La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

venerdì 26 aprile 2013

La teoria dell’oboe e del fagotto, di Gianni Zanata


La teoria dell’oboe e del fagotto.
Non c’è modo di uscirne, ti dicono. Non c’è via, non c’è sbocco.
Non c’è niente da fare, ti dicono. Inutile, guarda, proprio inutile.
Non c’è speranza, sii realista, ti dicono. Realista, poi, il tanto che basta.
Non vedi come vanno le cose, non vedi come vanno, ti dicono. Inutile, guarda, più inutile di così.
Non capisci che tanto, uno sta a dire, a fare, non capisci, che tanto, eh, ti dicono. Stai a dire, a fare, eh.
Non avrai mica pensato che, ma dài, ma dài, ti dicono. Pensare, poi, il tanto che basta.
Non mi dire che ci avevi creduto, non mi dire che ci avevi creduto davvero, ti dicono. Ma allora sei proprio ingenuo, eh.
Non le cambi le cose, non le cambi, stanno così, mi dicono. Le cose stanno così da sempre, è inutile.
Non c’è verso, guarda, prova a cercarlo, ma tanto non c’è verso, ti dicono. Che se ci fosse, un verso, eh, da quando.
Da quando.
Già. Da quando?
Beh, ne è passato del tempo.
L’Equipe 84 aveva appena inciso quella canzone lì, quella con l’oboe e il fagotto che duettano cinguettanti.
Era ancora estate e, a pensarci bene, nessuno aveva poi così tanta fretta.

whattimeisit

Nessun commento:

Posta un commento