La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

venerdì 27 dicembre 2013

Berchidda consueto appuntamento di fine anno di Time in Jazz

Shortime
Quinta edizione
Vuoti a rendere
Berchidda (OT), Centro Laber >
venerdì 27 dicembre 2013 > dalle ore 19.30

*
 
Progetto Ecco
Nuoro, Auditorium della Scuola Media Numero 3
sabato 28 dicembre 2013 > dalle ore 20





Shortimequesta sera a Berchidda consueto appuntamento di fine anno di Time in Jazz.
In programma al Centro Laber una degustazione di vini "raccontata",
la musica di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura

e due eventi che sabato saranno anche a Nuoro per il Progetto Ecco:
Zamua in concerto e una mostra fotografica di Gigi Murru.
*
Tempo di Shortime, questa sera (venerdì 27) a Berchidda (provincia di Olbia-Tempio): al Centro Laber (l'ex caseificio riconvertito in spazio culturale e di produzione per le arti), si rinnova il tradizionale appuntamento di fine anno proposto dall'associazione culturale Time in Jazz. In programma una lunga serata di musica e altre proposte con ingresso gratuito.

Si comincia alle 19.30 con "Vuoti di memoria", una degustazione di vini "raccontata" da Antonella Usai, direttrice del Museo del Vino di Berchidda, in compagnia di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura. Freschi reduci dal Concerto per la Vita e per la Pace, in occasione del Natale a Betlemme, il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano saranno più tardi - intorno alle 22.30 - anche al centro dei riflettori con un programma musicale in sintonia con le feste, come suggerisce il titolo della loro esibizione: "Notte de Chelu". La scaletta messa a punto per l'occasione attinge infatti dal repertorio natalizio, in particolare da quello tradizionale sardo delle "Cantones de Nadale" scritte negli anni Venti del secolo scorso da "Babbai" Pietro Casu (1878-1954), il parroco di Berchidda che fu poeta e romanziere, e musicate da Agostino Sanna. Il tutto rivisitato sul filo di quel fecondo interplay che caratterizza il sodalizio artistico di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura: un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei, fra jazz, tango, richiami alla tradizione sarda, musica sacra e operistica.

Ma non è tutto per Shortime: il cartellone propone infatti anche una mostra fotografica di Gigi Murru ispirata al tema dei movimenti migratori e, alle 21un concerto di Zamuadue eventi coprodotti da Time in Jazz con le associazioni Pollock eMadriche di Nuoro, che l'indomani - sabato 28 - saranno nel capoluogo barbaricino al centro del "Progetto Ecco", una serata organizzata dai due sodalizi culturali e dedicata all'integrazione e al meticciato.

Allestito all'Auditorium della Scuola Media Numero 3 (ex numero 4), l'appuntamento a Nuoro (ingresso a 10 euro) si apre alle 20 appunto con l'esibizione di Zamua, cantante e songwriter sardo-burundese, cresciuto nel capoluogo barbaricino e da diversi anni trapiantato a Parigi. Riflesso di una vita vissuta nel segno della fusione e dell'incontro tra culture, la sua musica è una sintesi di influenze pop-folk e soul-jazz, come testimonia anche "Litanie", il suo recente mini album d'esordio. "Viaggi di ritorno", il progetto che presenterà venerdì a Berchidda e sabato a Nuoro, nasce nel 2009 dopo una pausa musicale di quattro anni durante i quali l'artista ha raccolto appunti e custodito segretamente immagini e storie da raccontare. Ad accompagnare la chitarra e la voce di Zamua ci saranno Shay Mané alle tastiere e ai cori, Sébastien Artigue al contrabbasso e Martin Wangermée alla batteria; ospite Matteo Pastorino, al clarinetto.

Come la sera prima a Berchidda, anche a Nuoro si potrà visitare la mostra "Quello che lasciamo"il progetto fotografico di Gigi Murru, a cura dell'Associazione Culturale Madriche, indaga sul tema dei movimenti migratori, partendo dalla comunità nuorese ed arrivando a estendere l'esperimento a quella berchiddese, dove immigrazione ed emigrazione si incontrano, mettendo in luce punti comuni. Intento del progetto fotografico è stato quello di individuare questo legame in ciò che chi parte lascia nella propria casa, qualcosa o qualcuno che, per volontà o per costrizione, non si è potuto portare con sé.

Dopo il concerto di Zamua, sabato a Nuoro, chiusura di serata all'insegna del piacere del palato e, anche in questo caso, dell'incontro tra culture e tradizioni diverse: alle 21.30, cena a buffet basata su ricette della cucina colombiana, senegalese, romena e, naturalmente, sarda.

* * *

Per informazioni su Shortime:
Associazione culturale TIME IN JAZZ
via Pietro Casu, 29/a - 07022 Berchidda (OT)
tel. 079 70 30 07 /079 70 47 31

Per informazioni sul Progetto Ecco:
Associazione culturale Madriche
349 21 50 087

Ufficio stampa Time in Jazz:
RICCARDO SGUALDINI
tel. 070 34 95 415 - cell. 347 83 29 583

FRANCESCA BALIA



Nessun commento:

Posta un commento