La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Il calcio dell' Asino

Il calcio dell' Asino
Il calcio dell’Asino. Il calvario di un giornale ribelle (1892-1925) e del suo direttore Giovanni de Nava (Giva)

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

lunedì 19 agosto 2019

Al via martedì a Nuoro l'edizione numero trentuno dei Seminari Jazz

Apre i battenti martedì a Nuoro l'edizione numero trentuno dei Seminari Jazz.
E con le attività didattiche al via anche il Festival:
inaugura la serie di concerti il Baltic Trio dell'armonicista Max De Aloe
(all'Ex Artiglieria con inizio alle 21).

*
Tutto pronto per la trentunesima edizione dei Seminari Jazz di Nuoro, in programma da questo martedì (20 agosto), e fino a venerdì 30, nel capoluogo barbaricino. Un'edizione che si presenta al via con ben 125 iscritti, a conferma dell'apprezzamento di cui godono i corsi organizzati dall'Ente Musicale di Nuoro nel panorama della didattica jazzistica nazionale. 
 
A guidare gli allievi nelle undici, intense giornate di studio, tra lezioni di teoria e pratica, prove aperte di gruppo e musica d'insieme, il collaudato corpo docente formato da Emanuele Cisi (in cattedra per il corso di sassofono), Fulvio Sigurtà (tromba), Francesca Corrias(canto jazz e laboratorio vocale), 

Dado Moroni (pianoforte e tastiere), 

Marcella Carboni (arpa jazz), Max De Aloe (armonica cromatica e fisarmonica), Bebo Ferra (chitarra), Paolino Dalla Porta (contrabbasso), Salvatore Maltana (basso elettrico), Stefano Bagnoli (batteria),Salvatore Spano (pianoforte e tastiere), Giovanni Agostino Frassetto (flauto, teoria e armonia jazz), Dino Rubino (tromba) e Enrico Merlin(storia del jazz). Una squadra affiatata che annovera musicisti di vaglia della scena jazzistica nazionale, coordinati dal pianista Roberto Cipelli, che al termine di questa edizione passerà il timone dei Seminari nuoresi a Salvatore Maltana, dopo averlo raccolto a sua volta, nel 2014, da Paolo Fresu.
 
Insieme alle lezioni, ospitate come sempre nelle aule della Scuola Civica di Musica "Antonietta Chironi", in via Mughina, tre diversemasterclass impreziosiscono anche quest'anno il programma didattico: da lunedì 26 a giovedì 29 si tiene quella internazionale del trombettista statunitense 

Tom Harrell con il suo quartetto (il pianista Danny Grissett, il contrabbassista Ugonna Okegwo e il batteristaAdam Cruz); lunedì 26 è in programma anche la masterclass dedicata alla musica tradizionale, che quest'anno ha per protagonisti il bandoneon, lo strumento simbolo del tango, e uno dei suoi più apprezzati interpreti, il marchigiano Daniele di BonaventuraDa martedì 20 a lunedì 26, ma allo Spazio Giovani #1, in via Calamida, si svolge invece il corso per fonici della sound engineer Marti Jane Robertson.
 
Come sempre, al termine delle undici giornate dei Seminari, verranno assegnate ai migliori allievi diverse borse di studio: una consiste nell'iscrizione gratuita alla prossima edizione dei Seminari di Nuoro; un'altra permette invece di partecipare al premio internazionale "Massimo Urbani" di Camerino; c'è poi una borsa di studio che vale per frequentare i seminari di Siena Jazz dell'anno prossimo, e quella intitolata alla memoria di Billy Sechi, il batterista cagliaritano prematuramente scomparso nel 2005, che offre l'iscrizione al corso di batteria sempre a Siena Jazz; i docenti dovranno infine scegliere un allievo da ciascuna classe per formare il gruppo che l'estate prossima avrà modo di suonare in varie rassegne e festival, compreso quello abbinato ai seminari nuoresi. 
 
Altro appuntamento immancabile di ogni edizione dei Seminari jazz nuoresi, il concerto-saggio finale che vede coinvolti tutti gli allievi e i docenti, e che quest'anno andrà in scena nel centro storico di Posada, il borgo sulla costa nord-orientale, venerdì 30. Il suggello ai corsi sarà anche l'evento conclusivo del Festival Nuoro Jazz che ancora una volta si snoda parallelamente alle undici giornate didattiche: un ricco e gustoso cartellone di concerti con epicentro a Nuoro - nell'inedito spazio dell'Ex Artiglieria - ma con una puntata anche a Onanì, il piccolo paese a una quarantina di chilometri dal capoluogo barbaricino. 
 
Il cartellone del festival, a rimarcare il suo stretto legame con il Seminario Jazz, propone un paio di formazioni che contano nei rispettivi organici diversi docenti dei corsi: il Baltic Trio 

di Max De Aloe con il chitarrista finlandese Niklas Winter e il contrabbassista danese Jesper Bodilsen (formazione al centro della serata inaugurale di martedì 20), e Dino Rubino in quartetto con Emanuele CisiPaolino Dalla Porta eStefano Bagnoli (di scena sabato 24 a Onanì). A latere delle rispettive masterclass, ecco poi Tom Harrell e il suo quartetto sul palco dell'Ex Artiglieria in un imperdibile concerto mercoledì 28, e Daniele di Bonaventura (di scena lunedì 26 nel duo Transumanza con Alfredo Laviano), oltre al gruppo dei migliori allievi della passata edizione dei Seminari: il quintetto !HECK! (mercoledì 21).
 
Altri appuntamenti attendono, tra i docenti, Fulvio Sigurtà e Bebo Ferra, impegnati in duo in un'anteprima lunedì 19 (alle 19) allo Spazio Giovani #1 in via Calamida, e – sette giorni dopo (lunedì 26) - Salvatore Spano e le sue "Variazioni su Keith Emerson" con cui Nuoro Jazz torna per il secondo anno nei locali di Casa Rosas, il "Concept store" in via Lamarmora. 
 
Allievi e docenti di questa edizione, invece, saranno protagonisti delle jam session serali al Killtime (il locale in via Mereu, 45) e di quella che questo lunedì (19 agosto), all'ExMè in piazza Mameli alle 21.30, farà da anteprima del festival e dei seminari, insieme ai Nuoro Swing Pioneers (Simone Dionigi Pala al sax tenore e alla voce, Raffaele Mele alla chitarra e alla voce, Mauro Dore alla bassarra e alla tromba e Mauro Conti alla batteria), quartetto di casa nel capoluogo barbaricino, che già nel nome dichiara il suo orizzonte musicale di riferimento. 
 
Sono sardi anche altri musicisti e progetti in cartellone: mumucs, ovvero la "traversata in solitaria" per voce e loop station della cantante oristanese Marta Loddo (martedì 27 nello Showroom Desacrè); il trio formato da Marcello Peghin (chitarra), Giovanni Sanna Passino(tromba, flicorno e elettronica) e Paolo Carta Mantiglia (clarinetto basso e sax), in concerto nella chiesa di Valverde (domenica 25) con un repertorio che comprende brani della colonna sonora del film "Chi salverà le rose" da cui è nato il loro sodalizio; e un altro trio, quello della pianista Silvia Corda e il contrabbassista Adriano Orrù con il sassofonista pavese Gianni Mimmo, che prende nome dal disco dello scorso settembre "Clairvoyance": di scena venerdì 23 al Monumento di Maria Lai dedicato a Grazia Deledda. 
 
E proprio alla grande scrittrice nuorese fanno riferimento il sassofonista Marcello Allulli e il pianista Giovanni Ceccarelli nel cine-concerto "Cenere" (in programma giovedì 22), con le loro musiche eseguite dal vivo sulle immagini del film del 1916 (l'unico interpretato dalla grande Eleonora Duse) tratto dall'omonimo romanzo di Grazia Deledda.
 
Ancora un trio nel cartellone del festival, quello composto da Andrea Dulbecco alla marimba, Fausto Beccalossi alla fisarmonica e Ares Tavolazzi al contrabbasso (venerdì 23); e poi uno dei jazzisti italiani più noti e apprezzati a livello internazionale, Enrico Pieranunzi, atteso in piano solo martedì 27 agosto. Completano il versante musicale di Nuoro Jazz il consueto concerto nella casa circondariale di Badu 'e Carros,appuntamento che, mercoledì 28 alle 11, si rinnova per la sedicesima volta, affidandosi, quest'anno, al sassofonista Emanuele Cisi e al contrabbassista Salvatore Maltana. E, ancora, giovedì 29, il concerto dei tredici giovani musicisti in residenza a Nuoro da venerdì 16 fino al 30 sotto la direzione del sassofonista belga Fabrizio Cassol, per l'Intercultural Creation Session, un progetto aperto ai migliori giovani musicisti e improvvisatori del Mediterraneo, realizzato col supporto della rete internazionale Medinea (il Mediterranean Network for Emerging Artists, di cui è membro l'Ente Musicale di Nuoro) e del programma Creative Europe dell'Unione Europea.
 
Diversi altri appuntamenti e iniziative collaterali arricchiscono il palinsesto del trentunesimo Nuoro Jazz: ritornano le "Colazioni Jazz" alGran Bazaar Cafè e al caffè I Grani, dove si rinnova anche l'appuntamento ormai abituale con il musicista e musicologo Enrico Merlin e le sue conferenze divulgative "Quattro passi nel jazz" (martedì 20, venerdì 23 e martedì 27, sempre alle 16.45) ritornano le "Colazioni Jazz". Il Caffè Tettamanzi ospita invece un incontro con il musicologo Luca Bragalini (per anni docente ai Seminari nuoresi) e il suo saggio "Dalla Scala a Harlem. I sogni sinfonici di Duke Ellington" (mercoledì 21); e ancora, riprendendo il filo di un discorso iniziato l'anno scorso, un ricordo diGianni Amico attraverso il film "Bahia de todos os sambas" (1983/1996), presentato – giovedì 22 – da Olmo Amico, il figlio del regista e sceneggiatore scomparso nel 1990. 

 
Un programma ampio e variegato caratterizza dunque anche l'edizione numero trentuno di Nuoro Jazz, organizzata dall'Ente Musicale di Nuoro con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato del Turismo) e della Fondazione di Sardegna, con il supporto di Medinea e Festival di Aix-en-Provence,Programma Creative Europe e Europe for Culture della UE, Amministrazione Comunale di NuoroScuola Civica di Musica "Antonietta Chironi"ISRE Istituto Superiore Regionale EtnograficoComune di Posada e Parco Regionale Naturale TepiloraComune di Onanì,cooperativa sociale LARISOMereu AutoCasa RosasCTS Nuoro, Desacrècooperativa MaiaGrand Bazaar Cafècaffè I Grani enoteca da Franklin
 
biglietti per i concerti con ingresso a pagamento si possono acquistare online sul sito Ciaotickets e a Nuoro al CTS (Centro Turistico Sardo) in piazza Mameli, 1.
 
Per informazioni la segreteria dell'Ente Musicale di Nuoro risponde al numero 078436156 e all'indirizzo di posta elettronicanuorojazz@entemusicalenuoro.it; altre notizie e aggiornamenti sui seminari e la rassegna di concerti sono disponibili nel sitowww.entemusicalenuoro.it e alla pagina www.facebook.com/nuorojazz2014
 
* * *
 
Ente Musicale di Nuoro
tel. 0784 36 156 • E-mail: nuorojazz@entemusicalenuoro.it
www.entemusicalenuoro.it
 
Ufficio stampa Seminario Nuoro Jazz:
RICCARDO SGUALDINI • cell. 347 83 29 583 • E-mail: tagomago.1@gmail.com
 



Festival Nuoro Jazz 2019



 
  • sabato 17 agosto
XXXI Nuoro Jazz anteprima > Nuoro • Enoteca da Franklin
h 19.00 > Simone Pala, Vito Cauli, Alain Pattitoni, Edoardo Meledina 4tet
 
  • lunedì 19 agosto 
h 9.00 > Nuoro • anteprima – Caffè I Grani • Colazioni Jazz • Giovanni Agostino Frassetto
h 19.00 > Nuoro • anteprima – Spazio Giovani #1 • Fulvio Sigurtà e Bebo Ferra
h 21.30 > Nuoro • ExMè piazza Mameli • anteprima – Jam session inaugurale con i Nuoro Swing Pioneers e docenti e allievi dei seminari
 
  • martedì 20 agosto
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria• Max De Aloe Baltic Trio – Max De Aloe, Niklas Winter, Jesper Bodilsen • BIGLIETTI
 
  • mercoledì 21 agosto
h 18.00 > Nuoro • Caffè Tettamanzi • Luca Bragalini presenta: Ellington's Three Black Kings: nella storia afroamericana con tre re e un duca – Storytelling di presentazione del volume "Dalla Scala a Harlem. I sogni sinfonici di Duke Ellington" (Edt)
h 21.00  > Nuoro • Ex Artiglieria • Heck! Gruppo migliori allievi di Nuoro Jazz 2018 – Andrea Del Vescovo, Pietro Mirabassi, Mattia Niniano, Evita Polidoro, Carlo Bavetta •  BIGLIETTI
 
  • giovedì 22 agosto
h 18.00 > Nuoro • Caffè Tettamanzi • Presentazione del film di Gianni Amico "Bahia de todos os sambas" (1983/1996, colore, 90′), con Olmo Amico
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • Giovanni Ceccarelli e Marcello Allulli: "Cenere" (cine-concerto) • BIGLIETTI
 
  • venerdì 23 agosto
h 19.00 > Nuoro • Monumento di Maria Lai a Grazia Deledda • Clairvoyance  – Gianni Mimmo, Silvia Corda,  Adriano Orrù
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • Trio Sur – Fausto Beccalossi, Andrea Dulbecco, Ares Tavolazzi • BIGLIETTI
 
  • sabato 24 agosto
h 9.00 > Nuoro • Grand Bazaar Café • Colazioni Jazz
h 21.00 > Onanì • Piazza Funtana Manna • Dino Rubino Quartetto – Dino Rubino, Stefano Bagnoli, Emanuele Cisi, Paolino Dalla Porta
 
  • domenica 25 agosto
h 21.00  > Nuoro • Chiesa di Valverde • Peghin Sanna Passino Cartamantiglia trio – Marcello Peghin, Giovanni Sanna Passino, Paolo Carta Mantiglia
 
  • lunedì 26 agosto
h 11.00 > Nuoro • Masterclass sulla musica popolare tradizionale con Daniele di Bonaventura
h 19.00 > Nuoro • Casa Rosas • Salvatore Spano "Variazioni su Keith Emerson"
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • Transumanza Duo – Daniele di Bonaventura, Alfredo Laviano • BIGLIETTI
 
  • martedì 27 agosto
h 09.00 > Nuoro • Caffè I Grani • Colazioni Jazz
h 19.00 > Nuoro • Showroom Desacrè • Marta Loddo mumucs
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • Enrico Pieranunzi piano solo • BIGLIETTI
  • mercoledì 28 agosto
h. 11.00 > Nuoro •  Carcere Badu ‘e Carros • Emanuele Cisi e Salvatore Maltana
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • Tom Harrell Quartet – Tom Harrell, Adam Cruz, Ugonna Okegwo, Danny Grissett • BIGLIETTI
 
  • giovedì 29 agosto
h 21.00 > Nuoro • Ex Artiglieria • MEDINEA "Intercultural Creation Session" > Concerto­­­­ dei musicisti della residenza Medinea • BIGLIETTI
 
  • venerdì 30 agosto
h 21.00 > Posada • Centro storico • Concerto/Saggio finale
 
  • TUTTE LE SERE DOPO I CONCERTI DAL 20 AGOSTO
Nuoro •  KILLTIME  • JAM SESSION con musicisti e studenti di Nuoro Jazz – INGRESSO LIBERO

martedì 30 luglio 2019

''Il calcio dell' Asino'', prima nazionale a Castell' Azzara



CASTELL' AZZARA (GR)
Giardino del Comune
8 agosto 2019
ore 18
PRIMA NAZIONALE
Presentazione di ''Il calcio dell' Asino. Il calvario di un giornale ribelle (1892-1925) e del suo direttore Giovanni de Nava (Giva)'', di Ludovica de Nava e Pier Luigi Zanata, Pellegrini editore.
Il saggio è uno scoop, considerato che l'antologia di Feltrinelli e anche altri libri non avevano dato il giusto rilievo al personaggio "Giva" e al suo ruolo nel giornale. Il saggio è corredato di illustrazioni, alcune davvero inedite ( cartoni originali di Galantara) e di notizie che sono di un'attualità strepitosa ( certe politiche opache del Vaticano...)

Gli autori hanno ricostruito meticolosamente le peripezie politico-amministrative dell'Asino e del suo direttore.
L'editore Pellegrini è entusiasta dello "scoop".
Il titolo del  settimanale riprende il motto di Francesco Domenico Guerrazzi "come il popolo è l'asino: utile, paziente e... bastonato’’
La rivista tratta la difesa e rivendicazione degli sfruttati e delle posizioni socialiste più aperte e si scaglia Giolitti, contro gli scandali politici di quegli anni, la corruzione, le brutalità poliziesche. Il giornale arrivò a conquistarsi un grosso numero di lettori e una tiratura molto elevata.
L'Asino  inoltre attuò una controffensiva contro il clero e il Vaticano, che nei primi anni del 900 si stava organizzando anche politicamente. Nelle vignette venivano descritte la corruzione della Chiesa, l'atteggiamento aggressivo e superstizioso dei preti; il loro successo fra la popolazione portò ad un aumento ulteriore della tiratura.
Tuttavia, a causa delle campagne anticlericali, la rivista venne frequentemente sequestrata per "oltraggio al pudore".


Gli “abiti delle stelle” nelle collezioni del Museo Nazionale del Cinema

Gli “abiti delle stelle” nelle collezioni del Museo Nazionale del Cinema
 
Dopo il costume di scena di Sophia Loren in Una giornata particolare di Ettore Scola, il Museo Nazionale del Cinema di Torino si è aggiudicato all’asta di Sotheby’s il vestito realizzato dalla couturière Nina Ricci per Claudia Cardinale nel film Il magnifico cornutodiretto da Antonio Pietrangeli nel 1964.

Capolavoro della commedia all’italiana, il film – tra i primi ad affrontare il tema della corruzione nella gestione degli appalti pubblici – si arricchisce della presenza di due grandi protagonisti: Ugo Tognazzi e una splendente Claudia Cardinale, che nella celebre scena finale del Magnifico cornuto sfoggia questo abito da cocktail di shantung nero, poi indossato dall’attrice anche in vari eventi fuori dal set.

Il vestito verrà collocato nel riallestimento della sede espositiva del Museo Nazionale del Cinema presso la Mole Antonelliana di Torino.

domenica 28 luglio 2019

Jazz Waves a Portoscuso con il quartetto Forms e con Marco Cocco in concerto alla Tonnara Su Pranu


Riccardo Sgualdini press@tagomago.info

Allegatisab 27 lug, 17:05 (15 ore fa)
Riccardo



Jazz Waves a Portoscuso con il quartetto Forms (martedì 30)
e con Marco Cocco (6 agosto) in concerto alla Tonnara Su Pranu.
*
Onde di jazz e di mare: si intitola Jazz Waves la minirassegna organizzata dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz a Portoscuso (Sud Sardegna) in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comunesulcitano. Due serate all'insegna della musica di qualità, con altrettante formazioni sarde di scena nella suggestiva e storica cornice della Tonnara Su Pranu.
 
Primo appuntamento martedì 30 luglio con

 il quartetto Forms, sodalizio che riunisce, a quasi vent'anni dal loro primo incontro, quattro volti noti del panorama jazzistico isolano: Massimo Carboni (sax tenore), Mariano Tedde (pianoforte), Paolo Spanu (contrabbasso) e Gianni Filindeu (batteria), dopo avere condiviso tante collaborazioni negli anni passati (come il Woodstore Quintet, formazione che nel corso del tempo ha pubblicato tre lavori discografici, oppure il settetto BePop, dedito alla rivisitazione della musica pop‐rock degli anni Setanta/Ottanta), si ritrovano nuovamente a condividere un progetto comune. Una formazione jazz senza steccati: dalle composizioni originali alla rilettura di brani della tradizione jazz, pop e rock, la musica di Forms si caratterizza per il grande impatto sonoro e per l'interplay assicurato dalla conoscenza reciproca dei suoi musicisti e dalla lunga esperienza di ognuno maturata al fianco di artisti di livello internazionale.
 

Marco Cocco è invece il protagonista della seconda data in cartellone sette sere dopo, martedì 6 agosto: il cantante cagliaritano, classe 1980, ha nutrito sin da piccolo interesse per la musica iniziando da autodidatta lo studio della chitarra. La passione per il canto è arrivata più tardi, intorno ai vent'anni, per diventare via via la sua principale forma di espressione artistica. Colpito profondamente dalla musica delle grandi orchestre swing, Marco Cocco ha approfondito il genere negli anni. Dal 2010 si esibisce regolarmente come crooner in diverse formazioni proponendo un repertorio che trae ispirazione dall'American Songbook. Nel 2016 riceve dalla cantante Sheila Jordan una borsa di studio in canto jazz che gli permette di perfezionarsi negli Stati Uniti. L'8 marzo scorso esce il suo primo album, "Body and soul" , dodici tracce per un disco costruito intorno ad alcuni dei più importanti standard del jazz, brani significativi nel percorso dell'artista arrangiati e suonati e arrangiati tra innovazione e rispetto della tradizione. Ad accompagnare Marco Cocco sul palco di Jazz Waves a Portoscuso, quattro musicisti di grande esperienza e di primo piano del jazz sardo, presenti anche sul disco: Mauro Mulas al pianoforte, Massimo Ferra alla chitarra, Alessandro Atzori al contrabbasso e Paolo Nonnis alla batteria.
 
Tutte le serate sono a ingresso gratuito con inizio alle 21.30.

Tante guide per esplorare la Natura

   
Novità bambini
 




Crescere con i libri
 
 
   



 
disegni di: Alistar Illustration 

Il ragno è un insetto? Perché le lucciole brillano? Come comunicano le api? Qual è la causa delle stagioni? Che differenza c’è tra tempo e clima? Perché non cadiamo nello spazio?
Solleva le alette per scoprire le risposte a tante domande affascinanti. Grazie alle spiegazioni semplici e chiare, per te il mondo degli invertebrati e la Terra non avranno più segreti!

Pieni di informazioni e curiosità con tante alette da esplorare!

Apri schede

Compra online "Insetti e altre bestioline"

Compra online "La Terra"

   
   
FRESCHI DI STAMPA
 
   
100 ALETTE SCOPRI E IMPARA 
 

 
I bambini arricchiscono il proprio vocabolario in continuazione. Questi libri offrono anche ai più piccoli un modo efficace e divertente per imparare 100 nuove parole e associarle al giusto contesto.
Con decine di alette da aprire e domande a cui rispondere per stimolare la curiosità e l’apprendimento!

Con alette
 
 
 
Parole 

 
Apri scheda    Compra online 
 
 
 
Animali 

 
Apri scheda    Compra online 
 
 
 
   
ALLEGRI CUCCIOLOTTI 
 
disegni di: Daniel Roode 
 
Quanti simpatici cagnolini e micetti! Qual è il tuo preferito?
Solleva le grandi alette e gira la ruota per scegliere.
In queste pagine i bambini possono conoscere tanti cucciolotti allegri e giocherelloni. Le rime e le domande stimolanti rendono l’esperienza di lettura piacevole e interattiva, mentre le alette e il meccanismo a cursore favoriscono la manualità e invitano a giocare con il libro e a scegliere il personaggio preferito.

Con alette, cursori e testi in rima
 
 
 
Quanti simpatici cagnolini! 

 
Apri scheda    Compra online 
 
 
 
Quanti simpatici micetti! 

 
Apri scheda    Compra online