La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

mercoledì 23 aprile 2014

COME PAROLE CHE FUGGONO



COME PAROLE CHE FUGGONO (laboratorio)
a cura di Gaetano Marino
progetto di intervento, studio e pratica del linguaggio teatrale

rivolto a tutti

IL TEATRO RENDE VISIBILE L'INVISIBILE
Lo scopo di questo programma di laboratorio non è di imporvi uno stile o un registro, ma quello di fornirvi un metodo di lavoro che vi renda autonomi nell'affrontare un testo, la scena e tutto ciò di cui si occupa la vita sia nell'arte che nelle professioni che richiedano l'uso e il controllo della voce e dell'emotività.
Per ottenere questo, dovremo prima di tutto fare un lavoro su noi stessi.
Dovremo:
- conoscere meglio il nostro respiro e le sue complicate e trascurate vicende.
- utilizzare la nostra fantasia in modo creativo.
- entrare in contatto con quella che è la nostra emotività, al fine di creare, un personaggio/significato ricco, complesso, credibile, più reale della vita stessa.

Un uomo vivo, nato da voi stessi.

INFO
tel.3491051841

PROGRAMMA
- Esercizi di respirazione, rilassamento e recupero della voce.
- Esercizi di controllo emotivo e dinamico.
- Ascolto della parola che si fa azione, conduzione e sviluppo del sentimento emotivo.
- Lettura, analisi, e drammatizzazione del testo.
- Emozione, nascita e vita autonoma del personaggio e della sua storia.
- Riscrittura e interpretazione del proprio testo, drammatizzazione.
- Esercizi del linguaggio teatrale con eventuale esito scenico (spettacolo)

I vostri sentimenti sono il punto di partenza. Da qui, andremo avanti. Questo è il terreno su cui semineremo ciò che è nostro, la nostra emotività. Verrà, poi, il momento di curare ciò che spunta dal terreno, vale a dire imparare a creare e a controllare il nostro personaggio un poco alla volta.
Quindi, prendere questa creatura bizzarra e adeguarla ai tempi e ai modi del proprio lavoro, che non sarà necessariamente solo teatrale.
- L'arte e la tecnica della comunicazione interpretativa è applicabile in svariati campi professionali. -
Infine, il compito più importante: raggiungere una sensibilità interiore ed esteriore che ci permetta di comunicare davvero al pubblico ciò che abbiamo dentro e che vogliamo dire.

INFO

DOVE e QUANDO
- spazio: nei locali di Isolateatro, a Quartu Sant'Elena, in via Danimarca, 4
- giorni: lunedì e giovedì, dalle 20 alle 22,00

PERIODO
dal 5 maggio al 30 giugno 2014 - 17 incontri - 40 ore

COSTO
- 100 euro (in due rate).

COSA SERVE
- abbigliamento comodo,
- scarpe per libero movimento o da ginnastica, 
- copertina o tappetino per le attività di rilassamento,
- materiale per appunti e note,
- il libro della tua vita.


gaetano marino
tel. 349 10 51 841
skypename: bandamarino

Nessun commento:

Posta un commento