La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

domenica 25 maggio 2014

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "IL PENSIERO LUNGO. FRANCO BASAGLIA E LA COSTITUZIONE" INCONTRO CON L'AUTORE DANIELE PICCIONE

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "IL PENSIERO LUNGO. FRANCO BASAGLIA E LA
COSTITUZIONE" INCONTRO CON L'AUTORE  DANIELE PICCIONE



Giorno: 30/05/2014 - VENERDI' 
Ore : 17.00 
Luogo: Fondazione Bianciardi - Via de Pretis N. 32/34 
Città: Grosseto 
Promotori: maddalena de mastro (presidente associazione oasi onlus - maria platter (responsabile per la salute mentale di cittadinanza attiva e vicepresidente della consulta del dsm asl 9) -giuseppe cardamone (direttore dsm asl 9) - giuseppe corlito (comitato scientifico fondazione luciano bianciardi) - forum cittadini del mondo r.amarugi Titolo: PRESENTAZIONE DEL LIBRO "IL PENSIERO LUNGO. FRANCO BASAGLIA E LA COSTITUZIONE" INCONTRO CON L'AUTORE 
Relatore 
DANIELE PICCIONE 

Tipo evento: Iniziativa promossa nell'ambito del Progetto "Laboratorio popolare di storia politica, economica e sociale contemporanea" 
Promotori: maddalena de mastro (presidente associazione oasi onlus - maria
platter (responsabile per la salute mentale di cittadinanza attiva e
vicepresidente della consulta del dsm asl 9) -giuseppe cardamone (direttore dsm
asl 9) - giuseppe corlito (comitato scientifico fondazione luciano bianciardi)
- forum cittadini del mondo r.amarugi
CONSULTA DETTAGLIO PROGRAMMA
http://www.comune.grosseto.it/phpbb/viewtopic.php?p=33144#33144


IL LIBRO IN PROMOZIONE
Titolo:  IL PENSIERO LUNGO. FRANCO BASAGLIA E LA COSTITUZIONE
 Autore:  PICCIONE DANIELE
 Curatori:DELL'ACQUA P.; PITRELLI N.; ROVATTI P. A.
 Casa editrice:  EDITORE ALPHA & BETA (COLLANA 180 ARCHIVIO CRITICO DELLA
SALUTE MENTALE)
 Pagine :  170   prezzo € 14,00    anno di pubblicazione  2013
CONSULTA SCHEDA LIBRO
http://www.comune.grosseto.it/phpbb/viewtopic.php?p=32612#32612

AUTORE: PICCIONE DANIELE

 (Trieste, 1975), laureatosi in giurisprudenza con una tesi in diritto
costituzionale dal titolo: „Problemi costituzionali della legge 13 maggio 1978,
n. 180“, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Teoria dello Stato ed
istituzioni politiche comparate presso l’Università la Sapienza. Dal 2003, è
Consigliere parlamentare del Senato della Repubblica dove lavora presso il
Servizio dell’Assemblea.
 Ha pubblicato numerosi saggi, anche di carattere monografico, in materia di
diritto costituzionale, amministrativo e parlamentare.
 Tra gli altri: Metodi interpretativi per il parlamentarismo (2006); Libertà
costituzionali e giudice amministrativo (2009); Riflessi costituzionalistici
del pensiero di Franco Basaglia (2010

PRESENTAZIONE
 A 35 anni dalla legge 180, i luoghi comuni, le piattezze culturali e le
superficialità ideologiche sono ancora inopportunamente presenti nel
decadimento del dibattito politico del nostro paese. Questo libro potrebbe
essere, se tutti fossimo in grado di rimettere in moto la nostra assopita
capacità critica, un punto di svolta finalmente definitivo. Le radici profonde
di quel cambiamento epocale, i padri saggi che sono stati capaci di guardare
così lontano, tanto da oltrepassare il nostro presente, il faticoso percorso
che quelle affermazioni pretendevano e prefiguravano potrebbero porre fine a
tante pretestuose e inutili mistificazioni. La legge 180 e il lavoro di Franco
Basaglia hanno semplicemente affermato che "i malati di mente" sono cittadini
con pieni diritti costituzionali. Da qui non solo la chiusura dei manicomi, ma
anche, oggi, la fatica delle persone con disturbo mentale che finalmente
possono sempre e in ogni momento trovare la possibilità di esserci.

RECENSIONE 1 

IL PENSIERO LUNGO FRANCO BASAGLIA E LA COSTITUZIONE INTRODUZIONE DI 
SERGIO ZAVOLI 
Fonte edizionialphabeta.it – gg/mm/aaaa – Accedi alla pagina web originale – Autore 

 La sfida di questo libro risiede nell’illustrare come il processo di liberazione di chi soffre di disturbi 
mentali sia stato allora compiuto e vada oggi difeso nel nome della nostra Carta fondamentale. 

“Il pensiero lungo” è un libro che nasce da due passioni, il Costituzionalismo e la psichiatria di 
Franco Basaglia, che si incontrarono e dialogarono conferendo una densità tutta particolare alla 
legislazione italiana per i servizi e l’assistenza alle persone con disturbo mentale, sul finire degli 
anni settanta. 

 La sfida di questo libro risiede nell’illustrare come il processo di liberazione di chi soffre di disturbi 
mentali sia stato allora compiuto evada oggi difeso nel nome della nostra Carta fondamentale, le 
cui norme di riferimento legate alla salute mentale, hanno donato senso, vigore e forza ad 
un’impresa storica quale quella del superamento dell’ospedale psichiatrico di Trieste e poi 

all’approvazione della legge 180: si tratta di una vicenda che merita oggi di essere ristudiata e 
ripensata, se non altro per i suoi contenuti culturali multisettoriali. 

 Infatti, come illustrato nell’Introduzione dalle straordinarie parole di Sergio Zavoli, l’autore in 
queste pagine riferisce delle implicazioni del pensiero basagliano su molti e più generali fronti: il 
rapporto tra l’individuo e l’autorità, il potere medico, le ragioni di un umanesimo in lotta contro tutte 
le cause di esclusione e contro qualsiasi stigma o pregiudizio. Affiora il potente richiamo alla 
partecipazione continua e diffusa, che Basaglia fermamente auspicava con un’azione instancabile 
di coinvolgimento e accoglimento del diverso. Le norme costituzionali divengono così una sorta di 
orizzonte cui continuamente “il pensiero lungo” rimanda. Un libro che spinge a riflettere 
sull’urgenza di un impegno nelle trasformazioni sociali attraverso il richiamo dei principi 
costituzionali che ci invitano ogni giorno ad uscire dalle molte sacche di abbandono e disagio 
ancora racchiuse nel tessuto sociale del nostro Paese. 

Nessun commento:

Posta un commento