La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

sabato 29 novembre 2014

Una poesia, un mistero - L'appuntamento del sabato di Libra

Tu occhi di carta tu labbra di creta
tu dalla prima saliva malfatto 
anima di strazio e ridicolo 
di allori finti e gestri
tu di allarmi e rossori ;
tu di debole cervello
ladro di parole cieche u.
uomo da dimenticare

dichiara che il canto vero 
è oltre il tuo sonno fondo .
e i vertici bianchi del mondo ;
per altre pupille avvenire.

Scrivi che i veri uomini amici
parlano oltre i tuoi giorni che presto:
saranno disfatti. E già li attendi. 
E questo solo ancora è il tuo onore.

E voi parole mio odio e ribrezzo,
se non vi so liberare .
tra le mie mani ancora
non vi spezzate.


1948-1950
Franco Fortini
..........................................


CASO ORLANDI: IL MISTERO CONTINUA..........- sabato 29 novembre GIARDINO PARIOLI (ROMA)
IL GANGLIO 
Il mistero di quegli incontri alla parrocchia Sant’Eugenio

Sabato 29 novembre, ore 17, al GIARDINO PARIOLI (via Antonio Bertoloni 3 b), Fabrizio Peronaci, giornalista del Corriere della Sera, presenterà “Il Ganglio” (ed. Fandango), viaggio senza precedenti nei luoghi oscuri del Vaticano, alla ricerca di verità ancora taciute, a cominciare dalla scomparsa di Emanuela Orlandi. Modererà l’incontro Monica Maggi.
Il supertestimone indagato, Marco Fassoni Accetti, proprio ai Parioli ha fatto riferimento nel suo memoriale, collocando nei locali di una chiesa incontri semiclandestini mirati a contrastare l’attività del Ganglio, il gruppo interno alla diplomazia vaticana che, con il supporto di laici, elementi dei servizi segreti e della malavita, svolgeva azioni di pressione e dossieraggio per frenare l’anticomunismo di Giovanni Paolo II e per assumere il controllo dello Ior.
Ecco l'estratto: “Ai Parioli tenevamo sotto monitoraggio la parrocchia di Sant’Eugenio, dove si svolgevano riunioni alle quali partecipavano personaggi dell’Opera di Dio, dei cavalieri di Malta, del Santo Sepolcro, della massoneria...”. Si invitano residenti ai Parioli che abbiano frequentato Sant'Eugenio negli anni Ottanta, se a conoscenza di circostanze utili, a riferirle per consentire all’inchiesta Orlandi-Gregori di acquisire un ulteriore punto fermo.
Sabato 29 novembre, ore 17, al GIARDINO PARIOLI (via Antonio Bertoloni 3 b)

Nessun commento:

Posta un commento