La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

martedì 22 maggio 2012

ITACA, mostra di arte contemporanea internazionale con artisti che lavorano in performance

    • venerdì

  • Manifesto d’Artista di MARINA ABRAMOVIC
    JAIME ARANGO CORREA, ERMENEGILDO ATZORI, ANGELO GRASSI, PEDRO ROMERO MALEVINI, MEI ZIQIAN, DIAMANTE MURRU, SANDRA MIRANDA PATTIN, GIANLUCA NICOLETTI, BIANCA LAURA PETRETTO,
    GIGI RIGAMONTI, I SARTORI, MARCELLO TASSARA
    Nella splendida cornice del Chiostro del Carmine, a Oristano, il 25 Maggio si inaugura Itaca, una mostra di arte contemporanea internazionale con artisti che lavorano in performance, videoarte, mixed media, installazioni, pittura e scultura, che comunicano attraverso i new media. Testimonial d'eccezione Marina Abramovic con il suo Manifesto d'Artista.
    Il Consorzio UNO e il Comune di Oristano con B&BArt Museo di arte contemporanea Italia-Colombia, promuovono, insieme a prestigiose istituzioni nazionali e internazionali, una mostra che traccia un percorso sul viaggio attraverso espressioni artistiche contemporanee.
    L’ispirazione nasce da Itaca di Kostantin Kavafis. Il poeta greco, nella sua lirica, parla del viaggio immaginario e reale di chi è nella propria strada.
    Il percorso della mostra è un viaggio verso Itaca con Jaime Arango Correa e le sedie erotiche, Ermenegildo Atzori e Itaca, Angelo Grassi e il design della borsa e della sedia, Pedro Romero Malevini e il suo movimento Amante del fin de tarde, Mei Ziqian e l’installazione del “fare”, Diamante Murru e il mutante tecnologico, Sandra Miranda Pattin con la performance “pavimento nomade”, Gianluca Nicoletti e i videosollevamenti, Bianca Laura Petretto e il videoarte Ulisse, Gigi Rigamonti e Cross and story, i Sartori e la maschera neutra, Marcello Tassara e il videoarte fluxos. Tredici artisti con 25 opere esposte al piano terra e al primo piano dell’antico Chiostro del Carmine con un allestimento che guarda al recupero e all’integrazione ambientale dell’opera d’arte.
    Artisti che vengono da diverse parti del modo e viaggiano, si spostano tra i continenti per attraversare le proprie strade e ognuno si sofferma a guardare, a creare, a comunicare…ognuno indugia negli empori fenici, senza fretta.
    Una mostra in progress dove il viaggio è l’esperienza di chi partecipa al progetto e di chi, anche distrattamente, si è trovato a passare in una delle vie che portano alla propria Itaca.

Chiostro del Carmine, via Carmine, 09170 Oristano, Italy

Nessun commento:

Posta un commento