La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

domenica 30 giugno 2013

VI° Folk Festival TRADENDA 2013 Festival delle tradizioni popolari

VI° Folk Festival TRADENDA 2013
Festival delle tradizioni popolari
Apertura: venerdì 28 giugno
www.facebook.com/TradendaFolkFestival
www.castellazzaraonline.it
 
 C&P Adver Effigi | Blog

Feed Facebook Youtube Twitter Google Plus Email

C&P Adver Effigi S.n.c. Mario Papalini
Sede legale: Via Roma 14 Sede operativa: Via circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso (GR)
| Tel. e fax 0564 967139 Mob. 348 3047761

mercoledì 26 giugno 2013

MicroMega, volume monografico ''Ateo è bello''


Ateo è bello!

Esce giovedì 27 giugno in edicola e su iPad il nuovo numero di MicroMega, dedicato al tema dell'ateismo e intitolato “Ateo è bello! – Almanacco di libero pensiero”. Accompagna il volume monografico il fascicolo della tavola rotonda fra Paolo Flores d'Arcais, Maurizio Landini, Marco Revelli, Stefano Rodotà e Gustavo Zagrebelsky su “Il futuro dell'Altrapolitica” | LEGGI IL SOMMARIO

VALLE D'ORO - Progetto parco archeologico e paesaggistico. Inaugurazione della mostra a Capalbio (GR)

VALLE D'ORO - Progetto parco archeologico e paesaggistico
Sala esposizione Il Frantoio, Via Renato Fucini 10, Capalbio
29 giugno - 14 luglio 2013 / ore 19.00-23.00

Inaugurazione: sabato 29 giugno ore 19.00

Valle d'Oro

a cura dell'Associazione Maremma Mare · Scheda del Libro
Libro fotografico

Valle d’Oro

Parco archeologico e paesaggistico - Studio di fattibilità

a cura di Mariagrazia Celuzza e Cecilia Luzzetti · Scheda del Libro
Catalogo della mostra
 
 C&P Adver Effigi | Blog

Feed Facebook Youtube Twitter Google Plus Email

C&P Adver Effigi S.n.c. Mario Papalini
Sede legale: Via Roma 14 Sede operativa: Via circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso (GR)
| Tel. e fax 0564 967139 Mob. 348 3047761

Stiamo Bene Dove Siamo. Scritti sparsi di Gianni Zanata

Stiamo Bene Dove Siamo.
 "Stiamo bene dove siamo" è una raccolta di articoli, poesie, racconti brevi di Gianni Zanata, scritti nel corso del 2012. I brani, già parte del suo blog, sono presentati in forma di eBook per renderne la lettura più piacevole e comoda, nonché per contribuire all'enorme sforzo creativo che l'autore riversa del suo blog, sempre ricco di nuovi materiali.
Frutto di un progetto ideato dalla Casa editrice Heisenb3rg Studio, il volume "Stiamo bene dove siamo" è un eBook che raccoglie gli scritti sparsi (ovvero articoli, storie brevi, poesie e testi ancor meno definibili) pubblicati sul sito giannizanata.it nel corso del 2012, ben 183 pagine di materiale.
Il motivo di questo eBook è proporre questo bottino di racconti e versi in un formato che ne consenta una più comoda lettura, nonché offrire ai lettori un modo per contribuire alla vitalità dello stesso sito.
Buona lettura.

Dove trovare l'eBook
Acquisto EPUB - Payhip
Acquisto MOBI (su Amazon) - Amazon  (sarebbe carino se lasciaste anche un commento)
Il sito dell'Editore - Heisenb3rg Studio

Il sito dell’autore –
Gianni Zanata

ALBERTO SORDI E ROMA - GLI APPUNTAMENTI DI LIBRA 2.0

sabato 29 giugno ore 21
ALBERTO SORDI E ROMA
Un libro, un film
Centro Culturale Gabriella Ferri (Roma Capitale)
via Galantara 7 - Roma
Roberto Carvelli, giornalista e scrittore presenta  "ALBERTO SORDI, PASSEGGIATE SUL SET" (Edizioni Pontesisto), un libro che ripercorre la carriera dell'indimenticabile attore romano toccando, appunto, i luoghi di Roma più belli, suggestivi, particolari. 

Accanto a questa fotografia letteraria vi saranno anche le immagini di un film da non perdere: "LADRA LUI, LADRA LEI"un film del 1958 diretto da Luigi Zampa, con Sylva Koscina e l'Albertone nazionale.
L'iniziativa, a cura dell'Associazione culturale Libra 2.0, è ad ingresso gratuito.



domenica 30 giugno dalle 17
I TESORI DI "C'ERA UNA VOLTA UN RE"
Centro Culturale Gabriella Ferri (Roma Capitale)
via Galantara 7 - Roma
Mostra ed esposizione dei lavori creativi prodotti dai bambini 2-8 anni durante il LABORATORIO DI POESIA (febbraio-maggio 2013)
la mostra è all'interno della manifestazione "R come Ricerco, Rifletto, Riduco, Riuso" organizzata da FAI e AMA Roma.

Mangiare di Maremma a cura di Maria Luisa Scorza, Elvige Chimenti, Paola Mori

Verrà presentato il libro

Mangiare di Maremma

a cura di Maria Luisa Scorza, Elvige Chimenti, Paola Mori · Scheda del Libro

venerdì 28 giugno 2013, ore 19:30
Casale S. Stefano, Strada Provinciale 40 "La Trappola" Principina a Mare (GR)
Presentazione a cura di Massimiliano Tozzi

Il Casale ha scelto per voi alcune ricette originali
MENU

Antipasti
Crostini Maremmani, Crostini ai carciofi, Crostini salsiccia a cacio,
Schiacciata aromatizzata con affettati, Creme di zucchine, melanzane e cipolla

Primi piatti
Pici con le briciole

Secondo e contorni
Spezzatino di vitella con patate, Zucchine arrabbiate

Dolci
Torta di mele, Baci

Cena su prenotazione - Massimiliano: 393 9701326
 C&P Adver Effigi | Blog

Feed Facebook Youtube Twitter Google Plus Email

C&P Adver Effigi S.n.c. Mario Papalini
Sede legale: Via Roma 14 Sede operativa: Via circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso (GR)
| Tel. e fax 0564 967139 Mob. 348 3047761

martedì 25 giugno 2013

La memoria riunita Il partigiano Renzino e Civitella tra bugie, silenzi e verità di Santino Gallorini

Verrà presentato il libro

La memoria riunita

Il partigiano Renzino e Civitella tra bugie, silenzi e verità

di Santino Gallorini · Scheda del Libro

venerdì 28 giugno 2013, ore 21:00
Sala Consiliare del Comune di Civitella in Val di Chiana (AR)
Via L. Settembrini 21, Badia al Pino
 C&P Adver Effigi | Blog

Feed Facebook Youtube Twitter Google Plus Email

C&P Adver Effigi S.n.c. Mario Papalini
Sede legale: Via Roma 14 Sede operativa: Via circonvallazione Nord 4
58031 Arcidosso (GR)
| Tel. e fax 0564 967139 Mob. 348 3047761

lunedì 24 giugno 2013

- Su Dotoreddu di Autore Anonimo - Putifigari - Letture e Narrazioni






Immagine rappresentativa di Teatro Popolare 2013, Rassegna dedicata
alla letteratura drammaturgica in Lingua Sarda
Su Dotoreddu di Autore Anonimo
Su Dotoreddu, di Autore Anonimo, e' una commedia incentrata sulla figura di Gavino neo dottore. Al rientro alla sua casa natale trova l’ambiente di sempre: due anziani genitori, tre amiche "pretendenti" e, cosa mai vista, l'attenzione dei potentati del paese che mai si erano degnati di considerare lui e alla sua famiglia. L'ignoranza regna sovrana, humus vitale per incomprensioni e ilarita'. Una commedia per famiglie, ricca di comicita' e con un colpo di scena finale.
*************************************
Date e luoghi

Domenica 30 Giugno 2013 ore 20:00
Teatro Fratelli Medas
Piazza Municipio 1
Guasila (CA)


Per informazioni:
Teatro Fratelli Medas
Barbara Simona Bosa - 347.5768150 / 070.7344476 - teatrofratellimedas@gmail.com
*************************************
Tutte le informazioni sulla Rassegna:
teatrupopulari.figlidartemedas.org
Info e Contatti:

 





Putifigari - Letture e Narrazioni con Gianluca Medas e Andrea Congia
Letture e Narrazioni, con Gianluca Medas e Andrea Congia, nella biblioteca comunale "Francesco Pirina"
*************************************
Date e luoghi

Martedi 2 Luglio 2013
Biblioteca Comunale "Francesco Pirina"
Via Antonio Gramsci, 8
Putifigari (SS)
ore 17:00 - Piriccu Trittillu di Gianluca Medas
  Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena per Bambini e Ragazzi
 
ore 19:30 - Canne al Vento di Grazia Deledda
  Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena in occasione del Centenario della pubblicazione del Libro della Scrittrice Sarda

Per informazioni:
Biblioteca Comunale
Putifigari (SS)
079.906020 - putifigari@corosfigulinas.it
*************************************
Info e Contatti:

Associazione Figli d'Arte Medas
Segreteria Organizzativa - Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa - Giulia Clarkson - ufficiostampa@figlidartemedas.org
Web - Simone Medas - web@figlidartemedas.org
L'Associazione Figli d'Arte Medas aderisce a COSASS
(Coordinamento degli Organismi dello Spettacolo e delle Arti Sceniche della Sardegna)

Un incipit che non sa da che parte andare, di Gianni Zanata

Un incipit che non sa da che parte andare.
Mi guardo allo specchio. E vedo un altro me. Che sei tu.
Tu che mi osservi, tu che scuoti la testa, tu che mi parli.
Tu che mi dici che anche questa mattina.
Anche questa mattina come ieri mattina, come avantieri mattina, come tre mattine fa.
Tu che mi dici che anche questa mattina sei uscito da casa.
Tu che mi dici che sei uscito da casa alle nove e un quarto, hai preso l’auto, hai guidato come un automa, le vie del centro, i semafori, i capannoni della periferia.
Tu che mi dici che lungo la strada il vento era forte, soffiava da nord, piegava le punte degli alberi, spazzava via le foglie.
Tu che mi dici che quando sei arrivato non c’era nessuno, il parcheggio era vuoto.
Tu che mi dici che anche questa mattina.
Come ieri mattina. Come avantieri mattina. Come tre mattine fa.
Tu che mi dici che anche questa mattina sei rimasto lì, dentro l’abitacolo, le mani strette sul volante, a guardare da dietro il parabrezza il rapido animarsi del piazzale, l’arrivo delle auto, il viavai di uomini e donne.
Sei rimasto immobile, ad ascoltare quel suono di ferraglia smossa, il rumore dei carrelli vuoti trascinati sull’asfalto. Gli sguardi senza pietà della gente. Gli sguardi avidi. Gli sguardi egoisti.
Tu che mi dici che a un certo punto non ce l’hai fatta. Che hai provato, che ce l’hai messa proprio tutta, che hai cercato di resistere, che hai tentato di imprigionarlo, quel pianto che sbocciava in gola.
Tu che mi dici che no, che non ce l’hai proprio fatta. Che hai reclinato il capo. E sei rimasto in silenzio, l’angoscia dentro, il vento fuori, ad ascoltare il vuoto del dolore, i pensieri che non sapevano da che parte stare, da che parte andare, da che parte morire.
E l’immagine di lei. Lei che non sai dove sia. Lei che da quando è scomparsa, come inghiottita dal nulla, in quel piazzale, una sera d’inverno, non sai più dove cercare.

libri

Hanno ammazzato Montesquieu!, di Alessandro Calvi

coperitna di Hanno ammazzato Montesquieu! Alessandro Calvi

Hanno ammazzato Montesquieu!


Altro che Terza Repubblica, in Italia ancora non è cominciata la Seconda! Gli ultimi vent’anni hanno rappresentato, piuttosto, la fase terminale della Prima Repubblica, in cui la malattia che tra il 1992 e il 1994 aveva spazzato via la politica ha poi aggredito le istituzioni, disarticolandole e portando a una inquietante marginalizzazione del Parlamento, rimasto vittima della lotta tra il potere esecutivo e quello giudiziario. Oramai, come dimostrano le statistiche, in Italia le leggi non le fanno più le Camere ma i governi con la decretazione d’urgenza e la magistratura, indirettamente, con le proprie sentenze. Si tratta di un processo che parte con quell’intreccio devastante prodotto dagli effetti delle inchieste milanesi sulla corruzione e della strategia libanese di Cosa nostra. È allora che si apre la grave crisi che in un attimo cancella i partiti tradizionali e porta a una netta separazione tra politica e potere. I governi iniziano progressivamente a svincolarsi dalla fiducia delle Camere, la classe dirigente si blinda nel Palazzo – complice anche il Porcellum – e la società sembra conferire una delega alla magistratura, investendola di una funzione moralizzatrice che non trova riscontro nella Costituzione. Muta così il volto delle istituzioni e il risultato è l’affermazione di un nuovo regime a-parlamentare che ha finito per somigliare a una democrazia senza popolo. Non c’è dunque da meravigliarsi troppo dell’ascesa di Beppe Grillo, conseguenza più evidente di un sistema, è il caso di dirlo, ormai da rottamare!

Alessandro Calvi

Giornalista. Ha lavorato a lungo come notista politico e giudiziario de «Il Riformista», occupandosi anche di diritti civili.

Servono princìpi, invece abbiamo spettacolo. Servono ideali, ma trionfa il carisma personale. Possibile che una politica fatta di marketing e comunicazione ci abbia privato degli strumenti per esprimere dissenso? Come spiegare la convinzione diffusa (vedi l’M5s) che solo la democrazia diretta può salvare l’Italia? Questo pamphlet breve ed efficace invoca Montesquieu per spiegare come si è generata la crisi politica italiana. Secondo Lo spirito delle leggi lo stato poggia sulla separazione tra il potere legislativo, esecutivo e giudiziario. Bene, negli ultimi due decenni il potere legislativo in Italia – l’unico vero potere legato al popolo, agli elettori – è stato messo alle strette. Mentre l’esecutivo emana decreti legge e mira al presidenzialismo e il giudiziario ha assunto un malsano ruolo moralizzatore, i legislatori fanno poco più che timbrare il cartellino. Una legge elettorale che taglia il legame tra chi vota e chi è votato peggiora le cose. Il giornalismo politico si è ridotto a “verbali e sussurri”. La maggioranza parlamentare “gode della fiducia del primo ministro”, e non l’opposto. Sfiduciato il premier, cade la legislatura. Un libro illuminante, anche se prende in considerazione un contesto nazionale, mentre questi sono fenomeni diffusi anche altrove.
Frederika Randall
fonte: Internazionale, numero 997

La Guerra delle Onde - Storia di una Radio che non c'era

I giornalisti Claudia Cipriani e Niccolò Volpati hanno realizzato il documentario "La guerra delle onde - Storia di una radio che non c'era". E' un  film che racconta la storia incredibile di Radio Oggi in Italia, una radio clandestina che trasmetteva negli anni '50 e '60  da Praga: era gestita da iscritti al PCI che erano emigrati in Cecoslovacchia. Gli autori hanno deciso di diffonderlo nella formula DVD+libro; il libro contiene documentazioni e note biografiche sui protagonisti di quelle lontane vicende, e anche un saggio di un centinaio di pagine sull'"Arma Invisibile", cioè l'uso delle radio come strumento di propaganda politica e di guerra, di cui è auto re il giornalista Marco Volpati, studioso della materia e già docente alla Statale di Milano  http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=12350

La Guerra delle Onde - Storia di una Radio che non c'era


Regia: Claudia Cipriani
Anno di produzione: 2008
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: politico/sociale/storico
Paese: Italia
Produzione: Ghira Film
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: HDV
Formato di proiezione: HDV, colore e bianco/nero
Titolo originale: La Guerra delle Onde - Storia di una Radio che non c'era
Altri titoli: The War of the Waves - History of a Radio that Was Never There

Sinossi: Una radio clandestina fatta da esuli comunisti. La prima emittente che ruppe il monopolio della Rai e contro cui si accanì il governo italiano. Protagonista del filmato è Stella, storica speaker della radio, che dopo tanti anni torna a Praga per visitare gli archivi e rivedere la donna che accudì sua figlia. Un viaggio pieno di emozioni e ferite aperte nella storia di una donna, di una radio, di un'Italia che non c'è più e di un'Europa ai tempi della guerra fredda.

Sito Web: http://laguerradelleonde.blogspot.com/

Ambientazione: Praga (Repubblica Ceca)

Cast
Soggetto:
Claudia Cipriani
Niccolò Volpati

Sceneggiatura:
Claudia Cipriani
Niccolò Volpati

Musiche:
Max Latronico

Montaggio:
Claudia Cipriani
Luca Angeleri

Fotografia:
Simone Pera

Suono:
Maddalena May

Produttore:
Niccolò Volpati

domenica 23 giugno 2013

SALERNO LETTERATURA

Salerno Salerno Letteratura
Al nastro di partenza la prima edizione del Festival SALERNO LETTERATURA, in scena dal 24 al 30 Giugno 2013; promosso dal Comune di Salerno, è stato ideato e gestito da un apposito Comitato in collaborazione con l’Associazione Duna di sale, e con la direzione artistica di Francesco Durante e quella organizzativa di Ines Mainieri.
Articolato in una intera settimana, con una enfasi sul week end, il Festival proporrà in tutto una ottantina di eventi, tra cui due Anteprime Nazionali e cinque Prime nazionali tutti agganciati, in modi diversi e “creativi”, anche alla valorizzazione delle risorse (storiche, artistiche, paesaggistiche, turistiche, enogastronomiche ecc.) del territorio. Una parte cospicua del programma ruoterà intorno al “Premio Salerno Libro d’Europa”, a cui concorrono cinque autori (narratori) under 40 delle opere più significative della stagione letteraria – quelle che abbiano raccolto le migliori recensioni della critica, o abbiano vinto i maggiori premi letterari nei vari Paesi d’Europa. Una giuria tecnica, composta da esperti di letteratura internazionale, ha scelto la cinquina dei vincitori; nei giorni del Festival, una giuria popolare composta da 50 lettori selezionati nelle librerie di Salerno e affiancata da un’altra giuria composta da altrettanti critici letterari ed esperti di tutta Italia, voterà il supervincitore, che sarà proclamato nella giornata di sabato 29 giugno. I cinque vincitori sono: Jakuta Alikavazovic (Francia), Arno Camenisch (Svizzera), Paolo Di Paolo (Italia) José Luis Peixoto (Portogallo) e Judith Schalansky (Germania). A parte l’autore italiano, tutti gli altri sbarcano per la prima volta in Italia. Questo nuovo Festival della Letteratura, che ambisce a essere da subito il più grande e prestigioso del Sud, si svolge non per caso a Salerno, città dotata di un centro storico gradevole e accogliente, spazi pubblici ben attrezzati e dintorni di straordinaria bellezza. Città, anche, che nel contesto campano e più in generale meridionale, ha saputo marcare significativi risultati in termini di vivibilità, spirito civico e innovazione, grazie anche ai grandi progetti – tutti realizzati o in corso di realizzazione – firmati da archistar come Zaha Hadid, Oriol Bohigas, David Chipperfield, Santiago Calatrava, Ricardo Bofill.
Info e programma:

SALERNO LETTERATURA: Home Page

fonte il Manifesto

venerdì 21 giugno 2013

Domani sera a Berchidda gran finale della rassegna "Primavera al Laber" con "La prima rondine", un progetto originale che vede insieme Niccolò Fabi trio, Paolo Fresu e Sonia Peana

 
 
Time in Jazz
presenta
Primavera al Laber
II edizione
Berchidda (Olbia-Tempio), Centro Laber, 11 maggio > 22 giugno 2013






Domani sera a Berchidda gran finale della rassegna "Primavera al Laber"
con "La prima rondine", un progetto originale
che vede insieme Niccolò Fabi trio, Paolo Fresu e Sonia Peana.
*
Gran finale a Berchidda (Olbia-Tempio) per "Primavera al Laber", la rassegna organizzata dall'associazione Time in Jazz al Centro Laber, l'ex-caseificio trasformato in luogo di promozione e produzione artistica e culturale.
 
Iniziata lo scorso mese di maggio, la manifestazione, quest'anno alla sua seconda edizione, ha avuto come protagonisti dei precedenti appuntamenti Flavo Soriga e Vincenzo Sassu con i loro ultimi libri, e il regista Giovanni Columbu con il suo film "Su Re", prima delle due serate speciali tutte all'insegna della musica in coincidenza con l'arrivo dell'estate.

E così, dopo "Funky Train to Laber" (venerdì 21),
l'inedito incontro fra il repertorio reggae e le tre voci dei Train To Roots (BujuMannu, Rootsman I e Paolinho) con i fiati e gli altri strumenti della Funky Jazz Orchestra, domani (sabato 22 giugno) alle 21.30 è la volta de "La prima rondine", altra produzione originale di Time in Jazz, che riunisce un cast d'eccezione: uno tra i più raffinati cantautori del panorama italiano, Niccolò Fabi, insieme ai fidati compagni di strada Roberto Angelini e Pier Cortese (chitarre e voci), incontra la tromba e il flicorno di un jazzista della caratura di Paolo Fresu
...

[Messaggio troncato]  Visualizza intero messaggio
Paolo Fresu 2011 (foto@Jean-Louis Neveu) (s).jpgPaolo Fresu 2011 (foto@Jean-Louis Neveu) (s)
Paolo Fresu - foto Paolo Sanna (s).jpgPaolo Fresu - foto Paolo Sanna (s)
Niccolò Fabi (foto Simone Cecchetti) (2s).jpgNiccolò Fabi (foto Simone Cecchetti) (2s)
Niccolò Fabi (foto Simone Cecchetti) s.jpgNiccolò Fabi (foto Simone Cecchetti) s