La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

martedì 23 luglio 2013

Santa Fiora in musica


  


X I V 
Arrivare a Santa Fiora e scoprire che la musica è ovunque …. Dallo stormire delle foglie al chiacchierare al bar davanti ad un caffè, dall’impeto dell’acqua alla forza del vento e ai tanti piccoli rumori di cui è pieno il silenzio, fino al mio passo che fatica in salita … è la musica potente del vivere bene …. Non posso che invitare tutti a fare una visita quassù, se ancora non l’avete fatto…
In questa terra ci sono donne e uomini che caparbiamente amano il proprio territorio e vogliono renderlo sempre più vivo e accogliente, c’è buon cibo e vino, ci sono paesaggi da accarezzare con lo sguardo e cammini piacevoli da fare, acqua chiara che scorre …e in ogni piazza, nelle chiese, alla Peschiera ci sono magnifici concerti da ascoltare … Per me, donna di pianura, arrivare a Santa Fiora e fare il presidente di un’associazione che riempie di note e di giovani musicisti le strade e le piazze, è vita che diventa musica… è essere un po’ più vicina al cielo.
Un benvenuto a tutti gli artisti e al pubblico sperando che la XIV edizione riaccenda quella speciale atmosfera e quel legame tra terra e musica che il Festival ha sempre creato.

Vania Pucci

Sabato scorso, 20 luglio, alle 21.15, presso l’auditorium della PESCHIERA con l’Orchestra Regionale della Toscana ha preso il via Santa Fiora in Musica. Diretto da Francesco Cilluffo, direttore d’orchestra e compositore italiano nato a Torino nel 1979 insieme alla soprano Cinzia Forte, con alle spalle un repertorio di 90 ruoli il programma ha spaziato da WAGNER, Idillio da Sigfrido a VERDI, la Traviata: Preludio atto I “E’ strano, è strano…Ah, forse lui…Follie! Follie!”; Preludio atto III; “Addio, del passato, fino ad abbracciare la Sinfonia n.1 op.25 ‘Classica del compositore Russo PROKOF’ EV.
L’Orchestra Regionale della Toscana è stata Fondata nel 1980 e  ha sede a Firenze, ad oggi è considerata una tra le migliori orchestre da camera in Italia. È formata da 45 musicisti, tutti professionisti eccellenti che sono stati applauditi nei più importanti teatri italiani come il Teatro alla Scala, l’Auditorium del Lingotto di Torino, l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e nelle più importanti sale europee e d’oltreoceano, dall’Auditorio Nacional de Musica di Madrid alla Carnegie Hall di New York.
Collabora con musicisti illustri: da Salvatore Accardo, Martha Argerich, Rudolf Barshai, Yuri Bashmet, Giorgio Battistelli, a Luciano Berio, Frans Brüggen, Myung-Whun Chung, Gianluigi Gelmetti, Daniel Harding, Eliahu Inbal, Yo-Yo Ma e Uto Ughi.
Interprete duttile di un ampio repertorio che dalla musica barocca arriva fino ai compositori contemporanei l’Orchestra riserva un particolare spazio alla ricerca musicale al di là delle barriere fra i diversi generi, sperimentando possibilità inedite di fare musica e verificando le relazioni fra scrittura e improvvisazione.
In questa direzione l’Orchestra ha incontrato musicisti come Franco Battiato, Stefano Bollani, Richard Galliano, Heiner Goebbels, Butch Morris, Enrico Rava, Ryuichi Sakamoto.
Incide per Emi, Ricordi, Agorà, Dreyfus. Il direttore artistico è Giorgio Battistelli.
L’intero evento, Santa Fiora in Musica, collocato all’interno del circuito provinciale di “Maremma dei Festival” è uno straordinario esempio di attività culturale in grado di dare credito all’intero territorio.

Il programma delle serata inaugurale:

WAGNER Idillio da Sigfrido,

VERDI  da La Traviata: Preludio atto I;
             “E’ strano, è strano…Ah, forse lui…Follie! Follie!”;
              Preludio atto III; “Addio, del passato”,

PROKOF’EV Sinfonia n.1 op.25 ‘Classica’
  “L’intero evento – dichiara Renzo Verdi, Sindaco di Santa Fiora – collocato all’interno del circuito provinciale di “Maremma dei Festival” è uno straordinario esempio di attività culturale in grado di dare credito all’intero territorio. Non appena ultimato il teatro, Auditorium Gambrinus, con la neo presidente dell’Associazione, Vania Pucci, programmeremo tutte le nuove attività culturali sia invernali che primaverili. Ringraziamo Enel Green Power per il sostegno e per la costante collaborazione sul territorio”. Anche l’Assessore provinciale Federico Balocchi ha evidenziato l’importante ruolo che il festival ricopre all’interno dell’intero territorio provinciale e oltre. “Enel Green Power è leader mondiale nel settore geotermico – ha detto Marco Favilla per Enel Green Power – tutto è nato in Toscana e per questa ragione tra Enel Green Power e territori geotermici vi è un legame che va oltre l’attività industriale: è una relazione che attiene allo sviluppo economico ed energetico, ma anche culturale e turistico del territorio e delle comunità che vi abitano. Il Festival Internazionale Santa Fiora in Musica è una delle espressioni più alte a livello artistico: non si tratta di una semplice sponsorizzazione, ma di un incontro tra eccellenze ed energie, quelle della musica e della geotermia”. Il programma consta di un panorama musicale che parte dalla consistente offerta di musica classica per abbracciare il jazz, nelle sue varie declinazioni, la musica leggera e interessanti digressioni teatrali e operistiche come la presenza di Lirica con “L’opera a Santa Fiora”, Cavalleria Rusticana. IL fiore all’occhiello sarà il ritorno a Santa Fiora di masterclass e workshop, di ottoni e sax, dal 9 all’11 agosto. Altra novità interessante è l’intervento, all’interno della Fiera del 29 luglio, di due Street Band, I Wanna Gonna Show e Large Street band. Tra i protagonisti anche Simone Cristicchi che si esibirà il 20 agosto con il Coro dei Minatori. Tutto il programma su (http://www.santafiorainmusica.com/).
 Santa Fiora

Il paese di Santa Fiora, posto sul versante occidentale del Monte Amiata, è un borgo medievale che dall’altezza dei suoi 687 m s.l.m. domina la sottostante valle solcata dal fiume Fiora. Come altri comuni della zona offre strutture ricettive, attrezzature sportive e di svago, ampi parchi e giardini; ma soprattutto mantiene alcune delle testimonianze artistiche e storiche più significative del territorio come le terrecotte rinascimentali di Andrea della Robbia conservate nelle suggestive chiese e conventi. Nella parte bassa del borgo troviamo la “Peschiera” – affascinante laghetto circondato da un ampio giardino alberato – dove si raccolgono le limpide acque del fiume Fiora prima di essere convogliate nell’acquedotto che con i suoi 1.000 litri al secondo di portata è il più grande della Toscana meridionale. Fanno parte del comune le frazioni di Marroneto e Bagnolo a est – da dove si può proseguire verso i boschi dell’Amiata e, in inverno, accedere alle piste da sci. A ovest troviamo Bagnore con la sorgente minerale dell’Aquaforte. A sud la frazione di Selva con il convento della SS. Trinità.
Come raggiungere Santa Fiora...

Nessun commento:

Posta un commento