La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

giovedì 12 giugno 2014

Tutti i volti della musica elettronica a Terni Factory

da
  • Tusciaweb
  •  

    Cultura - Il 14 giugno, dalle 16 alle 24, installazioni nelle piazze principali e artisti di tutta Italia

    Tutti i volti della musica elettronica a Terni Factory

    Terni Factory
    I tanti volti della musica elettronica si fonderanno il prossimo weekend per dar vita a ‘Terni Factory’. La città industriale si trasforma nella città della sperimentazione, grazie a una serie di workshop gratuiti, performance dal vivo e dj set.
    Il 14 giugno infatti, dalle 16 alle 24 le principali piazze della città industriale per eccellenza accoglieranno decine di artisti di rilievo nazionale ed internazionale. Noti dj dell’Umbria, insieme anche ad altri provenienti da Lazio e Toscana, intraprenderanno un viaggio all’interno della musica nelle sue componenti più intrinseche.
    Analogico e il digitale avranno un connotato prettamente didascalico, una lunga serie di incontri e workshop organizzati dai ragazzi di Terni Move avranno l’obiettivo di mostrare al pubblico cosa si cela dietro la produzione e la realizzazione di una composizione musicale e i principali componenti di una live performance.
    Nelle maggiori piazze del centro si assisterà ad una manifestazione che ha come intenzione principale quella di trasferire la conoscenza da parte di professionisti, amanti della musica in ogni suo genere, ad un pubblico nuovo e più vasto. Tutto questo nel cuore della città portando la cultura del clubbing per una giornata all’aria aperta.
    Dal software puro e semplice si passerà poi a parlare di strumenti analogici – synth, drum machine, campionatori, etc. – che a partire dalla fine degli anni Settanta hanno letteralmente rivoluzionato la produzione musicale.
    Una manifestazione che in sé è dunque un percorso e che terminerà con l’evento più importante in Piazza San Francesco alle ore 21.30 e vedrà protagonista il collettivo europeo Plugger, inventore del “plug”, un nuovo genere musicale che si esprime con la creazione di brani originali, realizzati con decine di frammenti di canzoni note.
    Dalla Toscana approderanno artisti rinomati come Marco Baroni (Tenax Rec), il giovane Herva (Delsin/Bosconi/Life’s Track), Dukwa Band (Bosconi/Woland/ Life’s Track) feat Mar G, Elia Perrone (Unclear/Bosconi) e il duo Double Dash (Tenax Rec).
    Anche l’Umbria stessa come già detto offrirà i propri talenti: Dj Soch (Gate 123), Marco Ragni (Gate 123), Stefano Galli & Niccolò Tramontana (Dancity/HMZ) che nella scorsa edizione dell’ormai affermato ‘Dancity Festival’ hanno lasciato il pubblico senza fiato dopo una loro esibizione live.
    Ci saranno inoltre Matthew Oh (Do It), Niro (Unclear/Amam/Memento), Gianluca Peruzzi (Nite Grooves), JWL( Fortezza Rec) ed ÈF (Fortezza Rec), i dj resident dei party ternani per eccellenza Ciccio Battazzi, Stifo, Moodoki, Tape, Cnk, Komet, Low Renz, Dip Music evolution orchestra (Music Evolution) ed infine anche un dj viterbese, Clike.
    Tanti gli spunti e le tappe di questo percorso e che sarà possibile condividere anche sui vari social network grazie anche ad una campagna di comunicazione e un contest fotografico relativi all’arte pubblica ternana. In collaborazione con l’ordine degli Architetti di Terni, nella settimana precedente l’evento saranno infatti posizionati, con il logo Plugger e Terni Move, 15 geotag in corrispondenza di altrettanti siti (monumenti, sculture e architetture contemporanee)
    Cittadini e utenti saranno chiamati a raggiungere i geotag e qui a scattare un “selfie”, con alle spalle il sito d’interesse artistico o architettonico, pubblicarlo sulla propria pagina facebook e condividerla con le fan page di Terni Move e Plugger. Ogni volta che un utente compirà quest’azione, grazie allo speciale software “Freella”, sviluppato dal collettivo berlinese, riceverà in regalo una composizione audio realizzata dal gruppo.

    Elenco siti di interesse artistico e architettonico Terni factory/Plugger
    1 – Composizione di Forme – Umberto Mastroianni – Corso Tacito – Largo Passavanti
    Opera dello scultore Umberto, zio dell’attore Marcello Mastroianni, è un totem composto da forme geometriche sovrapposte, che simboleggiano il lavoro dell’uomo e delle macchine, realizzato in acciaio di carbonio, legato al nichel, cromo e rame. Ritrovato nei depositi dell’Acciaieria nel 1984 è stato posizionato nel 2001.
    2 – Palazzo Chitarrini – Mario Ridolfi – Corso Tacito –  Largo Villa Glori
    Progettato agli inizi degli anni ’50, è caratterizzato dall’uso della pietra sponga, delle maioliche colorate nei sottofinestra e dai particolari balconi triangolari. Il piano terra interamente vetrato è sovrastato da un fascione orizzontale in calcestruzzo che contiene le insegne dei negozi. Residenze e spazi commerciali sono separate da un piano per uffici caratterizzato da una differente tonalità cromatica.
    3 – Scuola Media Leonardo da Vinci – Mario Ridolfi – Via Lanzi
    La scuola con i suoi tetti a falda, l’uso della pietra sponga, le ceramiche colorate nei sottofinestra, si inserisce senza urti nel contesto armonizzandosi con la vicina chiesa di San Francesco, chiaro segno di una volontà di dialogo tra il nuovo e l’antico.
    4 – Rilievo plastico ex Cinema Radium – Illuminati – Palazzo Faustini – Corso Tacito
    Rilievo plastico con mascherone e putti che decorava la sala dell’ex cinema Radium, una delle prime sale cinematografiche cittadine, al piano terra del novecentesco Palazzo Faustini. Aperto agli inizi del Novecento è legato all’attività di uno dei pionieri del cinema italiano, Filoteo Alberini di Orte.
    5 – Palazzina Alterocca – Cesare Bazzani – Corso Tacito
    Realizzata nel 1901, rappresenta una delle opere più riuscite di Cesare Bazzani, recentemente restaurata ha ritrovato la cromia originale, è un vero e proprio gioiello in stile liberty, con pilastri alternati a colonne in ghisa, nella parte sommitale mostra una decorazione con figure alate e cartiglio di Antonino Calcagnadoro. Ospitava lo stabilimento e la libreria di Virgilio Alterocca pionerie delle cartoline illustrate.
    6 – Scultura – Agabito Miniucchi – Largo Silvestri
    Una grande scultura in pietra e acciaio decora la piccola piazza adiacente all’antico Palazzo Morelli, che ospita il Circolo del Drago, caratterizzato da una grande galleria barocca.
    7 – Bassorilievi Galleria del Corso – Alfredo Innocenzi – Corso Tacito
    Bassorilievo raffigurante l’allegoria delle Arti, posto nella Galleria del Corso è opera dell’artista Alfredo Innocenzi, che ha decorato molti androni di edifici realizzati nel corso della ricostruzione post-bellica.
    8 – Forme in evoluzione nello spazio n. 1 – Ottavio Gigliotti – Via Lanzi
    Scultura realizzata nel 2001per i 40 anni dell’Istituto d’Arte O. Metelli, ideata da una classe della sezione Arte e Metalli, su disegno di Ottavio Gigliotti, è costituita da una serie di corone concentriche che richiamano sagome differenti a seconda del punto di osservazione.
    9 – Nato sulla città e rapportato alla città – Eliseo Mattiacci – Parco Ciaurro
    Serie di riccioli in cemento originariamente istallati in Via Petroni, richiamano alcune sculture della serie “Roma” protagoniste di una performance estemporanea lungo l’isola Tiberina a Roma nel 1981.
    10 – Ex Palazzo delle Poste – Cesare Bazzani – Piazza della Repubblica
    Opera di Cesare Bazzani, costruito nel 1921 sul luogo della Chiesa di San Giovanni Decollato, ha uno stile monumentale ispirato al classicismo, il recente restauro ha permesso all’edificio di ritrovare la cromia originaria.
    11 – La Meteorite – Bassiri – Piazza dei Bambini e delle Bambine
    Opera di un famoso scultore iraniano, è un’installazione temporanea (fino a gennaio 2015), alta circa 6 mt, realizzata con la tecnica della fusione in bronzo, fa parte del ciclo plastico denominato “la caduta delle meteoriti”.
    12 – Archivio di Stato – Palazzo Mazzancolli – Largo Mazzancolli
    Edificato nel Quattrocento da Giovanni Mazzancolli, potente personaggio della Curia romana e zio di Ludovico Vescovo di Terni, ha subìto nei secoli diverse modifiche fino al restauro che gli ha conferito l’attuale aspetto tardo medievale. Presenta una facciata in conci di pietra sponga e travertino, con un balcone a cui è affiancato lo stemma di famiglia; la costruzione è conclusa da una tettoia e presenta i resti di due torri trecentesche. Interessante il cortile con scalone esterno.
    13 – Terrazzino rinascimentale – angolo Via Cavour – Via Visciotti
    All’angolo tra Via Cavour e Via Visciotti è incastonato un elegante balconcino rinascimentale semicircolare, caratterizzato da un bugnato angolare e da una ringhiera in ferro.
    14 – Obelisco Lancia di Luce – Arnaldo Pomodoro
    Commissionato dall’amministrazione provinciale per celebrare il primo centenario dalla nascita dell’Acciaieria nel 1984, altra 30 mt la “lancia” si caratterizza per la giustapposizione di solidi euclidei, segni di matrice informale, accostati a strutture che sembrano enigmatici ingranaggi, ed è divisa in tre sezioni, che illustrano simbolicamente l’evolversi della storia umana, di pari passo con lo sviluppo tecnologico, rappresentato dalle varie fasi del processo di trasformazione del ferro in acciaio.
    15 – Playing Upstream – Mp5 – Lungonera
    Opera murale realizzata dalla street artist MP5 in occasione di Terni On 2013, mette in mostra tutto il particolare tratto stilistico e tematico che distingue i lavori dell’artista napoletana, che ha scelto in questo caso di affidarsi a un sub-giocattolo che nuota controcorrente e alla palette di colori, che sta caratterizzando le sue ultime produzioni, l’immancabile bianco e nero, a delineare i tratti del lavoro, accompagnato dal bel verde acqua, posto a contrasto su tutta la facciata a disposizione.




    Tutte le info su: www.ternimove.it

    Nessun commento:

    Posta un commento