La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

giovedì 26 dicembre 2013

L'amore tra la sexy angioletta e il diavoletto rocker? Niente sesso e tanta ironia

L'amore tra la sexy angioletta e il diavoletto 

rocker? Niente sesso e tanta ironia

di Andrea Curreli
Lei sogna l’amore casto, lui ambisce a soddisfare istinti carnali. La lotta tra angeli e diavoli può aver 
come terreno di scontro anche il sottile confine che separa l’amore e il sesso. Lei, Angelina, ovvero 
e ovviamente l’angelo, vuole mantenere la verginità sino alla data del matrimonio. Lui, Damiano alias
 il diavolo, invece ambisce a possederla senza incontrare troppe resistenze. Ma, perché c’è sempre 
un ma, a complicare questa travagliata storia d’amore non c’è solo la differenza di vedute 
sull’argomento. Angelina infatti non ha solo le classiche ali e l’aureola in testa, ma generose forme 
che la fanno assomigliare più a una coniglietta di Playboyche a un "messaggero" delle sfere celesti. 
E Damiano, nonostante sia un rocker fallito, non ha proprio ilphysique du rôle del diabolico
 seduttore. Rachitico e sostanzialmente sfigato, il diavoletto le inventa tutte per realizzare 
il suo sogno erotico. Angelina e Damiano sono i protagonisti del fumetto di Mirka Andolfo
Sacro/Profano.
Fenomemo sul Web ora trilogia in libreria - Nata alla fine del 2012 in Rete come webcomic
 e divenuta poi un vero e proprio fenomeno di massa (conta più di 29.000 adesioni sulla fan page 
Facebook) l’improbabile e divertente storia d’amore arriva ora in libreria con Inferno il primo 
di tre volumi cartonati (gli altri s’intitolanoPurgatorio e Paradiso con evidenti richiami danteschi). 
La trilogia è edita da Dentiblù. "Sacro/Profano è una storia nata un po’ per caso. Ho disegnato 
i due personaggi principali quasi per gioco non pensando assolutamente a un fumetto - spiega
 la fumettista a Tiscali Notizie -. Quando ho rivisto il disegno, ho deciso di costruire su di loro 
una storia d’amore impossibile. Lui è un diavolo ed è votato al peccato, lei invece è un angelo 
e quindi, a prescindere da come veste, dovrebbe incarnare la purezza". L’idea della Andolfo ha 
trovato poi spazio e diffusione in Rete grazie al tam tam internettiano. "Ero pronta a 
scommettere su questa storia, ma con la pubblicazione del fumetto su internet sotto forma 
di webcomic è arrivata la conferma che attendevo. La reazione delle persone è stata molto 
positiva e questo ha portato prima alla pubblicazione in Francia sulla rivista francese 
Lanfeust Mag di Soleil e poi alla realizzazione del cartonato per Dentiblù".
Sette anni di fidanzamento senza cedere alle tentazioni - Le gag che accompagnano 
questo fidanzamento, che va avanti da più di sette anni in totale astinenza, nascono dalla 
fervida fantasia dell’autrice. "E’ tutto inventato, non sono scene di vita vissuta. Non ho 
questo tipo di rapporto con il mio ragazzo e quindi non l’ho riversato nella mia storia – spiega 
Andolfo -. Dal punta di vista stilistico è evidente il richiamo al classico fumetto francese sia 
come tipologia di tavola che per la colorazione". Il titolo riporta alla mente quello di diversi 
film e, in campo strettamente amoroso, un celebre dipinto di Tiziano. "Ho scelto io il titolo 
del fumetto pensando ai due personaggi. E’ il primo che mi è venuto in mente e non ci sono 
riferimenti di nessun tipo", taglia corto Andolfo.
Anche all'Inferno gli opposti si attraggono - Il leitmotiv della storia è sostanzialmente la 
difficoltà di una coppia poco omogenea. La fumettista parte dal vecchio e consolidato concetto
 secondo cui gli opposti si attraggono. "Mi sono sempre piaciuti i contrasti e quindi ho scelto 
due personaggi che non hanno nulla in comune. Angelina e Damiano sono come il giorno e 
la notte – dice l’autrice -. Il sogno di Angelina è fare la maestra, mentre per Damiano ho utilizzato
 il luogo comune del rocker satanico. Ovviamente volevo scherzare. Dati i tempi che corrono 
poteva andare bene anche un politico, ma entrambi i protagonisti sono giovanissimi. E poi è 
sicuramente più cool fare il cantante che il politico".
Poco sesso e tanta ironia – Andolfo, affermata colorista di Topolino, cura tutte le fasi 
del suo fumetto trasferendo nelle sue tavole spaccati di quotidianità di giovani adolescenti 
dosando con "diabolica" perizia ironia e malizia. La fumettista gioca con le tematiche sessuali 
di coppia, senza scadere nel vietato ai minori. L’ironia regna sovrana senza lasciare spazio 
all’erotismo e il fumetto diventa piccante. "Anche se non ci sono scene esplicite di sesso, 
non è un fumetto adatto ai bambini – spiega ancora Andolfo -. Il problema nasce dal fatto che 
un bambino non riuscirebbe a capire le battute e i doppi sensi che caratterizzano i baloon
Per questo motivo il target di riferimento è dai 14 anni in su”. 
da Tiscali

Nessun commento:

Posta un commento