La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

martedì 17 aprile 2012

Don Quichotte, preziosa rarità musicale di Jules Massenet, inaugura la Stagione lirica e di balletto 2012 di Cagliari


Don Quichotte, preziosa rarità musicale di Jules Massenet,
inaugura la Stagione lirica e di balletto 2012

Venerdì 20 aprile alle 20.30 si alza il sipario sulla Stagione lirica e di balletto 2012 del Teatro Lirico di Cagliari. Una stagione sempre molto attesa dal pubblico che, anche per quest’anno, segna la rinascita e la voglia di proseguire nella diffusione musicale del Teatro Lirico di Cagliari. Cinque opere liriche ed un balletto, una produzione in più rispetto all’anno scorso, tutti titoli di grande interesse che, certamente, troveranno il gradimento del pubblico, sia per quelli noti che per quelli ricercati: Don Quichotte, Le Rossignol-Gianni Schicchi, Le nozze di Figaro, Nabucco, Salome, La Belle - La bella addormentata nel bosco.


L’inaugurazione è affidata ad una preziosa rarità che viene eseguita per la prima volta in Sardegna: Don Quichotte di Jules Massenet (Montaud, Saint-Étienne, 1842 - Parigi 1912), in scena, per sei rappresentazioni, dal 20 al 28 aprile. La comédie héroique in cinque atti del grande autore francese viene rappresentata, per la prima volta, al Théâtre de l’Opèra di Montecarlo il 19 febbraio 1910 e si basa su un libretto di Henri Cain, ispirato ad una pièce di Jacques Le Lorrain che si rifà, molto liberamente, al celebre capolavoro di Miguel de Cervantes.

Lo spettacolo inaugurale, uno stimolante allestimento del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste che risale al 2006, è affidato a Federico Tiezzi (regia), Pier Paolo Bisleri (scene), Giovanna Buzzi (costumi), Giovanni Pollini (luci), Virgilio Sieni (coreografia, ripresa a Cagliari da Chelo Zoppi) che sfruttano tutte le potenzialità drammaturgiche dell’opera con pochi elementi scenici e colori assemblati con grande pulizia ed eleganza, oltre a movimenti essenziali, in un gioco di rimandi alla pittura spagnola, da Goya a Velazquez fino al primo Picasso che catturano ed emozionano. Esemplare la scena del celebre combattimento con i mulini a vento che ha un particolare fascino nel richiamarsi al cinema muto del primo Novecento.


La direzione musicale è affidata al giovane israeliano Daniel Cohen che ritorna a Cagliari, dopo essersi particolarmente distinto, lo scorso novembre, in un concerto dedicato a Claude Debussy e che dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico. Il maestro del coro è Marco Faelli.

Protagonisti dell’opera sono giovani ed affermati cantanti che si alternano nelle recite quali: Anita Rachvelishvili (Dulcinée), ventisettenne mezzosoprano georgiano, diplomata all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, teatro nel quale ha debuttato, con successo, in Carmen di Bizet, nel 2009 che si alterna con Viktoria Vizin (26, 28 aprile); Orlin Anastassov (Don Quichotte), trentaseienne basso bulgaro, dall’elegante ed autorevole presenza scenica che, nel giugno 2005, ha vestito i panni di Jacopo Fiesco in Simon Boccanegra al Teatro Lirico di Cagliari che si alterna con Arutjun Kotchinian (26, 28 aprile); Nicola Alaimo/Paolo Rumetz (26, 28) (Sancho); Marina Bucciarelli (Pedro); Esther Andaloro (Garcias); Nicola Pamio (Rodriguez); Daniele Zanfardino (Juan); Cristiano Barrovecchio, Giampaolo Ledda (Servi); Simeone Latini (Il capo dei banditi); Cristiano Barrovecchio, Alessandro Frabotta, Giampaolo Ledda, Alessandro Perucca (Banditi).

L’opera viene rappresentata in lingua originale francese e, quindi, la comprensione del libretto è più che mai importante e, per facilitare ciò, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, i sopratitoli scorrerranno sull’arco scenico del boccascena.

Nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari, trova spazio una struttura lignea, dove sono stati collocati tre grandi schermi televisivi sui quali scorrono, come ormai consuetudine, anche in questa Stagione lirica e di balletto, le immagini di rarità cinematografiche o celebri film che s’ispirano, di volta in volta, al titolo in programmazione. In occasione di quest’allestimento di Don Quichotte, si potranno ammirare brani da: L’uomo della Mancha (1972), commedia americana con i divi hollywoodiani Peter O’ Toole e Sophia Loren nei ruoli protagonisti; Don Chisciotte (1992), il più celebre dei grandi film incompiuti che Orson Welles, dopo 14 anni, non riuscì a terminare e che venne completato e montato dal suo collaboratore Jesus Franco; Quijote (2006), il film visionario di Mimmo Paladino, uscito nelle sale soltanto a marzo 2012, con Peppe Servillo e Lucio Dalla. Si intende, così, suggerire al pubblico un percorso di approfondimento più vasto e non scontato ed, allo stesso tempo, sollecitare un arricchimento della conoscenza dell’autore.

Don Quichotte viene replicato: domenica 22 aprile alle 17 (turno D), martedì 24 aprile alle 20.30 (turno B), giovedì 26 aprile alle 20.30 (turno F), venerdì 27 aprile alle 20.30 (turno C), sabato 28 aprile alle 19 (turno G).

Prezzi abbonamenti: platea da € 255,00 a € 195,00 (settore giallo), da € 225,00 a € 175,00 (settore rosso), da € 195,00 a € 130,00 (settore blu); I loggia da € 205,00 a € 145,00 (settore giallo), da € 165,00 a € 120,00 (settore rosso), da € 150,00 a € 105,00 (settore blu); II loggia da € 120,00 a € 105,00 (settore giallo), da € 100,00 a € 80,00 (settore rosso), da € 75,00 a € 50,00 (settore blu).

Prezzi biglietti: platea da € 70,00 a € 45,00 (settore giallo), da € 55,00 a € 35,00 (settore rosso), da € 40,00 a € 25,00 (settore blu); I loggia da € 50,00 a € 30,00 (settore giallo), da € 40,00 a € 25,00 (settore rosso), da € 35,00 a € 20,00 (settore blu); II loggia da € 30,00 a € 20,00 (settore giallo), da € 20,00 a € 15,00 (settore rosso), da € 15,00 a € 10,00 (settore blu).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo. Rimane chiusa i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo, telefono +39 0704082230 - +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube.



Pierluigi Corona
Responsabile Ufficio Stampa
Teatro Lirico di Cagliari, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari – Italia
telefono +39 0704082209 - fax +39 0704082216
stampa@teatroliricodicagliari.it - www.teatroliricodicagliari.it

Nessun commento:

Posta un commento