La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

martedì 13 agosto 2013

Time in Jazz XXVI edizione: "Il Quinto Elemento" Berchidda (Prov. Olbia-Tempio) e Comuni limitrofi



Festival internazionale 
Time in Jazz XXVI edizione: 
"Il Quinto Elemento" 
Berchidda (Prov. Olbia-Tempio) e Comuni limitrof
08 > 16 agosto 2013
con la direzione artistica di 
Paolo Fresu

 




I percussionisti del Parco della Musica Contemporanea Ensemble a Tempio (ore 11),
Joshua Redman-Aaron Goldberg duo a Telti (ore 18),
Jaques Morelenbaum Cello Samba Trio (ore 21.30) Medeski, Martin & Wood (ore 23) a Berchidda:
ecco i protagonisti della giornata di domani (martedì 13) al festival Time in Jazz.
*
Il martedì di Time in Jazz si apre alle 11 a Tempio Pausania (Fonte Nuova) al ritmo dei percussionisti del Parco della Musica Contemporanea Ensemble, formazione nata nel corso delle diverse stagioni di musica contemporanea all'Auditorium di Roma. Reduci dall'impegno della sera prima con Ludovico Einaudi nel progetto "The Elements", Antonio Caggiano, Gianluca Ruggeri, Fulvia Ricevuto e Antonino Erreraproporranno un repertorio percussivo contemporaneo attraverso brani come "Orazi e Curiazi" di Giorgio Battistelli (1996) e "Stele" di Gérard Grisey (1995), oltre a tre "classici" del minimalismo: "Music in similar motion" di Philip Glass, la prima parte di "Drumming" (1970-71) di Steve Reich e "Marimba Phase" (1967), uno dei primissimi lavori in cui Reich ha sperimentato la tecnica compositiva del "phasing".

Nel pomeriggio sarà la volta di uno dei protagonisti di Time in Jazz 2013, Joshua Redman, in duo con Aaron Goldberg (pianista del suo quartetto), nella chiesa campestre di San Bachisio, a pochi chilometri da Telti. Tra i sassofonisti più originali e interessanti sulla scena jazz mondiale, Redman si caratterizza per uno stile carico di sensibilità e, al tempo stesso, trascinante, istintivo e impeccabile. Figlio del famoso sassofonista Dewey Redman, a soli dieci anni inizia a suonare il sax tenore. Nel 1991 vince la Thelonius Monk International Jazz Saxophone Competition e da allora inizia una carriera in veloce ascesa, anche grazie alle incisioni con Elvin Jones, Charlie Haden, Jack DeJohnette, Pat Metheny, Paul Motian, solo per citarne alcuni. Con il pianista Aaron Goldberg (che il pubblico di Time in Jazz ritroverà nei ranghi del quartetto di Redman in concerto mercoledì sera, alle 21.30, in piazza del Popolo a Berchidda), il sassofonista californiano riesce a far emergere un energico interplay e tutta la sensibilità, il dinamismo e l'approccio creativo delle rispettive personalità e di una collaborazione ormai di lunga durata.

Già applaudita sabato a Ozieri, torna ad animare le strade di Berchidda la Funky Jazz Orchestra, formazione di casa nel paese ai piedi del Limbara: guidato dal trombettista Antonio Meloni, sarà protagonista di una frizzante parata con musiche funky, soul e dixieland a partire dalle 19.45.

Come di consueto la serata a Berchidda ha come epicentro il palco di piazza del PopoloDue i concerti in programma domani sera (martedì 13): alle 21.30 saranno i ritmi e le atmosfere del Brasile ad accendere l'anima del festival con Jaques Morelenbaum alla guida del suo Cello Samba Trio; ad accompagnare il violoncellista, compositore, arrangiatore e produttore altri due grandi talenti della musica popolare brasiliana: il chitarrista Lula Galvão e il percussionista Rafael Barata. Attivo da oltre quarant'anni sulla scena internazionale, e con collaborazioni con i maggiori esponenti della musica brasiliana e non solo, Jaques Morelenbaum ha costruito il suo stile inconfondibile unendo la tradizione del samba con il sapore intimista della musica da camera.

A seguire 
(ore 23 circa), una delle formazioni più importanti del jazz contemporaneo, il trio Medeski Martin & Wood. Formatosi a Brooklyn nel 1991, nel quartiere chiamato D.U.M.B.O. (Down Under the Manhattan Bridge Overpass), con venticinque album incisi fino ad ora,Medeski Martin & Wood è considerato il gruppo simbolo del nuovo jazz elettrico, una delle più imprevedibili e anarchiche band dell'era post-fusion. Ben lontani dalla concezione del trio classico, questi signori incontrastati del groove si muovono agilmente in dimensioni jazz, funk, soul e jazz-rock anni settanta, con una camaleontica capacità di utilizzare, con la stessa facilità e padronanza, sia gli strumenti acustici che quelli elettrici. L'organo Hammond "trattato" e una sfilza di tastiere vintage di John Medeski, il basso acustico ed elettrico di Chris Wood e la batteria e percussioni di Billy Martin, sono un marchio di fabbrica inconfondibile.
 
A scaldare la notte berchiddese contribuiranno anche i Radical Gipsy, il trio romano che si esibirà dopo la mezzanotte al "Time Out!", il Jazz club del festival all'interno del Centro Laber. Il gruppo, composto da Gabriele Giovannini e Daniele Gai alle chitarre con Giuseppe Civiletti al contrabbasso, è nato lo scorso anno con un preciso orientamento verso le sonorità del jazz manouche tradizionale inaugurato da Django Reinhardt. Il loro percorso si è sviluppato tra i club romani e i festival, con importanti collaborazioni tra cui spicca quella con il fisarmonicista francese Ludovic Beier. Insieme a composizioni originali e pezzi tradizionali, il trio porta in scena anche alcuni brani moderni arrangiati rigorosamente in chiave gipsy jazz.


  • Gli altri appuntamenti della giornata
Come ogni giorno, sono tanti gli appuntamenti collaterali che Time in Jazz affianca ai concerti in cartellone. A mezzogiorno, aperitivo letterario con "Winebook", la serie di presentazioni editoriali ospitate dai bar di Berchidda: domani (martedì 13) è il turno di Gianni Marilotti che al Bar K2 sarà presenta il suo secondo romanzo, "L'errore", edito da il Maestrale.

Nell'ambito delle iniziative di Green Jazz (il progetto di Time in Jazz a favore dell'ambiente), i cortili di Casa Sanna a Berchidda ospitano fino a mercoledì, nel tardo pomeriggio (18.30), i laboratori educativi a cura dell'Area marina protetta di Tavolara Punta cavallo, dedicati aibambini a partire dai 5-6 anni: domani il secondo appuntamento, "Dipingi la tua borsina", che attraverso la decorazione di una sportina in tela per la spesa, propone ai bambini una riflessione sui nostri gesti quotidiani e il loro impatto sull'ambiente.

...

 Visualizza intero messaggio
  Visualizza tutte le immagini   Condividi tutte le immagini  
Jaques Morelenbaum (foto Roberto Cifarelli) (s).jpgJaques Morelenbaum (foto Roberto Cifarelli) (s)
Jaques Morelenbaum Cello Samba Trio (foto Roberto Cifarelli) s.jpgJaques Morelenbaum Cello Samba Trio (foto Roberto Cifarelli) s
Medeski Martin & Wood (s).jpgMedeski Martin & Wood (s)
Percussionisti PMCE (s).jpgPercussionisti PMCE (s)
Joshua Redman (foto Jay Blakesberg) (3s).jpgJoshua Redman (foto Jay Blakesberg) (3s)

Nessun commento:

Posta un commento