La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

mercoledì 21 marzo 2012

L’Orchestra del Teatro Lirico, diretta da Anthony Bramall il 23-24 marzo, per la Stagione concertistica 2011-2012




L’Orchestra del Teatro Lirico, diretta da Anthony Bramall
il 23-24 marzo, per la Stagione concertistica 2011-2012
Anthony Bramall

La Stagione concertistica 2011-2012 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, venerdì 23 marzo 2012 alle 20.30 (turno A) e sabato 24 marzo 2012 alle 19 (turno B), con l’esibizione dell’Orchestra del Teatro Lirico, guidata dal direttore londinese Anthony Bramall, apprezzata ed abituale presenza nelle stagioni cagliaritane, che affronta un programma paradigmatico della classicità in musica, con due veri e propri monumenti del repertorio: l’ultima sinfonia mozartiana e il Concerto n. 4 per pianoforte di Beethoven, affidato al talento del giovane rumeno Andrei Licaret, al suo debutto al Teatro Lirico di Cagliari.
Andrei Licaret

L’affascinante programma musicale di queste due serate propone: Die Ebriden, ouverture op. 26 di Felix Mendelssohn-Bartholdy; Concerto n. 4 in sol maggiore per pianoforte e orchestra op. 58 di Ludwig van Beethoven; Sinfonia n. 41 in do maggiore “Jupiter” K. 551 di Wolfgang Amadeus Mozart.

La Stagione concertistica 2011-2012 si avvale della collaborazione di: Fondazione Banco di Sardegna, Capitta & Partners, Unidac.

Prezzi biglietti: platea € 46,00 (settore giallo), € 39,00 (settore rosso), € 32,00 (settore blu); I loggia € 39,00 (settore giallo), € 32,00 (settore rosso), € 26,00 (settore blu); II loggia € 13,00 (settore giallo), € 13,00 (settore rosso), € 13,00 (settore blu).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo. Rimane chiusa i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13 e nell’ora precedente lo spettacolo, telefono +39 0704082230 - +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it; www.teatroliricodicagliari.it; prevendita www.greenticket.it. Box Office, viale Regina Margherita 43, 09124 Cagliari, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13, dalle 17 alle 20 e il sabato dalle 10 alle 13, telefono +39 070657428.

Anthony Bramall - Nato a Londra si è brillantemente diplomato in canto alla Guildhall School of Music and Drama. Ha quindi frequentato il corso avanzato di direzione orchestrale, sotto la guida di Vilem Tausky, mettendo a frutto la sua particolare competenza nell’ambito del canto in diverse produzioni del corso di opera lirica. Esperto sia nel repertorio italiano che in quello tedesco, ha esordito sulla scena musicale tedesca come assistente del Generalmusikdirektor dell’Opera Municipale di Pforzheim. Nello stesso periodo ha preso parte al III Concorso internazionale di direzione d’orchestra “Hans Swarowsky”, ottenendo il premio speciale per la musica del Novecento. Divenuto ospite regolare alla guida della Südwestdeutsches Kammerochester di Pforzheim, ha effettuato numerose incisioni per l’etichetta Naxos con la Filarmonica Slovacca e con l’Orchestra Sinfonica della Radio Slovacca a Bratislava. Ha ricoperto in seguito gli incarichi di direttore stabile e direttore musicale all’Opera Municipale di Augusta, e di primo Kapellmeister all’Opera di Coburgo e all’Opera di Stato di Hannover, dove, essendosi creato una solida reputazione di specialista del repertorio italiano, ha instaurato una collaborazione con l’Orchestra Sinfonica della Radio NDR di Hannover, che ha diretto in un concerto di gala con musiche di Rossini e in numerose incisioni. Nel 1992 ha iniziato il sodalizio – che dura tuttora – con la Semperoper di Dresda, con una nuova produzione di La Cenerentola acclamata dalla critica internazionale. Tre anni dopo ha assunto l’incarico di Generalmusikdirektor a Krefeld/Mönchengladbach, debuttando con grande successo nell’Otello di Verdi, a cui hanno fatto seguito Die Zauberflöte, Faust, Elektra, Cavalleria rusticana e Pagliacci, Il trovatore, Wozzeck, Der Rosenkavalier, Le nozze di Figaro, Die fliegende Höllander, Fidelio, Don Giovanni, Luisa Miller e, nel repertorio sinfonico e corale, la Nona Sinfonia di Beethoven, il Requiem di Verdi, l'oratorio The Dream of Gerontius di Elgar, il Requiem di Mozart e il Deutsches Requiem di Brahms. Alla Badisches Staatstheater di Karlsruhe, dove attualmente è Generalmusikdirektor, ha diretto Falstaff, Parsifal, il Trittico, Hänsel und Gretel, Salome e Elektra, oltre a numerosi concerti sinfonici, ed ha debuttato nel Ring: il ciclo wagneriano si è aperto nella stagione 2004-2005 con un Rheingold particolarmente apprezzato dalla critica, ed è proseguito nella stagione successiva con Die Walküre che ha diretto anche al Teatro Lirico di Cagliari nel maggio 2006 e, nel settembre 2006, con Siegfried. Recentemente è stato, inoltre, impegnato in una nuova produzione di Madama Butterfly alla Semperoper di Dresda, in La Cenerentola di Rossini alla Staatsoper di Monaco di Baviera, in Falstaff a Göteborg, in Svezia, ed in una serie di concerti a Città del Messico, a Charlotte negli Stati Uniti e in Giappone, con la Metropolitan Symphony Orchestra di Tokyo nel 2003 e con la NHK Symphony Orchestra nell’agosto 2006. Le scorse stagioni concertistiche cagliaritane hanno visto Anthony Bramall protagonista diverse volte alla guida dell’Orchestra del Teatro Lirico e, nel marzo 2007, insieme al Coro del Teatro Lirico, per la Messa di Requiem di Giuseppe Verdi.

Andrei Licaret - Pianista rumeno è considerato una grande personalità della sua generazione e,  a 27 anni, è uno degli astri nascenti della scena musicale classica. Nato a Bucarest, inizia a studiare il pianoforte con il padre a 5 anni. Ha fatto il suo debutto a 11 anni, con un concerto di Mozart e da allora ha tenuto concerti in tutta Europa, tra cui Parigi, Enghien, Santander, Alicante, Berlino, Würzburg, Roma, Salonicco, Copenhagen, Istanbul, Praga, San Gallo, Tel Aviv e negli Stati Uniti, tra cui New York, Washington DC, Boston, Houston, Iowa e New Jersey. È stato invitato da tutte le orchestre rumene più importanti e suonato con direttori quali Cristian Mandeal, Horia Andreescu, Jin Wang, Arnold Ostman, Arie Vardi, Ilarion Ionescu-Galati, Florentin Mihaescu. È un vincitore di numerosi concorsi, tra i quali Jeuness Musicales (1° premio, 1996), Bucarest Yamaha (1° premio, 2002), Lorry Wallfish Prize (2003), Tel-Hai Competition (2° premio, 2007) e nella Shreveport Concerto Competition (2° premio, 2008). I suoi insegnanti sono stati: Gabriela Enasescu al George Enescu Musica di alta scuola di Bucarest, Viniciu Moroianu, Dana Borsan, Dan Dediu (con cui ha studiato composizione) al Conservatorio di Bucarest e Jacques Rouvier (a Parigi). È stato anche uno studente regolare di Dmitri Baskirov del Mozarteum masterclass a Salisburgo. Andrei Licaret è membro della “Henri Coanda” Fondazione ed ha registrato per la Radio rumeno e la Televisione Nazionale rumena. Attualmente sta studiando con Leon Fleisher al Peabody Conservatory.

Orchestra del Teatro Lirico - È stata fondata nel 1933 e ha consolidato, negli anni, un fecondo rapporto con i maggiori direttori italiani, tra cui Tullio Serafin, Vittorio Gui, Antonino Votto, Guido Cantelli, Franco Ferrara, Franco Capuana, Willy Ferrero, e con compositori quali Ottorino Respighi, Ildebrando Pizzetti, Ermanno Wolf Ferrari, Riccardo Zandonai, Alfredo Casella. Risalgono agli anni ‘50-’60 del secolo scorso le apparizioni sul podio di Lorin Maazel, Lovro von Matacic, Claudio Abbado, Sergiu Celibidache, Riccardo Muti, e le collaborazioni con Gioconda De Vito, Leonid Kogan, Henryk Szering, Andrés Navarra, Dino Ciani, Maria Tipo, Nikita Magaloff, Wilhem Kempff, Martha Argerich. In questi ultimi anni l’Orchestra ha collaborato, tra gli altri, con direttori come Lorin Maazel, Georges Prêtre, Emmanuel Krivine, Mstislav Rostropovich, Ton Koopman, Iván Fischer, Frans Brüggen, Carlo Maria Giulini, Gennadi Rozhdestvensky, Rafael Frühbeck de Burgos, Neville Marriner, Christopher Hogwood, Hartmut Haenchen e con solisti come Martha Argerich, Aldo Ciccolini, Kim Kashkashian, Viktoria Mullova, Misha Maisky, Truls Mørk, Sabine Meyer, Yuri Bashmet, Salvatore Accardo. Dal 1999 al 2005 Gérard Korsten ha ricoperto il ruolo di direttore musicale e ha, fra l’altro, diretto in prima esecuzione nazionale, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber e A Village Romeo and Juliet di Delius. Negli ultimi anni l’Orchestra ha collaborato regolarmente con Lorin Maazel, compiendo nel 1999 una tournée in Europa ed eseguendo con successo una serie di concerti. Nel 2002 ha rappresentato l’Italia nella rassegna Italienische Nacht, organizzata dalla Bayerischer Rundfunk al Gasteig di Monaco di Baviera e trasmessa in diretta dalla radio bavarese. Nel 2005 ha suonato in un concerto in onore del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Negli ultimi anni, anche nell’ambito della rassegna “Cinque passi nel Novecento”, ha eseguito, in prima assoluta, composizioni per orchestra che il Teatro Lirico di Cagliari ha commissionato a compositori come Sylvano Bussotti, Giorgio Tedde, Azio Corghi, Fabio Nieder, Alberto Colla, Carlo Boccadoro, Franco Oppo, Francesco Antonioni, Ivan Fedele. Per la casa discografica Dynamic ha inciso opere in prima esecuzione in Italia, quali Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, (premiate, rispettivamente, da “Musica e Dischi” quale miglior disco operistico italiano del 1997, e da “Opéra International” col “Timbre de Platine” - gennaio 2001), Čerevki e Oprnik di Čajkovskij, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber, Alfonso und Estrella di Schubert, Hans Heiling di Marschner, Chérubin di Massenet, Lucia di Lammermoor di Donizetti. Ha inciso, inoltre, Goyescas di Granados e La vida breve di De Falla, Passione secondo Giovanni di Bach per la Dynamic e Don Pasquale per Rai Trade. Per la Rai ha registrato, nel 1998, La Bohème trasmessa in tutto il mondo.

Cagliari, 21 marzo 2012



Pierluigi Corona
Responsabile Ufficio Stampa
Teatro Lirico di Cagliari, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari – Italia
telefono +39 0704082209 - fax +39 0704082216

Nessun commento:

Posta un commento