La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

mercoledì 26 ottobre 2011

Domani a Firenze una giornata di cinema dedicata alla Sardegna



ASSOCIAZIONE CULTURALE ISCANDULA
 
 





Domani a Firenze una giornata di cinema dedicata alla Sardegna.
Tra i film in programma "Is Launeddas", il documentario
tratto dai filmati girati in Sardegna nei primi anni Sessanta
dall'antropologo danese Andreas Fridolin Weis Bentzon.
*
C'è anche "Is Launeddas" tra i film in programma domani (giovedì 27) a Firenze nell'ambito di "Insulae", minirassegna inserita nel più vasto cartellone della V edizione di "50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze", in corso fino al 9 dicembre alla Casa del Cinema Odeon (in Piazza Strozzi).

Organizzata da Fondazione Sistema Toscana Mediateca, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze, la "50 giorni" dedica due serate, sotto l'insegna di "Insulae", alla cinematografia della Corsica (lunedì scorso, 24 ottobre) e della Sardegna (domani, giovedì 27).

"Is Launeddas" è un documentario del 1998 basato sui materiali sonori e i filmati registrati da Andreas Fridolin Weis Bentzon nel corso di una delle diverse spedizioni di ricerca musicale che lo condusse a più riprese in Sardegna, fra il 1953 e il 1969, per studiare e documentare la musica tradizionale dell’isola e il suo strumento simbolo, le launeddas, appunto. Una ricerca che avrebbe poi rappresentato l’oggetto della tesi di laurea dell’antropologo danese (prematuramente scomparso nel 1971, a soli trentacinque anni). Durante la sua lunga e appassionata indagine, lo studioso raccolse una grande messe di materiali sonori e filmici, appunti e fotografie che oggi rappresentano una fonte indispensabile per conoscere l’universo delle launeddas, grazie anche all’opera di ricerca e divulgazione portata avanti da oltre vent'anni da Iscandula, l’associazione culturale cagliaritana fondata da Dante Olianas. Rientra appunto in quest'ambito la produzione di "Is Launeddas", il documentario realizzato tra il 1993 e il 1998 da Fiorenzo Serra, il grande regista sardo scomparso sei anni fa, con le registrazioni e le immagini raccolte dallo studioso danese nel 1962, e ritrovati dallo stesso Olianas a Copenaghen, negli Archivi del Folklore Danese, vent’anni dopo.

Oltre a "Is Launeddas", la giornata fiorentina dedicata alla Sardegna prevede la proiezione di altri cinque film: "Pastori di Orgosolo" di Vittorio De Seta (1957), "L'ultimo pugno di terra" di Fiorenzo Serra (1964), "Tajabone" di Salvatore Mereu (2010), "Arcipelaghi" di Giovanni Columbu (2001), e "Sa terra e su chelu", un documentario di Antonio Sanna sul pittore Diego Asproni, accompagnato dal canto di Tomasella Calvisi, l'artista sarda da tempo trapiantata a Firenze, che in serata si esibirà dal vivo nella performance "Sa coa manna".

Completa il programma una conversazione su "Lo smarrimento delle radici culturali, ricerca e conservazione delle memorie acustiche e visive", con gli interventi di Giuseppe Pilleri, della Cineteca sarda, e di Dante Olianas, presidente di Iscandula.

* * *

Info:
ISCANDULA
tel. 070 82 26 10
cell. 348 22 56 594
e-mail: siscandula@tiscali.it
www.launeddas.it

Nessun commento:

Posta un commento