La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

sabato 5 maggio 2012

La colpa. Come e perchè siamo arrivati alla notte della Repubblica

La colpa. Come e perchè siamo arrivati alla notte della Repubblica.
    • mercoledì 9 maggio 2012
    • 18.00

  • Sala Cosseddu – Via Trentino, 1 Cagliari

  • Come l’Araba fenice.

    Cultura, politica e società nell’Italia del dopoguerra.

    Associazione Antonio Gramsci Cagliari

    Mercoledì 9 Maggio 2012 ore 18:00

    Sala Cosseddu – Via Trentino, 1 Cagliari



    La colpa. Come e perchè siamo arrivati alla notte della Repubblica.


    di e con Nicola Tranfaglia (storico, Università di Torino),

    intervengono

    Gianni Fresu (Università di Cagliari),

    Vindice Lecis (giornalista e scrittore),

    coordina

    Walter Falgio (giornalista).



    Come l’Araba fenice.Cultura, politica e società nell’Italia del dopoguerra.


    Il secondo dopo guerra è per l’Italia uno dei momenti cruciali della sua storia unitaria, investita da profonde trasformazioni sociali, culturali e politiche, eventi ancora oggi essenziali per comprendere potenzialità e contraddizioni della realtà contemporanea. La fine del regime fascista, la ricostruzione del tessuto produttivo ed economico, la costituzione della repubblica e delle sue istituzioni, la rinascita della libera espressione artistica, sono solo alcuni dei fenomeni che intendiamo affrontare per riflettere e confrontarci su quegli anni. A questo scopo abbiamo costruito una serie di conferenze, proiezioni e presentazioni che ci auguriamo possano aiutarci a capire meglio il nostro tempo.

Nessun commento:

Posta un commento