La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

venerdì 26 aprile 2013

MOSTRA Vittorio Granchi - Vernissage SABATO 4 MAGGIO, ore 17 Sala Pegaso - Grosseto

 




Vittorio Granchi (1908-1992) , pittore e restauratore fiorentino fu un attento cultore e iconografo dell’ Amiata territorio a partire dagli anni ’40 del Novecento, contribuendo con le sue opere a farne conoscere i valori ambientali e il patrimonio artistico anche al di fuori della Toscana. 
Figura assai nota nel campo del restauro svolse un ruolo fondamentale come membro del famoso “Gabinetto Restauri” della Soprintendenza alle Gallerie di Firenze cui dette fin dagli anni ’30 un contributo di assoluta eccellenza con interventi straordinari e ormai considerati storici - famoso quello sul Crocifisso di Cimabue alluvionato - e fu determinante per il costituirsi della “Scuola Fiorentina del Restauro”. 
Un’ articolata giornata di studi tenutasi a Firenze all’Accademia delle Arti del Disegno nel 2008 in occasione del centenario dalla nascita, ne ha messo in luce il ruolo profondamente innovativo nel campo del restauro e dell’insegnamento di questa disciplina, di cui egli fu uno dei primi maestri, ma ne ha evidenziato anche la vicenda umana ed artistica e la sua figura di pittore: un suo autoritratto è entrato recentemente a far parte della Collezione degli Autoritratti della galleria degli Uffizi. In questo contesto si inserisce il corpus delle opere amiatine che ben documentano il rapporto di particolare felicità d’ispirazione che questi luoghi hanno sempre suscitato nella sua natura di acuto osservatore e ricercatore del bello. 
 


Nessun commento:

Posta un commento