La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

mercoledì 23 aprile 2014

FIGLI D'ARTE MEDAS-GIANLUCA MEDAS E DINTORNI

Don Micheli Obinu, Unu Rivolutzionariu Sardu de Gianluca Medas - (Gianluca Medas, Andrea Congia, Cuncordu Lussurzesu, Cuncordu Aidos) - Giòbia 24 Abrile 2014 - Santu Lussùrgiu (OR)
SARDU
DON MICHELI OBINU - UNU RIVOLUTZIONARIU SARDU de Gianluca Medas
Ispetàculu de Narratzione cun Cantzones e Mùsica
Giòbia 24 Abrile 2014 oras 19:00
Salone de su Tzentru de Cultura Populare - Carrela Roma - Santu Lussùrgiu (OR)
Bullete Unicu 1 euro
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - boghe narrante
Andrea Congia - chitarra clàssica
Cuncordu Lussurzesu - boghes
Cuncordu Aidos - boghes
Testos de sas Cantzones de Mimmiu Maicu

S’ammentu de Santu Lussùrgiu de don Micheli ObinuFigli d’Arte Medas e Aidos proponent un’ispetàculu pro ammentare s’istòria de su preideru lussurgesu, protagonista de sos motos de fine Setighentos. Apuntamentu giòbia 24 arbile in su Salone de su Tzentru de Cultura Populare. In su palcu Gianluca Medas, Andrea Congia, Su Cuncordu Lussurzesu e Su Cuncordu Aidos
Fide, rivolutzione, e amore pro sa terra sua. Sunt custos sos temas de importu de s’ispetàculu Don Micheli Obinu - Unu Rivolutzionàriu Sardu, propostu pro giòbia 24 de abrile a Santu Lussùrgiu (bidda nadia de su preideru) dae s’Associazione Figli d’Arte Medas cun sa collaboratzione de s’Associazione Culturale Aidos. Sa rapresentatzione, una narratzione cun mùsica e cantzones, at a èssere portada in iscena a sas 19 oras in su Salone de su Tzentru de Cultura Populare in carrela de Roma: in su palcu s’autore Gianluca Medas, acumpagiadu dae sas notas a chitarra de Andrea Congia e dae sos Cuncordu Lussurzesu e Cuncordu Aidos.
Un’itineràriu articuladu a su tempus de sas rivolutziones in Sardigna at a èssere s’ocasione pro contare s’istòria de su preideru lussurgesu, amigu de Giomaria Angioy, protagonista de sos motos antifeudales de sa fine de su Setighentos e custrintu, pro sos ideales suos, a s’esìliu in Frantza.
Bullete ùnicu 1€.
S’Ispetàculu
Un’itineràriu articuladu a su tempus de sas Rivolutziones in Sardigna est s’ocasione pro contare s’istòria de Don Micheli Obinu, su preideru protagonista de sos Motos Rivolutzionàrios Sardos de sa fine de su Setighentos contra sos privilègios feudales, custrintu pro sos Ideales suos a lassare sa Terra sua. Intre Paràula e Mùsica su contadore Gianluca Medas torrat a fàghere bìvere sos avenimentos de sos Tres Annos Rivolutzionòrios Sardos, acumpangiadu dae sas notas lestras de sa chitarra de Andrea Còngia e dae sos càntigos de su Cuncordu Lussurzesu e de su Cuncordu Aidos.
Micheli Obinu (Santu Lussùrgiu 1769 - Parigi 1839)
Preideru lussurgesu, Acadèmicu de su Rennu de Sardigna, leat sa Càtedra de Decretales in s’Universidade de Tàtari. Tenende ideales Illuminìsticos, divenit figura de importu mannu a su tempus de sos Motos Rivolutzionàrios Sardos e, amigu de Giomaria Angioy, dd’agiudat a si fuire a pustis de sa rivolta populare faddida. Acusadu de àere fomentadu sos tumultos Sassaresos e àere bogadu a campu sos paperis rivolutzionàrios “Achille della Sarda Liberazione” e “I sentimenti del vero patriota sardo che non adula Cagliari” est custrintu a primu a si cuare e in fines a s’Esìliu in Frantza.
SOS ARTISTAS
Associazione Figli d’Arte Medas
Nàschida in su 1990 gràtzias a Gianluca Medas, s’Associatzione portat a dae in antis unu percursu polièdricu in su cale Cultura Populare, Teatru de Narratzione e Mùsica costituint sas caraterìsticas estèticas prus de importu. Progetos diferentes ant leadu forma, in su tempus, e ant giuìghidu sa Cumpangia a èssere reconnota dae su Ministèriu de sa Cultura de sa Repùblica Italiana. Intre sas atividades prus reghentes tres Rassegnas de importu culturale mannu: su Festival della Storia, sa Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, contadore, iscritore, atore e autore, at cumpudadu possibilidades meda de sa comunicatzione giuighende a in antis una chirca chi andat dae s’àmbitu teatrale a cussu televisivu, sena trascurare su setore editoriale e cussu cinematogràficu. Nàschidu in s’ùnica Famìlia de Arte Sarda, cussa de sos Medas, giai dae su 1985 traballat in manera ativa pro tènnere in vida sa traditzione artìstica de famìlia aprofundende unu percursu dedicadu a su Teatru de Narratzione e impinnànde?si finas in sa realizatzione de progetos noos ispirados a sa Cultura Populare.
Andrea Congia
Laureadu in Filosofia est pro leare sa laùrea in Etnomusicologia in su Conservatòriu de Casteddu. Chitarrista (chitarra clàssica, baritono e fretless), autore e interprete in sas formatziones musicales isperimentales Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Dae annos est sighende su caminu de sa coniugatzione intre Paràula e Mùsica collaborende cun artistas meda chi benint dae ambientes musicales e teatrales sardos in particulare manera in sa diretzione artìstica de sa Rassegna di Spettacolo Significante.
Su Cuncordu Lussurzesu
Nàschidu in su 1984, su cuncordu at cumentzadu a cantare in àmbitu locale, leende parte carchi borta finamentas a unas cantas funtziones de sa Chida Santa, comente sa “Novena de Sete Dolores” e “Su Nazarenu” de su Martis Santu. In su 1995 at cumentzadu s’atividade cuncertìstica pròpia, presentende.si in logos meda de Sardigna, de Italia e de Europa. Dae su 1997 a oe at promòvidu sa manifestatzione Càntigos in Carrela. A su presente su cuncordu cantat totu su repertòriu sagradu e profanu de sa traditzione lussurzesa. Su Cuncordu Lussurzesu est cumpostu dae: Giovanni Mura - Cuntraltu, Gino Leoni - Bassu, Giovanni Meloni - Contra, Simone Riggio - Oghe.
Cuncordu Aidos de Santu Lussùrgiu
Nàschidu in intro de s’Associazione dae sa cale leat su nòmene, su Cuncordu Aidos est cumpostu dae bàtoro giovanos cantadores: Gianni Licheri - oghe, Salvatore Beccu - contraltu, Giuseppe Marras - Contra, Gabriele Soru - Bassu. Su Cuncordu, leende a modellu sas maneras antigas de sos  càntigos de sa bidda, si dèdicat a su repertòriu Sagradu e Profanu lussurzesu.
Associazione Culturale Aidos
331.3775776
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufitziu Istampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

ITALIANO
DON MICHELE OBINO - UN SARDO RIVOLUZIONARIO di Gianluca Medas
Spettacolo di Narrazione con Canti e Musiche
Giovedì 24 Aprile 2014 ore 19:00
Salone del Centro di Cultura Popolare - Via Roma - Santu Lussurgiu (OR)
Biglietto Unico 1 euro
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - voce narrante
Andrea Congia - chitarra classica
Cuncordu Lussurzesu - voci
Cuncordu Aidos - voci
Testi dei Canti di Mimmiu Maicu
L’omaggio di Santu Lussurgiu a don Michele ObinoFigli d’Arte Medas e Aidos propongono uno spettacolo per ricordare la storia del sacerdote lussurgese, protagonista dei moti di fine Settecento. Appuntamento giovedì 24 aprile nel Salone del Centro di Cultura Popolare. In scena Gianluca Medas, Andrea Congia, Cuncordu Lussurzesu e Cuncordu Aidos
Fede, rivoluzione, e amore per la terra natia. Sono questi i temi principali dello spettacolo Don Michele Obino - Un Sardo Rivoluzionario, proposto giovedì 24 aprile a Santu Lussurgiu (paese di nascita dell’ecclesiastico) dall’Associazione Figli d’Arte Medas in collaborazione con l’Associazione Culturale Aidos - Santu Lussurgiu. La rappresentazione, una narrazione con musiche e canti, sarà portata in scena alle ore 19 nel Salone del Centro di Cultura Popolare di via Roma: sul palco l’autore del testo, Gianluca Medas, accompagnato dalle note della chitarra di Andrea Congia e dai canti dei cori Cuncordu Lussurzesu e Cuncordu Aidos.
Un articolato itinerario nell’età delle rivoluzioni in Sardegna sarà il pretesto per raccontare la storia del sacerdote lussurgese, amico di Giovanni Maria Angioy, protagonista dei moti antifeudali di fine Settecento e costretto, per i suoi ideali, all’esilio in Francia.
Biglietto unico 1€.
Lo Spettacolo
Un articolato itinerario nell’Età delle Rivoluzioni in Sardegna diviene pretesto per raccontare la storia di Don Michele Obino, il sacerdote protagonista dei Moti Rivoluzionari Sardi di fine Settecento contro i privilegi feudali, costretto per i suoi Ideali ad abbandonare la propria Terra. Tra Parola e Musica il narratore Gianluca Medas ripercorre gli avvenimenti del Triennio Rivoluzionario Sardo, accompagnato dalle incalzanti note della chitarra di Andrea Congia e dai preziosi canti del Cuncordu Lussurzesu e del Cuncordu Aidos.
Michele Obino (Santu Lussurgiu 1769 - Parigi 1839)
Ecclesiastico lussurgese, Accademico del Regno di Sardegna, assume la Cattedra di Decretali dell’Università di Sassari. Di ideali Illuministici, diviene figura di primo piano durante i Moti Rivoluzionari Sardi e, amico Giovanni Maria Angioy, lo aiuta nella fuga a seguito della fallita rivolta popolare. Accusato di aver fomentato i tumulti Sassaresi e aver fatto circolare gli opuscoli rivoluzionari “Achille della Sarda Liberazione” e “I sentimenti del vero patriota sardo che non adula Cagliari” è costretto dapprima alla macchia e infine all’Esilio in Francia.
GLI ARTISTI
Associazione Figli d’Arte Medas
Nata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.
Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.
Cuncordu LussurzesuFormatosi spontaneamente nel 1984, il coro ha iniziato ad esibirsi in ambito locale, intervenendo occasionalmente anche ad alcune funzioni della Settimana Santa, quali la “Novena de Sette Dolores” e “Su Nazarenu” del Martedì Santo. Nel 1995 ha iniziato la propria attività concertistica, esibendosi in numerose località della Sardegna, dell’Italia e dell’Europa. Dal 1997 ad oggi è stato promotore della manifestazione Cantigos in Carrela. Attualmente il coro esegue per intero il repertorio sacro e profano della tradizione lussurgese. La formazione del coro è composta da: Giovanni Mura - Cuntraltu, Gino Leoni - Bassu, Giovanni Meloni - Contra, Simone Riggio - Oghe.
Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu
Nato spontaneamente all'interno dell'Associazione dalla quale prende il nome, Il Coro Cuncordu Aidos è composto da quattro giovani cantori: Gianni Licheri (voce), Salvatore Beccu (contralto), Giuseppe Marras (contra), Gabriele Soru (basso). Il Coro, rifacendosi ai modi antichi del canto caratteristico del paese, si dedica al repertorio Sacro e Profano lussurgese.
Info e Contatti
Associazione Culturale Aidos - Santu Lussurgiu
Cell: 331.3775776
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

L'Anarchico Schirru di Giuseppe Fiori - (Gianluca Medas, Andrea Congia) - Venerdì 25 Aprile 2014 - Aritzo (NU)
L’ANARCHICO SCHIRRU di Giuseppe Fiori
Adattamento e Drammaturgia di Gianluca Medas
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
Venerdì 25 Aprile 2014 ore 19:00
Piazzetta Rossa - Aritzo (NU)
Ingresso Libero
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - voce narrante
Andrea Congia - chitarra classica
“L’Anarchico Schirru” in scena il 25 aprile ad Aritzo
In occasione dell’anniversario della liberazione, i Figli d’Arte Medas ricordano la vicenda dell’uomo giustiziato dal fascismo. Appuntamento alle 19 nella piazzetta Rossa. Sul palco Gianluca Medas e Andrea Congia
Venticinque aprile ad Aritzo per i Figli d’Arte Medas. Nell’anniversario della liberazione d’Italia dal nazifascismo, la Compagnia guasilese porta in scena “L’Anarchico Schirru” di Giuseppe Fiori, narrazione con musiche di scena interpretato da Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale della chitarra di Andrea Congia. L’evento, promosso dalla sezione di Aritzo dell’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, si terrà nella piazzetta Rossa e inizierà alle ore 19.
Lo Spettacolo
Quella di Michele Schirru è la storia di una Persona, di un Popolo, di una Comunità. La dimostrazione che i Totalitarismi, in grado di controllare i meccanismi dell’informazione, possono deformare la verità. Micro-storia e macro-storia si fondono in un affresco letterario novecentesco puntuale, denso e ritmato trasfigurato in uno Spettacolo in cui protagoniste sono ancora la Parola e la Musica. Una riflessione sonora sulla libertà. Memoria e cronaca si fanno pulsante canto, graffiante battito, irriverente stridere di voci del passato, del presente e del futuro.
Il Libro
L’Anarchico Schirru di Giuseppe Fiori racconta di Michele Schirru, anarchico sardo, che nel 1931 venne condannato a morte dal Tribunale Speciale del Fascismo per aver pensato di uccidere Benito Mussolini. Pubblicato nel 1983 è diventato un piccolo classico della storiografia italiana, animato da una scrittura attenta alla ricostruzione delle posizioni interne all’Antifascismo nei confronti delle azioni terroristiche e del tirannicidio: da un lato il desiderio di condurre la più dura opposizione al regime, dall’altro la necessità di innescare processi profondamente democratici.
Giuseppe Fiori (Silanus 1923 - Roma 2003)
Giornalista, scrittore e politico italiano. Laureatosi in Giurisprudenza, intraprese la carriera lavorando dapprima all’Unione Sarda e poi passando alla sede Rai di Cagliari. Direttore di Paese Sera fu anche Senatore della Sinistra Indipendente per ben tre legislature. Uomo colto e profondo e vigile indagatore della società che lo circondava, fu autore di numerosi libri. Di grande rilievo sono state le grandi biografie politiche in cui colse gli aspetti più caratterizzanti dei suoi “personaggi”, tra questi, Gramsci, Lussu, Berlinguer.
GLI ARTISTI
Associazione Figli d’Arte Medas
Nata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: Il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.
Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.
Info e Contatti
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

La Grande Madre, Contus e Cantus dall'Isola, La Rivoluzione Sarda di Gianluca Medas - (Gianluca Medas, Andrea Congia, Coro Padentes Desulo) - Sabato 26 Aprile 2014 - Desulo (NU)
LA GRANDE MADRE - CONTUS E CANTUS DALL’ISOLA
La Rivoluzione Sarda di Gianluca Medas
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
Sa Die de sa Sardigna
Sabato 26 Aprile 2014 ore 19:30
Chiesa Sant’Antonio Abate - Via Lamarmora - Desulo (NU)
Ingresso Libero
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - voce
Andrea Congia - chitarra classica
Coro Padentes Desulo - voci

“La Grande Madre”, a Desulo il racconto dei moti rivoluzionari sardi
In occasione de Sa Die de sa Sardigna, la Compagnia guasilese porta in scena le imprese di Giovanni Maria Angioy durante la rivoluzione sarda. Appuntamento sabato 26 aprile alle 19:30 nella Chiesa Sant’Antonio Abate di via Lamarmora
È previsto per sabato 26 aprile alle ore 19:30, nella Chiesa Sant’Antonio Abate di Desulo (NU), lo spettacolo La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - La Rivoluzione Sarda, narrazione con canti e musiche scritta e interpretata da Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale della chitarra classica di Andrea Congia e le voci del Coro Padentes Desulo. L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Padentes Desulo in collaborazione con il Comune di Desulo e il Centro Commerciale Naturale Gennargentu, prevede l’ingresso libero.
La rappresentazione racconta numerosi aspetti storici e politici legati al triennio rivoluzionario sardo (1974-1976): dalle imprese di Giovanni Maria Angioy, protagonista dei moti contro i privilegi feudali, ai tentativi delle truppe francesi di soggiogare la Sardegna, alla ribellione del 28 aprile 1794 per contrastare la dominazione piemontese.
Lo Spettacolo
Un viaggio nella Storia, nella Narrativa, nella Poesia e nella Tradizione Sarda per raccontare a tutti il cuore della nostra Isola. Un malinconico e al contempo festoso itinerario, tra Parola e Musica, nelle radici profonde, antiche e preziose della nostra Terra. Memoria, identità, appartenenza e nostalgia si mescolano nella vibrante narrazione di Gianluca Medas, nelle suggestive musiche della chitarra di Andrea Congia. Per raccontare la Madre che ognuno di noi, per quanto lontano, non può mai dimenticare: la Sardegna.
La Rivoluzione Sarda
Dalle imprese dell’illustre Patriota Giovanni Maria Angioy, protagonista dei Moti Rivoluzionari Sardi del 1794 - 1796 contro i privilegi feudali, ai tentativi delle Truppe Francesi di soggiogare la Sardegna, protetta e salvata per intercessione di Sant’Efisio, alla Ribellione del 28 Aprile 1794 del Popolo Sardo per contrastare la Dominazione Piemontese. La dedizione nel divulgare le tante verità custodite dall'Isola, conduce l'attore Gianluca Medas a ripercorrere, tra Parola e Musica, gli avvenimenti e le vicende del Triennio Rivoluzionario Sardo, accompagnato dalle incalzanti note della chitarra di Andrea Congia e dai canti del Coro Padentes Desulo.
GLI ARTISTI
Associazione Figli d’Arte Medas
Nata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: Il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.
Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.
Coro Padentes Desulo
Nato nel 2001, erede dello storico Coro di Desulo, il Coro Padentes Desulo coltiva la passione per la musica popolare, veicolo per la diffusione e la salvaguardia delle tradizioni, della cultura e della Lingua Sarda. Diretto dal Maestro Yvano Argiolas e composto da venti coristi, si dedica alla musica di ispirazione popolare a quattro voci maschili. Partecipando attivamente a tutte le manifestazioni culturali, religiose e tradizionali organizzate nel territorio Desulese, vanta numerosi interventi a livello sardo, italiano e internazionale.
Info e Contatti
Comune di Desulo
347.2952615 - info@comune.desulo.nu.it - padentes@yahoo.it
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

I Cinquanta Giorni, Dalla Morte di Cristo a Pentecoste di Gianluca Medas - (Gianluca Medas, Andrea Congia, Cuncordu 'e Santu Nigola) - Domenica 27 Aprile 2014 - Aggius (OT)
I CINQUANTA GIORNIDALLA MORTE DI CRISTO A PENTECOSTE di Gianluca Medas
Spettacolo di Narrazione con Canti e Musiche
Domenica 27 Aprile 2014 ore 18:00
Chiesa Parrocchiale Santa Vittoria Vergine Martire - Via Parrocchia 1 - Aggius (OT)
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - voce narrante
Andrea Congia - chitarra classica
Cuncordu ‘e Santu Nigola - voci
I Medas ad Aggius con “I Cinquanta Giorni” di Gesù Cristo
Il racconto dalla morte e resurrezione sino alla Pentecoste. Appuntamento domenica 27 aprile, ore 18, nella Chiesa Parrocchiale Santa Vittoria Vergine Martire. Sul palco Gianluca Medas, Andrea Congia e il coro Cuncordu ‘e Santu Nigola
Appuntamento gallurese con i Figli d’Arte Medas. La Compagnia guasilese sarà di scena ad Aggius domenica 27 aprile con I Cinquanta Giorni - Dalla Morte di Cristo a Pentecoste, narrazione con canti e musiche scritta e interpretata da Gianluca Medas con l’accompagnamento della chitarra classica di Andrea Congia e le voci del coro Cuncordu ‘e Santu Nigola. L’appuntamento è fissato per le ore 18 nella Chiesa Parrocchiale Santa Vittoria Vergine Martire di via Parrocchia 1.
Lo Spettacolo
Oltre il Dolore, oltre la Croce, oltre la Morte, oltre la Resurrezione: i cinquanta giorni di Cristo in terra. L’Ascesa al Cielo e il compimento della Storia della Salvezza: la Discesa dello Spirito Santo, la Pentecoste. Tra Parola e Musica, il racconto del compimento dell’Uomo, del suo intimo incontro con Dio, attraverso la profonda voce del narratore Gianluca Medas accompagnato dai caldi sfondi della chitarra di Andrea Congia e dai canti in Lingua Logudorese del Cuncordu ‘e Santu Nigola.
GLI ARTISTI
Associazione Figli d’Arte Medas
Nata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.
Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.
Cuncordu ‘e Santu Nigola
Nato nel 1994 il Cuncordu ‘e Santu Nigola cerca di recuperare l’antico canto Nughedese a quattro voci. Conosciuto anche oltre i confini regionali è da sempre impegnato nel recupero delle tradizioni e nel coinvolgimento delle nuove generazioni. Attualmente è composto da 12 elementi, di cui quattro giovanissimi, impegnati ad apprendere la tecnica del canto a “Cuncordu”. Nel 2009 la realizzazione di un CD BOOK intitolato “Sa passione”, curato dall’Etnomusicologo Marco Lutzu con la prefazione del Professor Ignazio Macchiarella.
Info e Contatti
Comune di Aggius
Gian Piero Leoni 320.4315704
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

La Grande Madre, Contus e Cantus dall'Isola, La Rivoluzione Sarda di Gianluca Medas - (Gianluca Medas, Andrea Congia) - Lunedì 28 Aprile 2014 - Capoterra (CA)
LA GRANDE MADRE - CONTUS E CANTUS DALL’ISOLA
La Rivoluzione Sarda di Gianluca Medas

Spettacolo di Narrazione con Canti e Musiche
Sa Die de sa Sardigna
Memorias e sonos de Sardigna
Percorso storico, narrativo e musicale
Lunedì 28 Aprile 2014 ore 20:30
Casa Spadaccino - Località Su Loi - Capoterra (CA)
Ingresso Libero
Associazione Figli d’Arte Medas
Gianluca Medas - voce
Andrea Congia - chitarra classica
Sa Die dei Medas, in scena i moti rivoluzionari sardi
Lunedì 28 aprile a Capoterra, la Compagnia guasilese racconta le imprese di Giovanni Maria Angioy durante la rivoluzione in Sardegna. Appuntamento alle 20:30 nella Casa Spadaccino in Località Su Loi
In occasione de Sa Die de sa Sardigna, lunedì 28 aprile a Capoterra (CA), i Figli d’Arte Medas portano in scena La Grande Madre - Contus e Cantus dall’isola - La Rivoluzione Sarda, spettacolo di narrazione con canti e musiche scritto e interpretato da Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale della chitarra classica di Andrea Congia. L’inizio della rappresentazione è previsto per le ore 20:30 nella cornice della Casa Spadaccino in località Su Loi. L’evento, organizzato dall’Associazione Osidea Onlus con il patrocinio del Comune di Capoterra, prevede l’ingresso libero.
La spettacolo racconta numerosi aspetti storici e politici legati al triennio rivoluzionario sardo (1974-1976): dalle imprese di Giovanni Maria Angioy, protagonista dei moti contro i privilegi feudali, ai tentativi delle truppe francesi di soggiogare la Sardegna, alla ribellione del 28 aprile 1794 per contrastare la dominazione piemontese.
Lo Spettacolo
Un viaggio nella Storia, nella Narrativa, nella Poesia e nella Tradizione Sarda per raccontare a tutti il cuore della nostra Isola. Un malinconico e al contempo festoso itinerario, tra Parola e Musica, nelle radici profonde, antiche e preziose della nostra Terra. Memoria, identità, appartenenza e nostalgia si mescolano nella vibrante narrazione di Gianluca Medas, nelle suggestive musiche della chitarra di Andrea Congia. Per raccontare la Madre che ognuno di noi, per quanto lontano, non può mai dimenticare: la Sardegna
Il Progetto Editoriale
La Grande Madre è uno Show trasversale, un percorso plurimediatico volto a raccontare la Cultura Popolare attraverso forme artistiche e mezzi di comunicazione differenti. Dallo Spettacolo Live al Piccolo Schermo: il Racconto del Popolo. Nel Febbraio del 2014 diviene Programma Televisivo su Videolina, scritto da Gianluca Medas con la collaborazione di Tore Cubeddu, per la regia di Angelo Palla. Tra Narrazioni, Canti, Musiche e Balli, un dolce e amaro mosaico di testimonianze letterarie e storiche. La Donna, la Vita di Pastori e Contadini, la Storia, il Sacro e il Profano della Sardegna costituiscono i temi attraverso i quali immergersi nella Tradizione.
La Rivoluzione Sarda
Dalle imprese dell’illustre Patriota Giovanni Maria Angioy, protagonista dei Moti Rivoluzionari Sardi del 1794 - 1796 contro i privilegi feudali, ai tentativi delle Truppe Francesi di soggiogare la Sardegna, protetta e salvata per intercessione di Sant’Efisio, alla Ribellione del 28 Aprile 1794 del Popolo Sardo per contrastare la Dominazione Piemontese. La dedizione nel divulgare le tante verità custodite dall'Isola, conduce l'attore Gianluca Medas a ripercorrere, tra Parola e Musica, gli avvenimenti e le vicende del Triennio Rivoluzionario Sardo, accompagnato dalle incalzanti note della chitarra di Andrea Congia.
GLI ARTISTI
Associazione Figli d’Arte MedasNata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: Il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.
Andrea Congia
Laureato in Filosofia e laureando in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari. Chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Grande Madre Band. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo Significante.
Info e Contatti
Associazione OSIDEA Onlus
070.6848168 - osideaonlus@gmail.com
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

Aperte le Iscrizioni al nuovo Laboratorio Teatrale Realithing RE-OPERA
Figli d’Arte Medas, aperte le iscrizioni al Laboratorio Teatrale “Realithing RE-OPERA”Si parte lunedì 5 maggio, conclusione a settembre. Lezioni ogni lunedì al Teatro Sant’Eulalia a Cagliari. Previsti 4 workshop di approfondimento. Didattica 2014 incentrata sulle opere liriche. Esito scenico in autunno all’interno della rassegna Famiglie d’Arte 2014
“Re-Opera”. È questo il titolo della quarta edizione di “Realithing”, il laboratorio teatrale organizzato dall’Associazione Figli d’Arte Medas, tenuto da Gianluca Medas, direttore artistico della Compagnia, e incentrato quest’anno sul tema delle opere liriche, connubio per eccellenza tra teatro e musica.
LA DIDATTICA - Le lezioni, in programma ogni lunedì dalle ore 20 alle 22 al Teatro Sant’Eulalia a Cagliari, inizieranno il 5 maggio e termineranno, dopo la pausa estiva ad agosto, nel mese di settembre con la preparazione dell’esito scenico previsto a ottobre all’interno della ventesima edizione della rassegna Famiglie d’Arte, la più longeva manifestazione organizzata dalla Compagnia. Lo spettacolo portato in scena sarà “Figaro” di Gianluca Medas, liberamente tratto da “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini (su libretto di Cesare Sterbini). La didattica 2014 sarà arricchita da workshop mensili (aperti anche ai non iscritti) tenuti da importanti docenti provenienti dal mondo del teatro e della cultura: la sarta Federica Demontis si occuperà di costumistica, l’attore e regista Carlo Antonio Angioni terrà un workshop sulle tecniche di recitazione, la danzatrice e coreografa Debora Fadda si concentrerà su danza e presenza scenica mentre la make-up artist Bianca Isa Pretti spiegherà le tecniche del trucco teatrale.
IL LABORATORIO - Realithing si basa sull’improvvisazione e la ricerca della naturalezza attraverso il background che ognuno possiede, per raggiungere un maggiore coinvolgimento emotivo che guidi l’interpretazione: fatti di cronaca o ricordi personali forniranno lo spunto da cui partire per realizzare una drammaturgia che tenga conto delle personalità dei personaggi evocati.
MODALITA' - La quota d’iscrizione al laboratorio è di 30€, con un mensile di partecipazione di 50€. I singoli workshop sono aperti anche ai non iscritti al laboratorio: in questo caso la quota di partecipazione è di 30€. Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione “Laboratori” all’interno del sito internet www.figlidartemedas.org .
Info e Contatti
Associazione Figli d’Arte Medas
Responsabile del Laboratorio: Giulia Virdis - 340.2632283 -organizzazione.figlidartemedas@gmail.com
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

Grande Madre si prepara per il Tour Primavera/Estate 2014
La Grande Madre è pronta al Tour 2014

Dopo la trasmissione su Videolina e i primi spettacoli live, l’Associazione Figli d’Arte Medas è pronta a portare in tour lo show di punta della programmazione artistica 2014: “La Grande Madre”. In un percorso articolato e trasversale volto a raccontare la cultura popolare sarda attraverso forme artistiche differenti, Gianluca Medas e la Grande Madre Band, guidata dal chitarrista Andrea Congia, conducono gli spettatori in un viaggio nella narrativa, nella poesia e nella tradizione per esplorare, tra memoria, identità e nostalgia, il cuore della Madre che ognuno di noi, per quanto lontano, non può mai dimenticare: la Sardegna.

Un mosaico di testimonianze letterarie e storiche che attende solo di essere ammirato nei teatri, nelle piazze e nelle feste della nostra Isola durante la primavera e l’estate 2014.
 
Info e Contatti
Associazione Figli d’Arte Medas
Booking: Silvia Cei - 334.1107822 - booking@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa: Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

Prosegue In Cambarada - Sapori, Parole e Musiche al Birrificio Nuragico di Cagliari
In Cambarada
Sapori, Parole e Musiche al Birrificio Nuragico di Cagliari
Prosegue la Rassegna al Birrificio Nuragico
Riprenderà martedì 29 aprile con (Uno) Prima dell’Alba di Valentina Sulas, spettacolo di recitazione e affreschi musicali liberamente tratto da Tre volte all’Alba di Alessandro Baricco (con Valentina Sulas - voce recitante, Mauro Dedoni - pianoforte, Juri Deidda - sax tenore), il ciclo di 8 appuntamenti proposto dall’Associazione Figli d’Arte Medas in collaborazione con il Birrificio Nuragico di viale Umberto Ticca 11 a Cagliari. “In Cambarada - Sapori, Parole e Musiche al Birrificio Nuragico”, questo il nome della manifestazione, si presenta come una sfida culturale e artistica capace di far incontrare il cibo e il mondo teatrale. Gli spettacoli, previsti sempre il martedì, saranno rappresentati nel periodo compreso tra febbraio e fine maggio 2014. L’obiettivo è valorizzare il territorio e favorire l’incontro della dimensione dell’ascolto con quella del gusto.
“In Cambarada” con i Medas al Birrificio Nuragico
“In Cambarada - Sapori, Parole e Musiche al Birrificio Nuragico” è la rassegna organizzata dall’Associazione Figli d’Arte Medas nel locale cagliaritano di viale Umberto Ticca 11. Otto gli appuntamenti previsti il martedì alle 21:30
Una sfida culturale e artistica per far incontrare il mondo teatrale e la buona tavola. È questa In Cambarada - Sapori, Parole e Musiche al Birrificio Nuragico, la rassegna organizzata dall’Associazione Figli d’Arte Medas in collaborazione con il locale cagliaritano di viale Umberto Ticca 11. Otto gli spettacoli previsti che andranno in scena il martedì alle 21:30 nel periodo compreso tra febbraio e fine maggio 2014. L’obiettivo è valorizzare il territorio e favorire l’incontro della dimensione dell’ascolto con quella del gusto.
IL PROGRAMMA - Iniziata il 25 febbraio con lo spettacolo La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - Su Contu de Sant’Efis di Gianluca Medas, la rassegna prevede altri 7 spettacoli: l’11 marzo sarà la volta della narrazione di Baroni in Laguna di Giuseppe Fiori. Terzo appuntamento della manifestazione sarà il 25 marzo con Fuoco e Fiamme di Gianluca Medas, opera rock liberamente ispirata a “The Crow” di James O’Barr. Si prosegue l’8 aprile con Bellas Mariposas di Sergio Atzeni, a cui seguirà il 29 aprile (Uno) Prima dell’Alba di Valentina Sulas, spettacolo di recitazione e affreschi musicali liberamente tratto da “Tre volte all’Alba” di Alessandro Baricco. Il sesto appuntamento sarà Il Disertore di Giuseppe Dessì (13 maggio), mentre il settimo e penultimo sarà Il Cinghiale del Diavolo di Emilio Lussu (20 maggio). Concluderà la rassegna lo spettacolo La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - 12 Aprile 1970: La Ballata dei Campioni d’Italia di Gianluca Medas, narrazione con canti e musiche prevista per il 27 maggio.
GLI ARTISTI - Nel cast artistico figurano numerosi protagonisti della scena teatrale e musicale isolana: oltre a Gianluca Medas, attore e direttore artistico della Compagnia, e Andrea Congia, chitarrista e compositore, spiccano i nomi degli attori Stefano Ledda, Noemi Medas, Valentina Sulas e Carlo Antonio Angioni. Inoltre, il lato musicale sarà curato nei vari spettacoli da musicisti come Juri Deidda (sax tenore), Mauro Dedoni (pianoforte) e Eugenio Aresu (percussioni). Previsto anche l’apporto di alcune formazioni musicali quali Grande Madre Band, compagine che coniuga l’assetto di impronta occidentale con gli strumenti tradizionali sardi, Skull Cowboys, gruppo caratterizzato da un chiaro timbro rock progressive, Baska, band sperimentale che unisce sonorità dub e lo-fi, e Su Cuntzertu Antigu, ensemble etnofolk che ripropone i suoni dell’entroterra sardo.

IL PROGRAMMA
Martedì 25 Febbraio 2014 ore 21:30
La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola di Gianluca Medas
Su Contu de Sant’Efis
Spettacolo di Narrazione con Canti e Musiche
con Gianluca Medas - voce, Grande Madre Band - musiche originali
(Andrea Congia - chitarra classica, Mauro Spiga - strumenti tradizionali sardi, Mauro Pes - pianoforte/fisarmonica, Marco Loddo - basso elettrico, Roberto Matzuzzi - batteria/percussioni)
Martedì 11 Marzo 2014 ore 21:30
Baroni in Laguna di Giuseppe Fiori
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
con Stefano Ledda - voce recitante, Andrea Congia - chitarra classica, Juri Deidda - sax tenore
Martedì 25 Marzo 2014 ore 21:30
Fuoco e Fiamme di Gianluca Medas
Opera Rock liberamente ispirata a The Crow di James O'Barr
con Gianluca Medas - voce narrante, Skull Cowboys - musiche originali (Mario Pierno - chitarra elettrica, Andrea Congia - chitarra classica, Fabio Desogus - tastiere, Marco Loddo - basso elettrico, Roberto Matzuzzi - batteria/percussioni)
Martedì 8 Aprile 2014 ore 21:30
Bellas Mariposas di Sergio Atzeni
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
con Noemi Medas - voce recitante, Baska - musiche orginali (Massimo Loriga - fiati, Andrea Congia - chitarra classica, Arrogalla - live electronics)
Martedì 29 Aprile 2014 ore 21:30
(Uno) Prima dell’Alba di Valentina Sulas
Spettacolo di Recitazione e Affreschi Musicali liberamente tratto da Tre volte all’Alba di Alessandro Baricco
con Valentina Sulas - voce recitante, Mauro Dedoni - pianoforte, Juri Deidda - sax tenore
Martedì 13 Maggio 2014 ore 21:30
Il Disertore di Giuseppe Dessì
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
con Gianluca Medas - voce narrante, Andrea Congia - chitarra classica, Su Cuntzertu Antigu - musiche originali (Myriam Costeri - organetto diatonico/pipiolu; Lubna Loubani - tumbarinu; Kathrin Mura - tumbarinu, Silvia Mascia - triangolo)
Martedì 20 Maggio 2014 ore 21:30
Il Cinghiale del Diavolo di Emilio Lussu
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena
con Carlo Antonio Angioni - voce recitante, Andrea Congia - chitarra classica, Eugenio Aresu - percussioni
Martedì 27 Maggio 2014 ore 21:30
La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola di Gianluca Medas
12 Aprile 1970: La Ballata dei Campioni d’Italia
Spettacolo di Narrazione con Canti e Musiche
con Gianluca Medas - voce, Grande Madre Band - musiche originali
(Andrea Congia - chitarra classica, Mauro Spiga - strumenti tradizionali sardi, Mauro Pes - pianoforte/fisarmonica, Marco Loddo - basso elettrico, Roberto Matzuzzi - batteria/percussioni)
Info e Contatti
Birrificio Nuragico
Viale Umberto Ticca, 11 (09122) Cagliari
Tel. 070.212088 Cell 348.8557785/393.9382322
mail: barant.srl@libero.it
www.facebook.com/birrificio.nuragico
Associazione Figli d’Arte Medas
Segreteria Organizzativa: Carla Erriu - 345.3199602 - info@figlidartemedas.org
Ufficio Stampa - Matteo Mazzuzzi - 334.1107807 - ufficiostampa@figlidartemedas.org
www.figlidartemedas.org

Nessun commento:

Posta un commento