La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava

La quercia e la rosa, di Ludovica De Nava
Storia di un amore importante di Grazia Deledda con lettere autografe. Romanzo di Ludovica De Nava

IN TERRITORIO NEMICO

IN TERRITORIO NEMICO
Romanzo storico sulla Resistenza di Pier Luigi Zanata e altri 114 scrittori - metodo Scrittura Industriale Collettiva

Dettagli di un sorriso

Dettagli di un sorriso
romanzo di Gianni Zanata

Informazione Contro!

Informazione Contro!
Blog di controinformazione di Pier Luigi Zanata

NON STO TANTO MALE

NON STO TANTO MALE
romanzo di Gianni Zanata

venerdì 4 novembre 2011

Vince "Un cuento chino" E gli italiani a bocca asciutta

IL VERDETTO

Vince "Un cuento chino"
E gli italiani a bocca asciutta

La giuria presieduta da Morricone premia la pellicola argentina: regista e cast si erano tenuti alla larga dal festival. Allo stesso film anche il riconoscimento del pubblico. Ignorate le pellicole di casa nostra di CLAUDIA MORGOGLIONE


Vince "Un cuento chino" E gli italiani a bocca asciuttaUna foto dal film
ROMA - Una vittoria in perfetta sintonia con il festival delle tante defezioni di registi e star. Il Marc'Aurelio d'oro per il miglior film va a Cosa piove dal cielo? (titolo originale Un cuento chino) dell'argentino Sebastian Borensztein: storia di un uomo - il Ricardo Darin di "Il segreto dei suoi occhi" - la cui vita viene cambiata dall'incontro con un cinese appena sbarcato nel Paese sudamericano. Una pellicola piaciuta alla platea della kermesse, ma giunta qui all'Auditorium praticamente "nuda": senza né l'autore né gli interpreti ad accompagnarla. E infatti la conferenza stampa, inzialmente prevista, era stata annullata. Ora, però, il trionfo, con un doppio riconoscimento: quello della giuria, presieduta da Ennio Morricone; e quello del pubblico. Con il quale si chiude un'edizione giudicata un po' sottotono per l'assenza di grandi celebrità internazionali.

IL TRAILER DEL FILM / LE FOTO

LA SCHEDA DEL FILM

Triste Italia. Ma non c'è solo questo caso a far discutere. Perché c'è un altro elemento che salta agli occhi, guardando l'elenco dei vincitori di questa sesta edizione: gli italiani (ben quattro film, in concorso) restano a bocca asciutta. Attori compresi: la migliore interpretazione femminile se la aggiudica la Noomi Rapace di Babycall; quella maschile va al Guillaume Canet di Une vie meilleure di Cédric Kahn, una delle pellicole più amate da pubblico e critici. Il Gran Premio speciale della Giuria lo vince Voyez comme ils dansent di Claude Miller: lo ritira uno degli interpreti, la nostra Maya Sansa. Il Premio speciale della giuria è per The eye of the storm di Fred Schepisi; la colonna sonora per il tedesco Hotel Lux.

Le altre sezioni. Tra i documentari di Extra, vince Girl model di David Redmon e Ashley Sabin. Per i film di Alice nella città, la giuria di ragazzi sopra i tredici anni porta al trionfo Noordzee Texas di Bravo Defeurne; quella di bambini under 13 En el nombre de la hija di Tania Hermida P.

La serata.
La cerimonia di consegna dei premi si tiene alla Sala Sinopoli dell'Auditorium, a partire dalle 18,30. Con Francesca Inaudi nel ruolo di madrina e il beniamino Richard Gere a tenere alto il versante divistico. Dal palco il direttore artistico, Piera Detassis, ricorda le vittime della tragedia di Genova. Quanto al film trionfatore, Cosa piove dal cielo? uscirà nelle sale italiane nel 2012, in data ancora da stabilire. (04 novembre 2011)

Nessun commento:

Posta un commento