La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

giovedì 20 ottobre 2011

In televisione è sempre più il giorno dei morti viventi



Una scena di The Walking Dead Una scena di The Walking Dead 

In televisione è sempre più il giorno dei morti viventi

Un successo enorme, e inaspettato. Gli zombie dominano gli ascolti in tv anche quando le serie televisive che li vedono protagonisti finiscono in seconda, e perfino terza serata. I dati di audience che riguardano la seconda serie di The Walking Dead hanno lasciato stupefatti perfino i dirigenti della Amc, la rete americana che ha lanciato il telefilm prodotto e diretto da Frank Darabont (regista dell'applaudito Le ali della libertà che in futuro sarà solo impegnato soltanto nelle vesti di produttore). "E' incredibile che sia lo show più visto nella storia della nostra rete" hanno commentato i manager di Amc di fronte ai 7,3 milioni di telespettatori incollati di fronte al piccolo schermo a guardare la storia degli zombie che invadono gli Stati Uniti, lasciando la speranza ad un piccolo gruppo di umani. Anche in Italia, dove le puntate sono appena cominciate sul satellite, gli ascolti sono di tutto rispetto. Mentre già si pensa a TWD 3, arriva una seconda serie che vede come stelle assolute proprio loro, i morti viventi.
Zombieland, appunto - Un successo inatteso è stato anche quello di Zombieland, sorta di spaghetti western on the road, con protagonisti eccessivi, da fumetto, intenti a scappare verso l'ultima zona della Terra ancora libera dai morti viventi, facendone fuori nel mentre moltissimi. La pellicola di Ruben Fleischer interpretata da Woody Harrelson, Jesse Eisenberg ed Emma Stone,  ha incassato 100 milioni di dollari, facendo parlare di un seguito in 3D. Invece: niente tridimensione ma ecco la miniserie televisiva che riprende e aggiorna le gesta dei due moderni cowboy ammazzazombie.
Ritorno alle origini - Gli autori di Zombieland non si sono scomposti di fronte alla possibilità di trasporlo sul piccolo schermo. "Inizialmente avevamo proposto la serie alla Cbs, che come sempre fanno i grandi canali, tagliò tutto il materiale migliore" hanno commentato Rhett Reese e Paul Wernick, che ora venderanno la loro idea alla Sony. Insomma, chi si barrica in casa e ama essere circondato da zombie televisivi avrà di che divertirsi a lungo.

Redazione Tiscali

Nessun commento:

Posta un commento