La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

domenica 13 novembre 2011

Il testo di Pirandello bocciato dal Corriere

Il testo di Pirandello bocciato dal Corriere

Tra le rarità a Firenze lo sfogo dello scrittore

Nella  Casa D'Aste Gonnelli, sono andati all'incanto 1353 lotti di libri, manoscritti e autografi. Dal 1470 a rarità del '900. Tra queste ultime, nonostante l'alta tiratura, è presente Il libro rosso dell'edizione originale cinese - la primissima del 1964, con la legatura della seconda, senza correzione degli errori - delle Citazioni dalle opere del presidente Mao Tse-Tung (base d'asta 2.500). Poi c'è da sbizzarrirsi. Cominciando dall' Enciclopedia di Diderot e d'Alembert nella prima edizione del 1751-80 (parte da 30 mila) per finire con l'esemplare unico dedicato allo zar Alessandro I de Il viaggio pittorico della Toscana di Francesco Fontani (Firenze, 1801-3; base 24 mila).

La lettera a Ugo Ojetti del 1914
La lettera a Ugo Ojetti del 1914
Tra gli autografi, un centinaio di lettere vergate da collaboratori del «Corriere della Sera» dagli anni Dieci ai Sessanta del secolo scorso. La base d'asta va da 200 a 800: vi sono testi di Buzzati, Palazzeschi, Pirandello, Montale, Cecchi, Capuana, Gadda. Pirandello, per esempio, nel 1914 manda a «La Lettura» il romanzo Si gira e Renato Simoni si rifiuta di pubblicarlo, pregando l'autore di rimetterci mano. Al che il futuro Nobel si sfoga con Ojetti: «Non mi pare di meritarmi un siffatto trattamento. Sono stato umile e remissivo, tanto con il "Corriere" quanto con "La Lettura"... non mi son mai avuto a male, se mi hanno rimandato qualche novella... Ma che vogliano fare così anche con un romanzo, no per Dio!». La lettera è di 8 pagine (base d'asta 500). Un documento con firma autografa è una lettera di Angelo Giuseppe Roncalli nunzio a Parigi. È inviata al direttore di una casa produttrice di champagne. Il futuro Papa chiede «quattro casse di 24 bottiglie di brut imperial con la solita etichetta avec les armes de Sa Sainteté». Insomma, beveva bene; anche per questo merita una base d'asta di 400. Inoltre c'è il testo poetico del Tabarro di Puccini, scritto da Giuseppe Adami, con varianti testuali rispetto alla definitiva (base d'asta 700).
Il premio Nobel Luigi Pirandello
Il premio Nobel Luigi Pirandello
Laura Nicora, perito di non pochi lotti, sottolinea: «Sul mercato sta arrivando materiale d'estremo interesse, che non si vedeva da tempo». Marco Manetti Gonnelli, titolare della casa d'aste e dell'omonima libreria antiquaria, confida: «È un catalogo che rappresenta un'occasione di investimento e avvicinamento a un bene spesso relegato in un mondo polveroso di anziani e bibliomani. La depressione economica non aiuta; vero è che come non mai famiglie di lunga tradizione mi hanno affidato i loro tesori». La crisi tocca i blasoni. E passa anche da questo incanto.
Armando Torno

dal Corriere della Sera 

Nessun commento:

Posta un commento