La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

giovedì 8 maggio 2014

Salone del libro di Torino, “il Bene” al centro. Santa Sede ospite d’onore

 Il Fatto Quotidiano > Terza pagina > Salone del libr...

Salone del libro di Torino, “il Bene” al centro. Santa Sede ospite d’onore

Il calendario degli incontri in programma al Lingotto dall'8 al 12 maggio spazia dai temi dell'etica e della spiritualità alla crisi finanziaria. Per arrivare fino ai piaceri della tavola. Susanna Tamaro scelta come madrina. Parteciperanno, tra gli altri, il priore Enzo Bianchi, il filosofo Fernando Savater, lo scrittore Luis Sepulveda, il finanziere George Soros e l'economista e filosofo serge Latouche

Salone del libro di Torino, “il Bene” al centro. Santa Sede ospite d’onore
La Chiesa di Papa Francesco, l’Europa, la crisi finanziaria e i piaceri della buona cucina sono alcuni tra i principali ingredienti della XXVII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. La manifestazione, che aprirà i battenti l’8 maggio al Lingotto Fiere di via Nizza, avrà quest’anno “il Bene” come motivo conduttore e la Santa Sede come ospite d’onore. “Di fronte alla crisi globale che è anzitutto morale e culturale, diventa urgente la necessità di ridefinire le regole del gioco”, spiegano gli organizzatori, che hanno scelto la scrittrice Susanna Tamaro come madrina del Salone “per la sua fedeltà a un’idea di letteratura sorretta da una forte ispirazione etica”. Il tema dell’edizione 2014 si articola in un ampio calendario di incontri che affrontano i temi della spiritualità e dell’etica. Dalla lectio magistralis di Enzo Bianchi su “dono e perdono” al dialogo tra Claudio Magris e il cardinale Gianfranco Ravasi (che coordina la presenza del Vaticano) su “Comunicare la fede”, fino alla presentazione della “Piccola bussola etica per il mondo” del filosofo spagnoloFernando Savater e all’incontro con lo scienziato olandese Frans De Waal, noto per aver studiato la presenza di sentimenti di altruismo, compassione ed empatia tra i primati.
Molti di questi temi saranno affrontati nella Sala Bianca, uno spazio inedito per il Salone, appositamente allestito per gli incontri organizzati dalla Santa Sede e che vedranno la partecipazione tra gli altri anche di Corrado AugiasVito MancusoOreste Aimedon Ermis SegattiDacia Maraini e la giornalista argentina Elisabetta Piqué, autrice della più famosa biografia su Papa Francesco. La Santa Sede sarà fisicamente presente al Salone con un grande stand che riproduce il progetto della cupola vaticana del Bramante, in cui saranno esposti, tra le altre rarità, anche i manoscritti originali dell’Inferno della Divina Commedia di Dante illustrata da Sandro Botticelli e un’Iliade di Omero in greco. Sempre di Chiesa, ma delle sue ombre o in veste critica, parleranno invece il magistrato Nicola Gratteri, che presenta con Antonio Nicaso il suo libro “Acqua santissima” sui rapporti tra criminalità organizzata e religione, e Giuliano Ferrara, che sarà il protagonista di una discussione dal titolo “Questo Papa piace troppo”.
Al Salone si parlerà anche di crisi finanziaria, speculazione, eurozona e lobby. Lo faranno tra gli altriFederico RampiniLuciano GallinoLuca CiarroccaFederico Fubini e un ospite controverso come George Soros, guru della finanza internazionale, che ama definirsi uno «speculatore finanziario, filantropo e filosofo» e presenta al Salone un libro dal titolo inequivocabile, “Salviamo l’Europa. Scommettiamo sull’euro per creare il futuro”. Luciano Canfora, Gustavo Zagrebelsky, Ezio Mauro e Gian Antonio Stella, a partire dal libro “La maschera democratica dell’oligarchia”, parleranno dello strapotere delle élite che si nascondono dietro i meccanismi della democrazia. Mentre Nunzia Penelope e Stefano Livadiotti discuteranno con Marco Sodano di “Evasione fiscale e le lobby che la proteggono”.
Come ogni anno, non mancheranno alla manifestazione anche gli ospiti della politica e delle istituzioni. A partire dai ministri della Giustizia Andrea Orlandi e dell’Istruzione, università e ricercaStefania Giannini. E con loro, in altri momenti, Giuliano Amato, Renato Brunetta, Massimo D’Alema, Andrea Riccardi, Stefano Rodotà, Walter Veltroni, Luciano Violante e il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti. Aprirà il salone il ministro per i Beni e le attività culturali e il turismo Dario Franceschini. Tra i grandi ospiti stranieri, saranno presenti al Salone anche Luis Sepulveda (che dialogherà con Carlo Petrini), il padre della “decrescita felice” Serge Latouchee lo scienziato Douglas Hosdtadter, figura eclettica e innovatrice, vincitore nel 1980 del Pulitzer per la saggistica. Infine, tra i grandi ospiti italiani, anche alcune star televisive come Luciana Littizzetto e gli chef Bruno Barbieri e Carlo Cracco, che parleranno della tradizione alimentare italiana.
Salone Internazionale del Libro di Torino
per saperne di più 

I GRANDI APPUNTAMENTI

WEB ImperdibiliIn apertura del Salone Massimo Cacciari, con il suo nuovo libro Labirinto filosofico sulla grande tradizione metafisica, dialoga con Federico VercellonePiergiorgio Odifreddiracconta i momenti salienti della scienza partendo dal poema di Lucrezio, primo grande «manifesto», per arrivare a Newton navigando tra fisica, biologia, arte e letteratura. Il profeta della «decrescita felice», Serge Latouche, presenta la nuova collana dedicata ai fondatori di questa teoria. Questi e tanti altri i grandi appuntamenti della XXVII edizione del Salone.

SALONE OFF, XI EDIZIONE, 10 CIRCOSCRIZIONI E 6 COMUNI PER OLTRE 500 EVENTI

Off WebCon il record di 500 appuntamenti in 18 giornate, torna il Salone Off, il Salone del Libro diffuso, nato, dall'intuizione di portare libri, autori e spettacoli fuori dai padiglioni fieristici, tra le vie, le piazze e iquartieri di Torino, nel centro e nella periferia, e nei Comuni della provincia. Una Torino (e non solo) vista bene, come recita il claim della nuova edizione, in tutta la sua ricchezza di proposta e domanda di cultura, per andare alla scoperta di luoghi e realtà cittadini, alcuni poco conosciuti. Scarica il comunicato di presentazione e il programma completo del Salone Off 2014.

BOOKSTOCK VILLAGE, IL SALONE DEI GIOVANI

bookstockPer l’ottavo anno torna il Bookstock Village, la grande area del Salone Internazionale del Libro di Torinosostenuta dalla Compagnia di San Paoloe dedicata in particolare a bambini e giovani da 0 a 20 anni, ma che rivolge la sua programmazione a tutto il pubblico. In questa edizione: riflettori puntati sull’Europa, sull’etica spiegata ai ragazzi, sulle opportunità del clouding e… novità: fumetti e graphic novel, tra i settori più vivaci dell’editoria nazionale.

CHIELLINI, AL SALONE, RICORDA SCIREA

Chiello webGiorgio Chiellini, il difensore della Juventus e della Nazionale, è ospite del Salone 2014Giovedì 8 maggio alle 19.30, nell'Arena Bookstock, presenteràil suo libro dedicato a Gaetano Scirea"C'è un angelo bianconero. Il mio maestro si chiama Scirea", scritto a quattro mani con Pierangelo Sapegno.

SALONE DEL LIBRO: RITORNI PER 53 MILIONI DI EURO

Camera commercio perWebA due giorni dall'avvio del Salone del Libro 2014, è stata presentata questa mattina in Camera di commerciol'indagine relativa alle ricadute economiche dell'edizione 2013 della manifestazione. Lo studio, promosso dall'ente camerale, è stato realizzato dalla Fondazione Fitzcarraldo nell'ambito delle attività dell'Osservatorio Culturale del Piemonte. Scopri i dettagli dell'indagine.

IL BENE, MOTIVO CONDUTTORE DEL SALONE 2014

arena bookstock iconÈ il Bene il motivo conduttore del Salone Internazionale del Libro 2014. Di fronte a una crisi globale che è anzitutto morale e culturale, diventa urgente la necessità di ridefinire le regole del gioco, di provare a disegnare un catalogo di valori, esperienze, sensibilità di segno positivo, da cui provare a ripartire. Non discorsi astratti, ma un’agenda di cose da fare. E da fare bene, al meglio possibile.

OFFICINA: IN VIAGGIO CON GIUSEPPE CULICCHIA FRA I MESTIERI DEL LIBRO

WEB OfficinaAl Salone 2014 il Padiglione 1 diventaOfficina. Editoria di Progetto, la nuova sezione curata da Giuseppe Culicchia. Per Officina s'intende tutto ciò che concorre alla creazione e alla diffusione del libro in Italia: dagli autori ai lettori passando per editori, traduttori, redattori, librai, distributori. Quello dell'Officinaè un programma pensato per mettere in risalto la qualità di quelsegmento dell'industria editoriale che produce libri con la passione e la sapienza dell'artigiano.

Nessun commento:

Posta un commento