo e la partecipazione al Festival Poiesis di Fabriano con il progetto You've Changed e con una particolarissima performance con Pierfrancesco Favino. A fine giugno torna in RAI per eseguire in diretta dallo studio 2 di via Teulada, la sigla dell'ultima puntata di Ballarò, il seguitissimo programma di approfondimento condotto da Giovanni Floris. Il 30 giugno inaugura il Festival di Ravello con Enchantment, eseguito nel meraviglioso Belvedere di Villa Rufolo con la Nuova Orchestra Scarlatti.

L'estate 2012 conferma Fabrizio come uno degli artisti più apprezzati e amati del momento: a Umbria Jazz, sul palco del Teatro Morlacchi, esegue le due partiture di Gil Evans "Miles Ahead" e "Quiet Nights" con la Eastman Jazz Orchestra diretta da Ryan Truesdell, alternandosi con Paolo Fresu che ha invece eseguito"Porgy & Bess" e "Sketches of Spain". I due trombettisti si sono poi ritrovati insieme sul palco per i richiestissimi bis con grande entusiasmo del pubblico.


In ottobre Fabrizio ha partecipato al Santiago Jazz festival con Antonello Salis. Il 22 novembre uscirà per la Abeat la nuova fatica discografica: "Face to Face", in duo con il grande fisarmonicista Luciano Biondini.


  • Alberto Marsico
Nato a Torino nel 1966, Alberto Marsico è attivo a livello professionale da circa venticinque anni come organista e tastierista; la sua passione per l'organo Hammond nasce però nel 1994, dopo aver frequentato i seminari di Jack McDuff a Genova. Lo stesso McDuff registra una composizione a lui dedicata, firmata da Marsico e intitolata Jack-pot, nell'album omonimo uscito per la Red Records. Lavora a San Francisco e Los Angeles, dove incontra il chitarrista blues Alex Schultz. Molte le sue collaborazioni:con i cantanti soul-blues americani Finis Tasby e Tad Robinson, con il grande batterista jazz Alvin Queen all'interno del suo progetto chiamato Organics, con il grande maestro dei batteristi jazz italiani Gianni Cazzola.


  • Alessandro Minetto
Dal '94 ad oggi Alessandro Minetto ha dedicato al jazz gran parte del tempo, cercando di maturare il maggior numero possibile di esperienze, che unite alla passione per questa musica potessero fargli raggiungere un buon livello di competenza in materia e permettergli di relazionarmi con i musicisti con cui desiderava suonare. Ha avuto la fortuna di esibirsi dal vivo e talvolta in studio con musicisti di fama internazionale tra cui: Lee Konitz, Ronnie Matheus, Bud Shank, Benny Golson, Steve Grossman, Michelle Hendrix, Bruce Forman, Larry Shneider, Rob Sudduth, Terrell Stafford, Donald Braden, Dena De Rose, Francesco Cafiso, Piero Odorici,Fabrizio Bosso e molti altri, anche in Festival internazionali e in famosi club europei. Lavorando come assistente in diversi seminari (Bercklee in Umbria per citarne uno) e seguendo seminari di approfondimento ha acquisito negli anni maggiori competenze didattiche per la batteria che lo hanno aiutato a migliorare come insegnante, uno degli aspetti del lavoro che ama particolarmente. Durante gli ultimi anni ha approfondito assiduamente dei concetti nuovi che derivano dalla scuola di Freddy Gruber riguardanti l'impostazione e la meccanica del movimento sulla batteria al fine di migliorare la fluidità nel timing.
Spiritual (foto Andrea Boccalini) (1).jpgSpiritual (foto Andrea Boccalini) (1)