La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

lunedì 26 dicembre 2011

"Esoterismo e politica": medium e riti magici vicini al potere nel saggio di Giorgio Galli


"Esoterismo e politica": medium e riti magici vicini al potere nel saggio di Giorgio Galli

di Antonella Loi
C'è uno strano filo conduttore che lega la politica, nella sua declinazione dell'esercizio del potere, alle pratiche esoteriche. Così è capitato che la medium di Mary, moglie di Abramo Lincoln, abbia vantato in un libro il suo rapporto stretto con lo stesso presidente degli Stati Uniti. E che dire di Joan Quigley, astrologa di Nancy Reagan, e della sua familiarità con Ronald (confidava di chiamarlo Ronnie)? Ma l'elenco di interazioni tra la cultura politica e l'occulto - fino ad oggi trascurato dal mondo accademico e della ricerca - è lungo e travalica le epoche storiche, andando ben oltre le candide mura della Casa Bianca. Per cui troviamo il filosofo Cartesio, ma anche Adolf Hitler e grandi insospettabili quali Winston Churchill, con la sua corte di "maghi", e gli uomini di punta della Chiesa cattolica, per arrivare infine a Scientology, chiesa ombrosa e postmoderna gestita come una multinazionale.
Ma nel saggio Esoterismo e politica (Rubbettino, 2010, 14 euro), l'analisi di Giorgio Galli, docente di Storia delle dottrine politiche all'Università di Milano e tra i massimi politologi italiani, prende il via da due concetti strettamente correlati, "populismo" e "carisma", quali elementi che, attribuiti all'uno o all'altro leader (spesso a torto), celano talvolta delle verità inconfessabili. Come quelle a cui si è lasciato andare Giacomo Rumor, tra gli organizzatori della Resistenza e protagonista del rilancio dell'economia post bellica nel Nord-Est italiano, cugino del più noto Mariano, che racconta di quando ricevette direttamente da monsignor Montini, futuro Paolo VI, l'incarico di seguire per conto del Vaticano una missione delicatissima: il processo di integrazione europea. Dalle sue memorie, riportate da Galli, emerge il collegamento tra personalità politiche di rilievo e la cultura esoterica.
Dall'Europa all'Oltreoceano, Galli non manca di analizzare società segrete e confraternite americane, da non confondere con le logge massoniche che, protagoniste nella fondazione degli stessi Stati Uniti, operano oggi alla luce del sole. L'autore parla di gruppi di cui è ben nota e studiata l'esistenza, come la Improved Order of Red Men che annovera tra i suoi membri almeno quattro presidenti, da Roosvelt a Nixon, per arrivare alla pratica della "magia sessuale" della Fratellanza ermetica di Luxor che ebbe un ruolo importante nella relazione tra il mancato re Edoardo VIII e Wallis Simpson. Ma negli anni più vicini a noi tra queste emerge la Skulls and Bones, che grazie alla militanza di Bush padre e Bush figlio, è diventata "la società segreta più potente d'America", collocando la confraternita al centro di molte voci sul Nuovo Ordine Mondiale.
Se società segrete e legami politico-esoterici sono finalizzati ad un più ampio disegno di esercizio del potere e costruzione del consenso, non per questo Giorgio Galli dà una risposta esaustiva sull'influenza che le pratiche occulte abbiano avuto di fatto sull'azione politica. L'intento dello studioso sembra essere piuttosto quello di riunire sotto un unico ombrello elementi che, ieri come oggi, caratterizzano sicuramente la vita, probabilmente le opere, di politici e potentati vari. Lontano da ogni idea di complotto, resta il dato fornito dall'autore: la coesione data dall'appartenenza alla società segreta facilita il perseguimento di obiettivi riconducibili a interessi precisi. Più o meno meritori.

Nessun commento:

Posta un commento