La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

lunedì 8 aprile 2013

Il violinista Sergej Krylov e l’Ensemble del Teatro Lirico concludono, mercoledì 10 aprile alle 20.30, la Stagione concertistica 2012-2013



Il violinista Sergej Krylov e l’Ensemble del Teatro Lirico concludono,
mercoledì 10 aprile alle 20.30, la Stagione concertistica 2012-2013

La Stagione concertistica 2012-2013 del Teatro Lirico di Cagliari si conclude, mercoledì 10 aprile alle 20.30 (turno A), con il diciassettesimo ed ultimo appuntamento affidato al violinista Sergej Krylov ed all’Ensemble del Teatro Lirico, composto da: Gianmaria Melis (violino), Maurizio Minore (viola), Robert Witt (violoncello), Sandro Fontoni (contrabbasso), Pasquale Iriu (clarinetto), Giuseppe Lo Curcio (fagotto), Luca Maria Leone (corno).

Il secondo programma musicale cameristico di questa Stagione concertistica prevede: Quartetto n. 8 in do minore op. 110 di Dmitrij Šostakovič; Ottetto in Fa maggiore D. 803 di Franz Schubert.

La Stagione concertistica 2012-2013 si avvale della collaborazione di: Fondazione Banco di Sardegna.

Prezzi biglietti: platea € 46,00 (settore giallo), € 39,00 (settore rosso), € 32,00 (settore blu); I loggia € 39,00 (settore giallo), € 32,00 (settore rosso), € 26,00 (settore blu); II loggia € 13,00 (settore giallo), € 13,00 (settore rosso), € 13,00 (settore blu).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo. Rimane chiusa i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo, telefono +39 0704082230 - +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube.

Sandro Fontoni - Diplomato in contrabbasso nel 1990 con Rinaldo Asuni al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. Ha frequentato corsi e stage di contrabbasso tenuti da Fernando Grillo, Stefano Scodanibbio e Dave Holland, corsi di composizione e strumentazione con Bruno Tommaso, di prassi esecutiva barocca tenuti da Walter Vestidello e Massimo Battistella, e corsi di Alexander Tecnique con Rita Spadola e Riccardo Parrucci. Ha studiato musica elettronica al Conservatorio di Musica di Cagliari con Francesco Giomi. Tra il 1990 e il 1995 ha svolto un’intensa attività cameristica, collaborando con diverse formazioni

Pasquale Iriu - Nel 1987 si diploma in clarinetto sotto la guida di Remigio Aledda al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. In seguito consegue il diploma accademico all’Accademia Superiore di Musica “Lorenzo Perosi” di Biella, dopo aver frequentato il corso triennale tenuto da Antony Pay. Si perfeziona con personalità del mondo musicale fra i quali Giuseppe Garbarino, Alessandro Carbonare, Fabrizio Meloni, Bruno Canino, Pietro Borgonovo. Nell’aprile del 2007 consegue, sempre al Conservatorio di Musica di Cagliari, il diploma accademico di secondo livello, con il massimo dei voti e la lode. Partecipa a numerosi concorsi nazionali e internazionali.


Sergej Krylov - Nato a Mosca da una famiglia di musicisti, ha tenuto il suo primo concerto pubblico all’età di sei anni, appena un anno dopo aver iniziato lo studio del violino con Volodar Bronin. Proseguiti gli studi con Sergej Kravschenko e Abram Stern alla Scuola Centrale di Musica di Mosca, ha debuttato con l’orchestra nel 1980, all’età di dieci anni, con il Concerto in la minore di Bach. Ancora giovanissimo, ha affrontato in seguito i primi impegni concertistici di rilievo, esibendosi in Russia (tra gli altri con Pavel Kogan e la Filarmonica di Mosca nel Concerto op. 64 di Mendelssohn, con Yuri Bashmet nel Souvenir de Florence di Cajkovskij, con Saulus Sondezkis e la Lithuanian Chamber Orchestra nel Concerto K. 219 di Mozart, che ha inciso a sedici anni per Melodya), in Cina, in Polonia, in Finlandia e in Germania e registrando trasmissioni per la Radio e la Televisione Sovietica. Nel 1989, dopo il primo premio al Concorso Internazionale Lipizer e un periodo di perfezionamento con Salvatore Accardo all’Accademia Walter Stauffer di Cremona, ha raggiunto fama internazionale con le vittorie al Concorso Antonio Stradivari di Cremona e al prestigioso Concorso Fritz Kreisler di Vienna. Da allora ha tenuto recital in tutto il mondo (all’Auditorium di Radio France a Parigi, alla Philharmonie di Berlino e alla Philharmonie di Monaco, al Musikverein e alla Konzerthaus di Vienna, al Megaron Centre di Atene, alla Suntory Hall di Tokyo, ai Festival di Santander e Granada, al Prague Spring Festival, al Teatro Colón di Buenos Aires e alla Scala di Milano), ottenendo ovunque grandi successi, e ha collaborato con prestigiose orchestre, quali la Vienna Symphony Orchestra, la English Chamber Orchestra, la Camerata Academica Salzburg, l’Orchestre de Chambre di Losanna, la Residenz Orchestra de L’Aia, la Filarmonica Ceca, l’Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, l’Orchestra della Radio di Lugano, gli Archi della Scala ed i Solisti Veneti, e con direttori d’orchestra del calibro di Vladimir Ashkenazy, James Judd, Jutaka Sado, Dmitry Kitaenko, Saulus Sondezkis, Zoltán Kocsis, Ralf Gothoni, Muhai Tang, Franz Welser-Most e Mstislav Rostropovich. Quest’ultimo lo ha invitato nel 2004 ad eseguire, sotto la sua direzione, il Concerto in re maggiore di Beethoven all’Auditorium Nazionale di Madrid e all’Auditorium Paganini di Parma e, in seguito al grande successo ottenuto, lo ha nuovamente invitato alla Tonhalle di Zurigo per il Concerto per violino e orchestra di ¢ Cajkovskij. Nel corso della sua carriera Krylov ha suonato inoltre, in progetti di musica da camera, con artisti quali Yuri Bashmet, Maxim Vengerov, Nabuko Imai, David Geringas, Lilya Zilberstein, Stefania Mormone ed Enrico Dindo. È stato insignito del prestigioso premio Viotti d’Oro e del Premio della Critica Cilena quale miglior interprete straniero dell’anno per la musica classica, premio assegnato anche a Mikhail Baryshnikov per la danza classica e ad Agnes Baltsa per la lirica. La sua discografia comprende registrazioni per EMI, Melodya e Agorà. Sergej Krylov suona un violino del 1747 di Giovanni Battista Guadagnini di proprietà della Fondazione Pro Canale di Milano.

Luca Maria Leone - Allievo di Augusto Bartoli (primo corno dell’Orchestra del Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Trieste), ha conseguito, da autodidatta, il diploma al Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini” di Trieste. Ha frequentato, in seguito, i corsi di perfezionamento tenuti a Portogruaro ed a Fiesole da Radovan Vlatkovic e Jozé Falout, Dale Clevenger all’isola d’Elba e Guido Corti ancora a Portogruaro. 

Giuseppe Lo Curcio - Diplomato con il massimo dei voti nel 1990 al Conservatorio Statale di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo, prosegue gli studi con Roger Birstingl (docente alla Scuola di alto perfezionamento di Ginevra), quindi con Valentino Zucchiatti (primo fagotto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano), perfezionandosi, in seguito, con i più prestigiosi solisti dello strumento quali Milan Turkovic, Sergio Azzolini, Daniele Damiano, Ovidio Danzi. Viene selezionato, prima ancora del diploma, dalle principali orchestre giovanili internazionali quali Orchestre des Jeunes de la Mediterranèe, Orchestra Internazionale di Alpe Adria, European Community Chamber Orchestra, con le quali ha avuto modo di suonare nei principali paesi dell’Unione Europea e del Mediterraneo. Parallelamente avvia la sua collaborazione con le più importanti orchestre italiane .

Gianmaria Melis - Comincia lo studio del violino sotto la guida di Paolo Marascia, proseguendo poi con George Monche, Igor Volochine, Felice Cusano e Sergey Krylov. Diplomatosi con il massimo dei voti al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari, vince il secondo premio alla rassegna nazionale violinisti del “Premio Città di Vittorio Veneto”. Ha seguito masterclass con Nicolas Chumachenco e Thomas Brandis. Successivamente entra a far parte dei corsi per professori d’orchestra dell’Orchestra Giovanile Italiana, della quale sarà primo violino di spalla per due anni. Ha collaborato con varie orchestre.

Maurizio Minore - Nato a Roma, si diploma in viola nel 1992 al Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”, sotto la guida di Paolo Centurioni. Partecipa a numerose masterclass tra cui, nel 1993-1994, quella tenuta da Giusto Cappone (già prima viola dei Berliner Philharmoniker) e frequenta i corsi di Alto Perfezionamento in viola tenuti all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma da Rainer Schmidt (1996-1998) e da Bruno Giuranna (1999-2001). 

Robert Witt - Discendente da una famiglia di musicisti, è nato a Dresden nel 1971. All’età di sei anni inizia lo studio del violoncello e si diploma a Berlino. Prosegue la sua formazione a Mosca, dove si perfeziona con Victor Simon. Ha insegnato al Conservatorio di Musica di Dresda e ha svolto un’intensa attività concertistica. Dal 2004 fa parte dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, in qualità di primo violoncello.




Pierluigi Corona
Responsabile Ufficio Stampa
Teatro Lirico di Cagliari, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari – Italia
telefono +39 0704082209 - fax +39 0704082216
stampa@teatroliricodicagliari.it - www.teatroliricodicagliari.it

Nessun commento:

Posta un commento