La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

sabato 20 ottobre 2012

Il cinema di Democratica: si parte il 29 ottobre con Rosi

Roma 29 ottobre: Salvatore Giuliano, di Franco Rosi
Torna il cinema di Democratica, primo appuntamento e dibattito con l'autore
 
 

Il cinema di Democratica: si parte il 29 ottobre con Rosi

Democratica | Saranno "Salvatore Giuliano" e il suo regista ad aprire il nuovo ciclo curato da Gianni Borgna

Dopo gli appuntamenti della scorsa stagione torna il cinema di Democratica. Quest'anno la Fondazione promuove un ciclo di film dal titolo "Il cinema poetico-politico in Italia". Con questa espressione si intende parlare del cinema apparso immediatamente dopo il neorealismo, tra la fine degli anni '50 e i primi anni '60.
Un cinema "engagé" ma non di propaganda, di impegno civile ma problematico e particolarmente attento al linguaggio e allo stile. In un certo senso già Fellini si situa in questo clima, ma l'artista che più d'ogni altro ne interpreta al meglio le istanze è il Pasolini dei primi film romani, da "Accattone" a "Uccellacci e uccellini".
Più o meno nello stesso periodo appaiono "Salvatore Giuliano" e "Le mani sulla città" di Rosi, "Un uomo da bruciare" e "Sovversivi" di Paolo e Vittorio Taviani, e poi "Prima della rivoluzione" di Bertolucci, "I pugni in tasca" di Bellocchio, "I cannibali" e "Milarepa" della Cavani. Negli anni '70 Scola firma "Una giornata particolare", negli anni '80 Moretti propone "La messa è finita" e "Palombella rossa" e Gianni Amelio "Colpire al cuore", fino ad arrivare ai nostri giorni con "I cento passi" di Marco Tullio Giordana,"Romanzo criminale" di Michele Placido, e altri ancora: tra questi i film di due giovani autrici, Susanna Nichiarelli e Costanza Quatriglio. Questo primo ciclo presenterà solo titoli di autori viventi, che saranno generalmente presenti al dibattito che seguirà la proiezione del film
Il ciclo partirà il 29 ottobre (ore 2030, Teatro de' Servi, via del Mortaro 22) con "Salvatore Giuliano" capolavoro di Francesco Rosi. A parlare del film, dopo la proiezione, ci sarà proprio il regista insieme a Gianni Borgna, curatore del ciclo.
Gli appuntamenti successivi sono questi:
26 novembre "Una giornata particolare" di Ettore Scola
partecipa Ettore Scola
10 dicembre "I sovversivi" di Paolo e Vittorio Taviani
partecipano i fratelli Taviani


Nessun commento:

Posta un commento