La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

martedì 26 novembre 2013

Viaggio in quattro secoli di musica attraverso sei concerti con la rassegna Inaudita & Music in Touch

Inaudita & Music in Touch
autumn 2013
Cagliari, 27 novembre > 16 dicembre 2013




Viaggio in quattro secoli di musica attraverso sei concerti
con la rassegna Inaudita & Music in Touch.
Si parte domani al Conservatorio "G.Pierluigi da Palestrina" (ore 18.30)
con una serata all'insegna di Franz Schubert.
*
Da Monteverdi alla sperimentazione audio/video contemporanea: si presenta come un viaggio attraverso quattro secoli di musica il programma diInaudita & Music in Touch, la rassegna organizzata a Cagliari dall'associazione Spaziomusica Ricerca e Ensemble Spaziomusica con la complicità di Musici & Cantori, il sostegno della Provincia e del Comune, e con la collaborazione del Conservatorio di Musica "G.Pierluigi da Palestrina".

Un viaggio musicale in sei concerti, tra domani (mercoledì 27 novembre) e il 16 dicembre, che darà modo di riascoltare capolavori assoluti, dal repertorio sacro di Claudio Monteverdi alla musica da camera di Franz Schubert, alla "Sagra della Primavera" di Igor Stravinsky, senza abbandonare però percorsi di avanguardia e più tecnologici, dove la musica sposa le immagini video e i computer elaborano, filtrano e interagiscono in tempo reale con gli strumenti della tradizione classica.

Innovazione e tradizione viaggiano insieme, dunque, nel cartellone autunnale di Inaudita & Music in Touch, che vede la partecipazione di interpreti già affermati e di giovani e validi strumentisti del Conservatorio "Palestrina". E' il caso del concerto che domani(mercoledì 27) inaugura la serie di appuntamenti della rassegna (tutti con inizio alle 18.30) ospitati dal Conservatorio di piazza Porrino nella Sala Palestrina, uno spazio recentemente allestito, ideale per i concerti da camera: aprono la serata, tutta all'insegna di Franz Schubert, il soprano Paola Spissu, il clarinettista Lorenzo Baldoni e Riccardo Leone al pianoforte, impegnati nell'esecuzione di Der Hirt auf dem Felsen D 965; spazio quindi al Quintetto per pianoforte e archi in La maggiore "La trota" D667, affidato all'interpretazione di Noemi Loi al violino, Maria Beatrice Aramu alla viola, Pierpaolo Pais al violoncello, Stefano Colombelli al contrabbasso e Manuele Pinna al pianoforte.

Lunedì 2 dicembre Inaudita & Music in Touch si sposta, per una solo sera, nella Sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria (in via Università), dove l'ensemble vocale Ricercare, diretto da Riccardo Leone, e la Piccola Orchestra del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio "Palestrina"eseguiranno (a partire dalle 18) un programma di brani sacri di Monteverdi.

Altre sonorità e atmosfere, due sere dopo (mercoledì 4 dicembre), al ritorno della rassegna nello spazio della Sala Palestrina del Conservatorio, con il Kintsugi Projecdi Mario Frezzato (oboe e corno inglese) e Davide Tiso (elettronica). Poi spazio alle opere video/audio selezionate dalla prima edizione del progetto Vidau promosso da Spaziomusica Ricerca.

Tradizione e innovazione, lunedì 9 dicembre, nel concerto dell'Ensemble Spaziomusica di Enrico Di Felice (flauto), Riccardo Leone (pianoforte) e Roberto Pellegrini (percussioni): il programma propone infatti la Sonata in la minore D. 821 "L’Arpeggione" di Franz Schubert e tre brani di Bruno Maderna, il grande compositore di cui ricorre il quarantesimo anniversario della scomparsaDivertimento in due tempi (1953), Cadenza da Dimensioni III (1963) e Serenata per un satellite (1969).

Marco Lampis, Marcello Cualbu e Michele Casanova sono i protagonisti dell'+M Project che tiene banco giovedì 12 dicembre: un concerto per live electronics e video in cui vengono tessute trame sonore intrecciate con le composizioni e le registrazioni del compositore cagliaritano Marcello Pusceddu.

Ultimo appuntamento con Inaudita & Music in Touch lunedì 16 dicembre: di scena, sempre nella Sala Palestrina del Conservatorio alle 18.30, il duo pianistico formato da Rossella Spinosa e Alessandro Calcagnile, impegnato in un percorso di brani che da Le Sacre du printemps di Igor Stravinskij (a cent'anni dalla prima esecuzione), passando attraverso Quasi un tango di Fabrizio Festa, culmina ne Las Cuatro Estaciones Porteñas di Astor Piazzolla.


 
Inaudita & Music in Touch
autumn 2013
Cagliari, 27 novembre > 16 dicembre 2013



  • Mercoledì 27 novembre - ore 18.30
Conservatorio - Sala Palestrina
Nuovi Interpreti del Conservatorio

Franz Peter Schubert (1797-1828)
Der Hirt auf dem Felsen D 965 (Dal poema di Wilhelm Müller)
per clarinetto in sib, soprano e pianoforte
Paola Spissu, soprano
Lorenzo Baldoni, clarinetto
Riccardo Leone, pianoforte

Quintetto per pianoforte e archi
in La maggiore "La trota" D667
Allegro vivace
Andante
Scherzo (Presto)
Tema con variazioni
Finale (Allegro giusto)

Manuele Pinna, pianoforte
Noemi Loi, violino
Maria Beatrice Aramu, viola
Pierpaolo Pais, violoncello
Stefano Colombelli, contrabbasso



  • Lunedì 2 dicembre - ore 18.00
Sala Settecentesca - Biblioteca Universitaria
Ensemble Ricercare

Claudio Monteverdi (1567-1643)

Sacri Concentus
Voi ch'ascoltate (S. T. T. T. B. 2 violini e continuo)
Salve Regina a 3 voci (A. T. B. e continuo)
O bone Jesu a 2 soprani e continuo
Confitebor a 3 voci (S. T. B. 2 violini e continuo)
Cantate Domino a 6 voci e continuo
Sonata da Chiesa a 2 violini e continuo (Arcangelo Corelli)
Sancta Maria a 2 sop. e continuo
Nisi Dominus (S. T. B. 2 violini e continuo)
Adoramus te a 6 voci e continuo

Ensemble vocale Ricercare
Maria Paola Nonne e Alice Madeddu, soprani
Manuela Giovannini, contralto
Gian Luca Zedda e Manuele Pinna, tenori
Giovanni Schirra, Manuel Cossu, bassi

Piccola Orchestra del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio "Palestrina" di Cagliari
Attilio Motzo e Sara Meloni, violini
Giorgio Oppo, viola da gamba
Franco Fois e Giuseppe Baldino, liuto/tiorba
Francesco Bianco, spinetta
direttore Riccardo Leone



  • Mercoledì 4 dicembre - ore 18.30
Conservatorio - Sala Palestrina
Kintsugi Project
Mario Frezzato, oboe e corno inglese
Davide Tiso, elettronica

mille piccoli frammenti
si ricompongono in nuove forme
ed equilibri
pensieri ed emozioni
auto-produzione di energia
tensione circolare Ordine/Caos
l'immagine del Mutamento.
un piccolo omaggio al gesto,
al divertimento sonoro insieme

Vidau Project
è l'esito della call promossa da Spaziomusica Ricerca con la quale sono stati invitati artisti locali, nazionali e internazionali, a presentare proposte artistiche con progetti di opere in cui l'interazione video/audio fosse l'elemento caratterizzante.

Gli artisti selezionati per la prima
edizione di VIDAU sono:
Federico Branca (Italia),
Nao Sakamoto (Giappone),
Marco Marinoni (Italia),
Martin Ulikhanyan (Usa),
Gabriele Paolozzi (Italia),
Jon Paul Bellona (Usa),
Juliana Ramos da Costa (Brazil),
Scott Sherk (Usa)



  • Lunedì 9 dicembre - ore 18.30
Conservatorio - Sala Palestrina
Ensemble Spaziomusica
Enrico Di Felice, flauto
Riccardo Leone, pianoforte
Roberto Pellegrini, percussioni

Schubert e Maderna

Franz Peter Schubert (1797-1828)
Sonata in la minore D. 821 L’Arpeggione
Allegro moderato
Adagio
Allegretto

Bruno Maderna (1920-1973)
Divertimento in due tempi (1953)
Cadenza da Dimensioni III (1963)
Serenata per un satellite (1969)



  • Giovedì 12 dicembre - ore 18.30
Conservatorio - Sala Palestrina
Ensemble MMM
Marco Lampis, Marcello Cualbu e Michele Casanova: live electronics e video

+M Project
MMM, collaborazione tra Marco Lampis, Marcello Cualbu e Michele Casanova, è un concerto per live electronics e video in cui vengono tessute trame sonore intrecciate con le composizioni e le registrazioni di Marcello Pusceddu.
Inserendo glitches e campionature ambientali, il risultato viene arricchito dal suono di vecchi registratori analogici a nastro mentre le forme geometriche della parte video si intersecano con la musica creando un’uniformità imposta prima che percepita.



  • Lunedì 16 dicembre - ore 18.30
Conservatorio - Sala Palestrina
Duo pianistico Rossella Spinosa e Alessandro Calcagnile
Stravinsky, Festa e Piazzolla

Igor Stravinskij (1882-1971)
Le Sacre du printemps
[a 100 anni dalla prima esecuzione] versione dell’autore per duo pianistico

L’adorazione della terra
Introduzione
Gli àuguri primaverili – Danza delle adolescenti
Gioco del rapimento
Cortei primaverili
Giochi delle città rivali
Corteo del saggio – Il Saggio
Danza della terra

Il sacrificio
Introduzione
Cerchi misteriosi delle adolescenti
Glorificazione dell'eletta
Evocazione degli avi
Azione rituale degli avi
Danza sacrificale dell'eletta
Fabrizio Festa (1960)
Quasi un tango
per pianoforte quattro mani

Astor Piazzolla (1921-1992)
Las Cuatro Estaciones Porteñas
(trascrizione di Rossella Spinosa)
Primavera Porteña (Primavera)
Verano Porteño (Estate)
Otoño Porteño (Autunno)
Invierno Porteño (Inverno)

Nessun commento:

Posta un commento